Road To Andrea Nardinocchi - Storia Impossibile - Artwork

Pubblicato il gennaio 30th, 2013 | da Greta C

0

Andrea Nardinocchi provoca Sanremo con la freschezza dell’elettropop

Ci troviamo davanti ad un giovane che però non è totalmente sconosciuto al mondo della musica, ecco a voi Andrea Nardinocchi. Dopo un passato nell’ambito sportivo, Nardinocchi si butta su un altro grande amore che coltiva fin da piccolo, proprio quello della musica. Un mezzo d’espressione e di comunicazione che Andrea Nardinocchi porta avanti assieme al freestyle basket durante l’adolescenza.

Quando s’impegna nei progetti, il giovane talento nato a Bologna il 6 Aprile 1986 arriva a toccare grandi livelli. A 18 anni, infatti, diventa uno dei protagonisti italiani del freestyle basket. Dopo un’infarinatura alla Music Academy di Bologna nonché dopo essersi affacciato al mondo del jazz, Andrea Nardinocchi capisce che la sua attitudine è quella di utilizzare l’elettronica e la sperimentazione a servizio della musica. Nessuno strumento musicale ma il beatbox, ovvero la produzione di suoni ritmici con la bocca, la loopstation, uno strumento elettronico che permette di registrare e riprodurre numerosi suoni, il launchpad e l’auto campionamento vocale. Insomma, mezzi sicuramente all’avanguardia per un talento altrettanto particolare. Il grande successo per Andrea Nardinocchi arriva con “Un posto per me” che ha debuttato nell’agosto 2012 e grazie ad un estenuante passaparola, grazie alla rotazione radiofonica e televisiva ma soprattutto mediante un video d’impatto e la giusta promozione, Nardinocchi si è imposto come uno dei talenti, ormai non più tanto nascenti, della musica italiana; anche se, in verità, d’italiano la sua musica ha ben poco.

Andrea Nardinocchi Sanremo 2013: Road To

Andrea Nardinocchi - Storia Impossibile - Artwork

Andrea Nardinocchi – Storia Impossibile – Artwork

Come affronterà un palco importante come quello del Festival di Sanremo 2013? L’artista non ha rilasciato molte dichiarazioni in merito. Sul filo della precisione e semplicità, Nardinocchi ha semplicemente detto che parteciperà alla kermesse portando in scena la canzone “Storia Impossibile” il cui testo e musica è di sua creazione. Seppur ancora molto giovane, Andrea sembra essere un musicista a tutti gli effetti, con una dimensione della musica totalmente particolare e costruita su di sé. Non vi sono persone che “aiutano” l’artista ma la sua visione è proprio quella della sperimentazione e, a dimostrazione di ciò, c’è appunto la biografia che vi abbiamo fornito prima. Il nuovo album uscirà il 14 Febbraio 2013, ci troviamo nel bel mezzo del Festival di Sanremo e seguendo l’onda mediatica sembra essere il momento giusto per il lancio dell’album di debutto dal titolo “Il Momento Perfetto”.

Per quanto riguarda invece il singolo “Storia impossibile” esso uscirà il 1 Febbraio 2013 e la curiosità è sicuramente moltissima. Con la dovuta dose di scaramanzia ma anche riconoscendo i pronostici, Andrea Nardinocchi sembra ad un passo dalla vittoria del Festival di Sanremo 2013 nella categoria Giovani. L’unico che, sempre sulla carta, potrebbe rovinare il suo sogno potrebbe essere Il Cile, altro personaggio che si sta ritagliando una bella fetta di pubblico. Non ci resta che vedere come Nardinocchi gestirà “Storia impossibile”, brano che è stato creato in una notte e che parla di una sensazione particolare che nasce dai rapporti d’amore. “Vengo io da te/ Vieni tu da me / tanto quello che c’è/ non si può più spegnere/ anche se ci sta facendo male”, ecco un piccolo estratto del brano che vi presentiamo e che non vediamo l’ora di sentire sul palco del Festival di Sanremo 2013.

SEGUI IL NOSTRO SPECIALE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2013

Storia impossibile – Il Testo

E’ troppo tempo che volevo dire
che non sto bene
e mi sembra di capire
sia lo stesso per te
ma forse tu mi sai spiegare
cosa ci impedisce di parlare
un po’ più liberamente

E ti ho chiamato prima
ma non c’eri
volevo solo dirti
che stasera ci sono
ma vieni tu da me oppure
vengo io da te
vieni tu da me
tanto quello che c’è
non si può più spegnere
anche se ci sta facendo male
vieni tu da me
vengo io da te
ma che differenza c’è
se mi sembra di vivere
dentro una storia impossibile.

E poi non mi so spiegare
come tu mi sai fare sorridere
mentre mi fai incazzare
e so che non è bello da dire
ma vai se non vuoi stare
non c’è bisogno di fare finta di sorridere
tu non sai quanto è difficile dover ammettere
che tu sei una droga per me

E ti ho chiamato prima
ma non c’eri
volevo solo dirti
che stasera ci sono
ma vieni tu da me
vengo io da te
tanto quello che c’è
non si può spegnere
anche se ci sta facendo male
Vieni tu da me
vengo io da te
ma che differenza c’è
se mi sembra di vivere
dentro una storia impossibile
Vengo io da te
Vieni tu da me
tanto quello che c’è
non si può più spegnere
anche se ci sta facendo male
vieni tu da me
vengo io da te
ma che differenza c’è
se mi sembra di vivere
dentro una storia impossibile

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi