News red onions

Pubblicato il dicembre 19th, 2010 | da Vittoria Borgese

0

“Diario d’un uomo qualunque” è il primo album dei Red Onions

In origine (2004)  c’erano Leone Pompilio (chitarra,voce)  e Davide Grillo (chitarra,voce) che furono  il nucleo originario della band perugina, poco tempo dopo, al  duo si aggiunse il bassista Ali Adamu (basso,voce) concretizzando così  il progetto  Red Onions.

Da quel momento seguirono la gavetta, la crescita musicale con l’affermazione di gusto più strettamente progressive, nonché svariate collaborazioni ed esibizioni live.

Nel 2007 al gruppo si aggiunge il batterista Kevin Rogg, che ne diventa  membro stabile  completandone la sessione ritmica e imprimendo alla musica dei Red Onions un timbro marcatamente progressive metal. Solo un anno dopo però, nell’Aprile 2008, la formazione si rinnova con la sostituzione di  Kevin Rogg, a cui subentra Marcello Mangione che spinge le composizioni della band verso uno stile dal  respiro  più intimistico e riflessivo abbandonando i toni metal.

Nello stesso anno i Red Onions registrano il primo  demo intitolato “One Different One”, ma il singolo d’esordio è dell’anno successivo: nel 2009 esce infatti, “Libero Fuori” che è stato tra l’altro incluso nella compilation internazionale “Rock 4 Life” vol. 25 dell’americana Quickstar Production.

Poi finalmente lo scorso Ottobre è uscito il primo LP dei Red Onions intitolato “Diario d’un uomo qualunque”.

Si tratta di un concept album di 11 tracce che raccontano un viaggio introspettivo descritto attraverso le vicende del sig. Beta, anonimo uomo qualunque che è l’incarnazione di tutti gli istinti,i tormenti e le aspirazioni frustrate dell’uomo. I drammi del personaggio diventano così  il simbolo dell’intera epoca moderna e dell’uomo in balia di una società plasmata dallo strapotere mediatico e dalle opinioni delle masse.

Tags: , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi