Città giovane e soprattutto al passo con i tempi, Berlino Berlin Festival dal 9 al 10 settembre con Mogwai e Battles | MelodicaMente

News Berlin Festival 2011

Pubblicato il agosto 1st, 2011 | da Greta C

0

Berlin Festival dal 9 al 10 settembre con Mogwai e Battles

Città giovane e soprattutto al passo con i tempi, Berlino, dal 9 al 10 settembre ospiterà una kermesse musicale davvero interessante con nomi che stanno diventando sempre più conosciuti nel panorama della musica indipendente.

La manifestazione si terrà all’interno del Flughafen Tempelhof vecchio aeroporto adibito dal 2008 a spazio culturale. Dopo la chiusura dei concerti, allo scoccare della mezzanotte, la kermesse proseguirà al Xberg Club dove vi sarà la possibilità di assistere a dj set, concerti e spettacoli principalmente di musica elettronica ma non solo.

Berlin Festival 2011

Ritornando alla manifestazione principale ecco qual è la line up del venerdì e sabato; la prima giornata del 9 settembre vedrà la presenza di Suede, Primal Scream Present Screamadelica, LFO, James Blake, Battles, The Drums, The Rapture, CSS, Santigold, Wire, Austra e molti altri. La giornata conclusiva del festival vedrà invece le esibizioni di Beirut, Mogwai, Casper, The Naked and Famous, Forrie ed altri nomi della scena internazionale.

Nella cornice di un vecchio scalo aeroportuale il divertimento e la scoperta musicale è davvero assicurata. Il festival milita già fra gli appuntamenti più richiesti dell’estate da alcuni anni visti i nomi in programma nel passato quali Echo & The Bunnymen, The Raveonettes e The Kills. I biglietti per il festival sono disponibili presso gli enti convenzionati specificati sul sito ufficiale www.berlinfestival.de

Prima di concludere qualche notizia biografica riguardo alle band più interessanti di questo festival iniziando dai Beirut che abbiamo avuto modo di vedere in Italia insieme agli Arcade Fire nella splendida cornice del Ferrara Sotto Le Stelle. Nato come un progetto musicale solista partorito dalla creativa mente di Zac Condon, i Beirut sono diventati nel corso del tempo una vera e propria grande band che combina performance appartenenti a diversi generi musicali partendo dal folk fino ad arrivare ad un retrogusto pop.

I Mogwai sono una delle formazioni se non la formazione più attesa in programma. Ritornati sulla scena musicale con “With Hardcore Will Never Die, But You Will” la band combina una musica raffinata ed elegante unita ad elementi soft e d’ambiente.  Etichettati da sempre come appartenenti al filone musicale del “post – rock”, i Mogwai sono stati precursori di uno stile malinconico ed emozionale.

Altra band assolutamente da non sottovalutare sono i Battles, originari di New York, che vede la presenza di membri che hanno militato in passato in altre formazioni maturando cosi una competenza ed esperienza che è da subito apparsa fedele e presente nei due dischi della band “Mirrored” e “Gloss Drop”. Quest’ultimo, pubblicato a giugno di quest’anno, vanta la collaborazione di molti artisti fra cui Matias Aguayo e Gary Numan.

I The Naked And Famous sono una di quelle formazioni da segnalare per i prossimi anni: la potenza di “Passive Me, Aggressive You” ha da subito colto l’attenzione degli attenti ascoltatori che si sono appassionati alla band proveniente dalla Nuova Zelanda. Il sound appare molto devoto agli anni ’80 con pesanti incursioni di shoegaze e syth davvero potente. Alisia Xayalith, cantante e leader della band è di certo un nome di cui sentiremo parlare in futuro e l’esibizione dei The Naked And Famous è davvero molto attesa per vedere sul palco i giovani protagonisti della scena neozelandese. Il loro singolo “Young Blood” è apparso come un debutto proprio promettente visto che ha raggiunto in brevissimo tempo il numero uno nelle classifiche della madrepatria.

Infine qualche parola sugli Austra, un nome assolutamente nuovo all’interno del panorama musicale mondiale. La band canadese, uscita proprio pochi mesi fa con il debutto “Feel It Break” ruota intorno a Katie Stelmanis, voce della formazione, Maya Postepski alla batteria e Dorian Wolf al basso. Gli Austra propongono un sound che intreccia un’impostazione musicale classica ad una maggiormente sperimentale ed elettronica. Ciò che ne risulta è un sound oscuro ma con diversi bagliori elettronici che lo rendono molto interessante per una scena attuale già satura di gruppi prettamente dark. Il paragone con la più nota Chibi, cantante dei The Birthday Massacre è da subito visibile anche se la potenza vocale di Katie non la fa sembrare un semplice clone ma una valida alternativa.

L’appuntamento con il Berlin Festival è sempre più vicino e in terra tedesca ma non solo, il countdown è già partito.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi