News Olimpiadi Londra 2012 | © Julian Finney/Getty Images

Pubblicato il dicembre 28th, 2012 | da Greta C

0

Il 2012 in musica: tutti gli eventi dell’anno che sta per finire

MelodicaMente ha pensato di concludere l’anno proponendovi una panoramica degli eventi musicali più importanti del 2012: ci siamo perciò chiesti quali sono stati gli avvenimenti che hanno segnato il 2012 che sta per finire, passando in rassegna i momenti belli e quelli meno belli che il 2012 ci ha riservato. Un doveroso ricordo è andato ai lutti che hanno sconvolto il mondo della musica nazionale ed internazionale: su tutti le scomparse di  Whitney Houston e Lucio Dalla. E poi ancora a quei momenti in cui la musica è intervenuta a conforto delle popolazioni colpite da catastrofi naturali: il terremoto che ha scosso l’Emilia Romagna al quale è seguito l’imponente aiuto degli artisti di Italia Loves Emilia e poi ancora l’uragano Sandy che ha portato all’organizzazione del grandioso concerto 12-12-12 al Madison Square Garden di New York.

Un anno difficile sotto molti punti di vista che ha per fortuna portato con se anche qualche piccola perla luminosa che ha donato momenti di pura felicità. Siete pronti per ripercorrere il 2012 assieme a noi? Ecco a voi il 2012 in pillole.

Il 2012 in Musica: gli eventi in positivo

Seppur la reunion dei Black Sabbath è da annoverarsi tra gli eventi del 2011, quando la band ha annunciato il ritorno alla formazione originaria,  il gruppo di Ozzy Osbourne ha fatto decisamente parlare moltissimo nel 2012. Dichiarazioni, la rottura di Bill Ward, l’annullamento delle date del tour europeo e il ritorno comunque sulle scene con grandi ospiti quali Slash, Zakk Wylde, Geezer Butler sono hanno fatto tornare in vita il mito dei Black Sabbath. Da segnalare anche la reunion dei Blur o meglio del ritorno sulle scene dei Blur che si sono esibiti sia alle Olimpiadi di Londra 2012 sia ai BRIT Awards 2012, ritornando al 100% all’attivo. Se si parla di reunion non possiamo dimenticare gli Stones Roses; anche in questo caso l’annuncio avvenne nell’ottobre 2011 ma il ritorno sulle scene con diversi concerti sold out hanno illuminato il 2012.

Non si possono dimenticare le Olimpiadi di Londra 2012 in cui la musica ha avuto un ruolo di primo piano nel corso delle due imponenti cerimonie, di apertura e di chiusura, che abbiamo seguito molto piacevolmente. In tema Olimpiadi è doveroso citare le Spice Girls che si sono riunite in una ottima rappresentazione dello spirito dei giochi olimpici. Oltre alle cerimonie da segnalarsi anche i numerosi concerti che hanno accompagnato la carovana dei Giochi Olimpici, ad esempio quello ad Hyde Park che ha ottenuto un ottimo riscontro di pubblico.

Olimpiadi Londra 2012 | © Julian Finney/Getty Images

Olimpiadi Londra 2012 | © Julian Finney/Getty Images

In tema concerti molti quelli da menzionare sia per la loro maestosità sia per aver toccato l’Italia. Posto d’onore per i Rolling Stones che per il cinquantenario hanno annunciato l’uscita dell’antologia “GRRR!” a cui sono seguiti concerti che hanno infiammato il fortunato pubblico presente. Da segnalare anche il ritorno dei Beach Boys che si sono esibiti ai Grammy Awards 2012.

Menzione tutta italiana per alcuni dei principali ritorni in Italia: dai The Cure, passando per Bruce Springsteen che è tornato live nel Bel Paese con una serie di tappe del Wrecking Tour; e poi Foo Fighters, Madonna, Lady Gaga e ancora altri concerti che hanno fatto discutere e parlare di sé.

Personaggio dell’anno è stato senza dubbio PSY e il successo del “Gangnam Style”: il sudcoreano ha ottenuto una serie di primati di indubbio valore, dal maggior numero di visualizzazioni su YouTube passando ai prestigiosi premi ricevuti nonché i flash mob organizzati praticamente ovunque. Da segnalare anche la curiosa coreografia che è spopolata in ogni singolo angolo del globo

Prima di toccare gli eventi, in negativo, del 2012, non possiamo che concludere con i due principali eventi benefici trasformatisi in concerti quali l’ Italia Loves Emilia, iniziativa benefica che si è svolta il 22 Settembre 2012 al Campovolo e che ha raccolto ben più di 150.000 biglietti venduti: la manifestazione ha visto nomi importanti della scena italiana, Biagio Antonacci, Fiorella Mannoia, Jovanotti, Ligabue e moltissimi altri. Da menzionare il concerto benefico per l’Uragano Sandy “12.12.12” che ha accolto sul palco neyorkese nomi del calibro di Bruce Springsteen, Alicia Keys, Paul McCartney e altri ancora. Due eventi che hanno costruito, dalla tragedia, momenti intensi di grande musica.

Bruce Springsteen & Bon Jovi - 12.12.12 | ©  DON EMMERT/AFP/Getty Images

Bruce Springsteen & Bon Jovi – 12.12.12 | © DON EMMERT/AFP/Getty Images

Il 2012 in Musica: gli eventi in negativo

Come abbiamo già accennato il 2012 è stato  segnato dalla scomparsa di grandi esponenti del mondo della musica:  Whitney Houston, morta improvvisamente l’11 febbraio 2012, Lucio Dalla, spentosi a Montreaux il 1° Marzo 2012; due morti  inaspettate che hanno gettato nello sconforto i moltissimi fan che ancora oggi ricordano l’anno con il dolore nel cuore. Da ricordare poi la scomparsa di Robin Gibb dei Bee Gees, quella di Ravi Shankar, musicista indiano spentosi l’11 dicembre 2012 e quella di Etta James (20 Gennaio 2012): tanto dolore anche per le loro morti che hanno sconvolto da una parte tutta la comunità indiana e gli amanti delle sonorità di Shankar e dall’altra i sostenitori del Jazz e R&B, proprio nel ricordo di Miss Peaches.

Whitney Houston

Whitney Houston | © Kevin Winter/Getty Images

Altro avvenimento che merita senza dubbio di essere ricordato è quello relativo alle accuse rivolte alle Pussy Riot, il collettivo punk rock russo che dopo una estenuante battaglia è stato arrestato con l’accusa di teppismo e istigazione all’odio religioso. L’esibizione nella Cattedrale di Cristo Salvatore, non autorizzata da Putin, è stata oggetto di critiche e di una profonda diatriba che ha dilaniato la Russia. Molti gli artisti che si sono schierati con le tre giovani ragazze, simbolo della libertà di parola vietata in un luogo come la Russia.

Da segnalare anche le due imponenti tragedie quale il terremoto dell’Emilia e l’uragano Sandy. Le scosse di terremoto hanno dilaniato la regione dell’Emilia Romagna a fine maggio-inizio giugno con conseguente proclamazione di lutto nazionale per le vittime del terremoto. In seguito a questa tragedia è stato organizzato il maxi-concerto Italia Loves Emilia che sicuramente va inserito negli eventi positivi del 2012, seppur la motivazione di base è di certo negativa. Discorso simile  per l’uragano Sandy che ha colpito la Giamaica, Cuba, Bahamas, Haiti, Repubblica Dominicana, costa orientale degli Stati Uniti e il Canada Orientale durante la fine di Ottobre 2012.

I danni stimati sono ben 50 miliardi di dollari con vittime attestate a 182, di cui 110 negli USA. Un evento che ha scaturito la necessità di fare qualcosa per i colpiti dall’uragano e da qui è nato il 12.12.12, concerto benefico che inseriamo negli eventi positivi, seppur anche in questo caso la motivazione di partenza è negativa.

Il 2012 è stato poi l’anno che ha sancito lo scioglimento di alcune band: i Bee Gees, gli Jet, gli Swedish House Mafia nonché i Westlife. Partendo dai Bee Gees, dopo la reunion segnalata a Settembre 2009 la band ha ufficializzato lo scioglimento in seguito alla morte di Robin Gibb, dopo una lunga malattia, avvenuta il 20 maggio 2012. Passando invece agli Jet nel marzo 2012 la band ha ufficializzato mediante comunicato stampa lo scioglimento cosicché i componenti possano seguire percorsi creativi separati. Discorso simile per gli Swedish House Mafia che hanno annunciato lo scioglimento nel Giugno 2012 che prima dell’abbandono termineranno l’ultimo tour dal titolo “One Last Tour” previsto nel 2013. Sorte amara anche per i Westlife, gruppo irlandese che riscosse un notevole successo sul finire degli anni Novanta. Vi segnaliamo poi l’annuncio del periodo di stop per i Foo Fighters che ha gettato nello sconforto migliaia di fan e poi ancora quello della della formazione di Francesco Sarcina, Le Vibrazioni.

Il 2012 è stato insomma un anno ricco di avvenimenti: e voi cosa ricorderete dell’anno che sta per finire?

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi