Le Isole della meraviglia" lo spettacolo andato in scena ieri ..." /> Dai Beatles ai Pink Floyd: Londra 2012 celebra la musica inglese

News Ex-Beatle Sir Paul McCartney performs du

Pubblicato il luglio 28th, 2012 | da Vittoria Borgese

0

Dai Beatles ai Pink Floyd: Londra 2012 celebra la musica inglese

E’ stato denominato “Le Isole della meraviglia” lo spettacolo andato in scena ieri sera nel corso della lunga cerimonia di apertura dei Giochi Olimpici di Londra 2012: una cerimonia, a tratti caotica, sempre fantasiosa, frenetica e molto celebrativa , la cui prima parte, fino all’ingresso delle nazionali nello stadio, è stata un lungo racconto della storia del Regno Unito dominato da un massiccio ricorso alla musica che è certo un punto di forza della cultura inglese che può vantarsi di aver dato i natali agli artisti e alle band più influenti della storia della musica mondiale. Concepito dal regista Danny Boyle, lo spettacolo ha accompagnato il pubblico in un viaggio dalla vita bucolica dalle prime comunità rurali ai giorni nostri passando per la rivoluzione industriale, la nascita della classe operaia, la lotta per il voto alle donne, l’immigrazione e le due guerre mondiali attraverso mutamenti continui e spettacolari della scenografia che porta al centro del terreno dello Stadio le alte ciminiere delle fabbriche e poi una fucina dalla quale viene forgiato uno dei cinque anelli olimpici, issati poi in alto con conseguente pioggia di scintille sul centro del prato.

E se la cerimonia di Pechino 2008 aveva lasciato a bocca aperta per la spettacolarità delle coreografie, l’imponente numero di ballerini perfettamente in sincronia così da comporre e scomporre figure e strutture, la cerimonia di Londra 2012 può di certo essere premiata per l’immenso numero di richiami alla tradizione britannica, ai simboli del Regno Unito, alle immagini care alla cultura d’Oltremanica, dalla letteratura, allo sport, ai film, alla televisione: sarà piaciuto agli inglesi lo schetck dell’attore Rowan Atkinson alias “Mr. Bean” nei panni di improbabile tastierista al fianco della London Symphony Orchestra sulle note della celebre colonna sonora del film “Momenti di gloria”; molti più spettatori, o forse spettatrici, avranno apprezzato le immagini del bel calciatore David Beckham che freccia sul Tamigi guidando il motoscafo con la fiamma olimpica; tutti avranno sorriso nel vedere la Regina Elisabetta al fianco dello 007 Daniel Craig prima dell’arrivo all’interno dello stadio per l’alzabandiera e l’Inno inglese.

Braciere Olimpico - Olimpiadi 2012 | © FABRICE COFFRINI/AFP/GettyImages

Su tutta la serata sono stati  i temi musicali a farla da padrone: nel corso della cerimonia si è spaziato dai Beatles ai Rolling Stones, da Amy Winehouse ai Muse. Molti gli omaggi alla musica britannica che ha prodotto capolavori internazionalmente amati tanto che nella carrellata iniziale di immagini, accompagnata dalle note di Clash (curioso è stato pensare alla Regina mentre assiste alla cerimonia con il sottofondo di “London Calling” pezzo del gruppo di Joe Strummer che non ha mai nascosto la sua avversità ai monarchi britannici), Sex Pistols e altri ancora, si è potuto facilmente scorgere  il maiale volante dei Pink Floyd, quello della copertina di “Animals”, sulla Battersea Power Station.

La musica inglese è stata celebrata attraverso la scelta di immagini evocative e delle note più belle di Clash, Rolling Stones, Who, Pink Floyd, New Order, Prodigy, David Bowie, Oasis, Eurythmics, Coldplay, Muse ma anche con le performance live che una serie di artisti hanno offerto in diversi momenti inseriti nella scaletta delle circa 4 ore della cerimonia. Alla voce di Emeli Sandé, è stato affidato “Abide With Me”, inno cristiano, una preghiera  a Dio, composto da William Henry Monk. Sul palco anche gli Arctic Monkeys che hanno proposto il loro singolo d’esordio “I Bet That You Look Good On The Dancefloor” e hanno poi omaggiato i Beatles con “Come Together“.

E chi poteva chiudere la Cerimonia di apertura di Londra 2012 se non Sir Paul McCartney? L’ex Beatles ha proposto una selezione dei pezzi dei Fab Four invitando il pubblico a cantare insieme a lui: bellissima l’interpretazione di “Hey Jude“.

L’ingresso della fiamma olimpica nello stadio e la conseguente accensione del braciere che arderà per tutta la durata dei Giochi sono stati uno dei momenti più emozionanti di una cerimonia che ha puntato molto sulla musica che non ha fatto da sottofondo allo spettacolo ma ne è stata vera e propria protagonista tanto che i pezzi che hanno fatto da colonna sonora alla cerimonia di apertura sono stati raccolti in una compilation disponibile per l’acquisto in digitale: “Isles Of Wonder: Music For The Opening Ceremony of the London 2012 Olympic Games” è il titolo della selezione dei pezzi risuonati ieri sera. E ora Londra 2012 è davvero iniziata!

E per rimanere sempre aggiornati su Giochi Olimpico ecco lo Speciale Olimpiadi Londra 2012.

Tags: , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi