Reportage Coachella Valley Music & Arts - Day 3 2012

Pubblicato il aprile 17th, 2012 | da Greta C

0

Coachella Weekend 1, terza giornata nel segno di Tupac

Con la giornata del 15 Aprile 2012 si è giunti  alla chiusura del primo week-end del Coachella Festival, del quale si è parlato molto non solo per la musica, protagonista indiscussa, ma anche per i volti noti apparsi in mezzo alla gente comune. Le star dei vari telefilm hanno fatto quasi a corsa per partecipare al Coachella: Ian Somerhalder, Nina Dobrev, Joshua Jackson,Vanessa Hudgens , Lea Michele, Cory Monteith e molti altri non si sono fatti attendere.

Curiose e piacevoli anche le apparizioni di Katy Perry e Rihanna ma, la domenica del Festival è stata quasi interamente dominata dalla notizia dell’ologramma che ha permesso di far “risorgere” Tupac: l’omaggio a Tupac Shakur è stato certo  uno dei momenti più alti di questi primi giorni del Festival, che vi abbiamo raccontato attraverso i reportage della giornata di apertura del Coachella e della giornata di sabato 14 Aprile.

Il primo week end del Coachella  si è concluso lasciandoci la convinzione di aver assistito, anche quest’anno, ad uno spettacolo entusiasmante. Un festival che ha messo la tecnologia al centro della kermesse, non soltanto per la performance di Snoop Dogg accanto all’ologramma di Tupac, ma anche per una massiccia campagna via Twitter che ha permesso di commentare da ogni parte del globo, seppur Twitter sia stato il social network più in voga c’era la possibilità di utilizzare anche Facebook e Google Plus: tutti i social network a servizio di Coachella 2012, dunque. Come solito proseguiamo analizzando il cartellone delle esibizioni e approfondendone alcune.

Coachella Valley Music & Arts - Day 3 2012

Coachella Valley Music & Arts - Day 3 2012 | © Frazer Harrison/Getty Images

Coachella 2012: Il cartellone di domenica 15 Aprile 2012

  • 03:25: Wild Beasts
  • 03:30: Oberhofer
  • 03:30: Santigold
  • 04:10: Lissie
  • 04:20: Real Estate
  • 04:45: Fitz and the Tantrums
  • 04:50: The Growlers
  • 05:27: Band Of Skulls
  • 05:35: Seun Kuti & Egypt 80
  • 05:45: Wild Flag
  • 06:20: Beats Antique
  • 06:30: The Hives
  • 06:40: Greg Ginn and the Royal We
  • 07:10: The Airplane Boys
  • 07:30: The Weeknd
  • 07:45: Justice
  • 08:10: The Shins (Encore)
  • 08:30: Beirut
  • 08:30: Bon Iver (Encore)
  • 09:10: Andrew Bird (Encore)
  • 09:30: At the Drive-In
  • 09:30 – Goyte
  • 09:45 – Modeselektor
  • 09:45 – Florence and the Machine

Ricordiamo che gli orari sono quelli del Pacific Time, ossia con fuso orario di nove ore indietro rispetto l’ora attualmente in vigore in Italia.

L’esibizione dei Beirut

La band salita sul palco del Coachella, nata dalla mente di Zachary Francis Condon, ha confezionato uno show che è stato bene accolto dal pubblico del festival. I Beirut si contraddistinguono per avere una corposità di suono davvero unica, molti elementi folk ma soprattutto strumenti musicali di tutti i tipi per arricchire un suono che si evidenzia da subito come profondamente personale. Il gruppo sembra proprio venuto da un’altra epoca, non solo per la musicalità profondamente attinente ai decenni passati, ma anche per un abbigliamento che richiama un folk d’annata. I Beirut hanno regalato un’ora scarsa di musica che il pubblico ha accolto con gli applausi ad una formazione che si  sempre saputa distinguere:  ecco lo show dei Beirut.

L’esibizione di Florence and The Machine

Guardando il live di Florence Welch e soci al Coachella, sorge spontanea la domanda “come non amare Florence?”. La cantante inglese che sta conquistando il globo con una musicalità e una classe che arrivano in uno dei momenti di maggiore necessità nel panorama internazionale, è apparsa sul palco come un angelo nero, vestita di scuro con ampie maniche e la sua splendida voce portando avanti una performance  che lascia addosso una sensazione magica. Florence and The Machine hanno suonato i loro maggiori successi tratti sia da “Lungs” che dall’ultima fatica “Ceremonials“. Sul palco del Coachella, quindi, c’è stato spazio sia per “Only If For A Night”, che per “Never Let Me Go“, toccando “No Light, No Light” e molti altri storici brani della rossa cantante che, fortunatamente, avremo il piacere di poter sentire a Novembre, nell’unica data italiana del tour, per ora, ecco lo show integrale di Florence and The Machine.

Tags: , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi