News

Pubblicato il novembre 24th, 2011 | da Chiara B

0

Elisa: un album per gli Stati Uniti a Gennaio 2012

Per il momento si sa ancora poco a riguardo, ma la notizia merita di essere diffusa fin da ora: Elisa si butta ne mercato americano. Già tre anni fa aveva pubblicato “Dancing”, tentativo non fortunato di accedere al pubblico oltreoceano, è giunta l’ora di provarci di nuovo.

Il disco uscirà il 31 Gennaio 2012, si intitolerà “Steppin’ On Water” e sarà disponibile nei negozi statunitensi e del Canada. L’album, interamente prodotto e distribuito dall’etichetta Sugar/Decca U.S., è anticipato dal singolo “Love Is Requited”, di cui vi proponiamo l’ascolto.

Elisa | © Gareth Cattermole/Getty Images

Le informazioni certe terminano qua, purtroppo: la casa discografica, il sito ufficiale, il fanclub, nessuno dell’entourage di Elisa ha detto una sola parola in più riguardo a questo progetto.
Il singolo “Love Is Requited” è parte della colonna sonora del film “Un giorno questo dolore ti sarà utile” diretto da Roberto Faenza, il testo è stato scritto da Michele Von Buren, mentre le musiche portano la firma di Andrea Guerra.

Per quanto riguardo il disco “Steppin’ On Water”, con certezza sappiamo che questo brano sia un inedito, ma non ci è dato ancora sapere se anche tutti gli altri pezzi lo saranno o se si tratterà di una raccolta dei più grandi successi editi nel corso di questi anni in Italia.
Stavolta il grande salto nel mercato americano sembra promettere bene, dal momento che addirittura sul sito di Billboard è stata dedicata una sezione al nuovo album di Elisa.

Al momento il link porta ad una pagina vuota ed alla scritta: “Scusa. Non ci sono notizie recenti per questo album”. Ma se una rivista delle più autorevoli del settore musicale si prende la briga di inserire il prossimo album di Elisa nel proprio sito internet, beh, ci fa ben sperare.

Staremo a vedere come andrà, se “Steppin’ On Water” avrà un buon riscontro di pubblico e critica, se Elisa riuscirà ad abbattere il muro che sbarra la strada a molti artisti nostrani che tentano di sbarcare negli Stati Uniti.
E’ anche vero che, una volta conosciuti, gli americani hanno dimostrato di amare e quasi adorare all’idolatria i nostri cantanti ed Andrea Bocelli ne è l’esempio ultimo in ordine di tempo.
Auguriamo la stessa sorte ad Elisa a Gennaio 2012.

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Rispondi

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi