News Beyoncé |  Slaven Vlasic / Getty Images

Pubblicato il gennaio 18th, 2012 | da Stefano Pellone

0

Beyoncé dà il nome ad un tafano

Alcuni entomologi australiani hanno deciso di omaggiare la cantante Beyoncé dando il suo nome ad una rarissima specie di tafano dal grosso posteriore e dai colori sgargianti. E’ quindi nato lo “Scaptia Plinthina beyonceae“, tafano scoperto nello stato australiano del Queensland nel lontano 1981 (lo stesso anno di nascita della cantante) ma ancora senza nome scientifico fino all’idea del giovane entomologo Bryan Lessard, scienziato del Centro australiano per la ricerca scientifica (Csiro). L’insetto, nero e con una grossa rotondità punteggiata di piccoli peli dorati alla fine dell’addome, è un po’ considerato “la diva dei tafani“.

La cosa non deve stupire, dato che spesso per ovviare al difficile compito di trovare un nome per ogni nuova specie di insetti si scelgano nomi di fantasia oppure di personaggi famosi, come spiega l’entomologo romano Augusto Vigna Taglianti:

A volte è veramente difficile dare un nome ad una specie: si possono usare aggettivi, a volte si possono fare scelte completamente arbitrarie e spesso si scelgono nomi scherzosi. Basti pensare che per un solo ordine di insetti esistono oltre 400.000 specie: è chiaro che con i nomi può succedere qualsiasi cosa.

Molte volte si scelgono nomi di personaggi dello spettacolo o della letteratura e della mitologia, fino ad arrivare a personaggi storici come Hitler o personaggi di fantasia come Babbo Natale. Esistono specie di insetti con il nome collegato al dio della fertilità Priapo, come l’imenottero Exetastes fornicator, oppure lepidotteri dedicati a Leonardo da Vinci o farfalle che prendono il loro nome dal romanzo Lolita di Vladimir Nobokov. Addirittura esiste un un ragno cavernicolo australiano che si chiama Draculoides bramstokeri, chiaramente ispirato al romanzo “Dracula” di Bram Stoker.

Beyoncé | Slaven Vlasic / Getty Images

In tutto questo particolare mondo, anche il rock è di casa tra gli insetti, come dimostrano i trilobiti Aegrotocatellus jaggeri dedicati a Mick Jagger, oppure le Avalanchurus lennoni, Avalanchurus starri, Struszia mccartneyi e Struszia harrisoni, ispirate ai Beatles. Lo stesso accade in Italia, con la famosa farfalla Parnassius mnemosyne guccinii, dedicata al cantautore Francesco Guccini.

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi