News enrico-ruggeri-pasquale-quaranta

Pubblicato il agosto 31st, 2016 | da Stefano Pellone

0

Enrico Ruggeri fa aprire il suo concerto ad un cantante incontrato in pizzeria

L’istrionico cantante italiano Enrico Ruggeri ci ha abituato da tempo ad uscite e comportamenti che non seguono per niente le inossidabili regole dello star system musicale. E anche stavolta non ci ha deluso.

Poco prima del suo concerto a Presicce, località in provincia di Lecce, Ruggeri si ferma a mangiare in un ristorante e qui nota un giovane artista pugliese, Pasquale Quaranta, in arte P40. Il cantante si sta esibendo nel ristorante dove sta cenando la rockstar e attrae la sua attenzione con il suo atteggiamento, come lui stesso racconta all’AdnKronos: “Ero al ristorante prima del concerto e ho sentito un ragazzo che cantava con la chitarra girando tra i tavoli. Mi è sembrato molto bravo e ho deciso di dargli una chance: gli ho chiesto di aprire il concerto che stavo per andare a fare. La sua gioia mi ha commosso.”

enrico-ruggeri-pasquale-quaranta

Quaranta quindi nel giro della stessa serata si è trovato catapultato dal ristorante in cui si esibiva al palco di Presicce dove ad attenderlo c’erano oltre 10mila persone: un’occasione che capita forse una sola volta nella vita di un musicista ma che, stando a quanto scrive lo stesso Ruggeri, è stata affrontata benissimo da P40: “Il concerto si apre con un ragazzo che suonava tra i tavoli al ristorante: decido di farlo salire sul palco…non ci crede…poi affronta i 10mila di Presicce. Tutto ok, duetto con Franco Simone (mitico), poi con una ragazza giovanissima, Alessia, in un crescendo di emozioni forti con un pubblico che ci trascina verso un finale a pieni giri!! Il Salento C’É!!!!”

Nella stessa serata Ruggeri ha ospitato sul palco un’altra giovane emergente, Alessia, che lo ha ringraziato tra i commenti del post: questo è un bel gesto da parte di un’artista che ha sempre dimostrato la massima apertura verso i nuovi talenti (sconosciuti) italiani in un paese che spesso soffoca le proprie promesse senza concedere loro la possibilità di esprimersi o di vivere momenti di mecenatismo come questi (mi viene in mente per esempio la collaborazione tra i Negrita e Il Cile). Un gesto da emulare, se possibile.

Tags: ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi