In queste ore si sta diffondendo la notizia di un’altra mostra dav..." /> Esposizione sui Beatles a Londra | MelodicaMente

News E3 Gaming Conference Held In Los Angeles

Pubblicato il settembre 6th, 2011 | da Greta C

0

Esposizione sui Beatles a Londra

In queste ore si sta diffondendo la notizia di un’altra mostra davvero interessante che, anche in questo caso, avrà come location lo stato britannico. Dopo aver annunciato che a fine mese verrà inaugurata una particolare mostra sui Nirvana, a Londra, lo showbiz musicale, da alcune ore, ha fatto circolare le voci di un’esposizione sui Beatles.

La location adibita per l’evento sarà il Cavern Club di Londra, recentemente rifatto, che vuole rendere omaggio all’ultima esibizione dei Beatles. La statunitense Shannon MacDonald ha realizzato il lavoro che successivamente è stato insignito del  “the world’s greatest Beatles artist” da un vecchio sindaco di Liverpool.

L’opera è stata realizzata in gran parte in USA, in particolar modo nel New Jersey dove Shannon MacDonald abita ed intitolata “Topeprmost of the poppermost”. L’opera si compone di quattro pannelli dedicati ciascuno ad un componente dei Beatles. L’effetto è molto particolare per la tecnica utilizzata dall’artista; sebbene le immagini siano dipinte, la MacDonald ha utilizzato degli airbrush ed un cancellatore elettrico per rendere i dipinti più fotografici. Oltre che un talento d’artista Shannon MacDonald mostra anche un talento musicale. Le sue creazioni sono molto amate dai vip, in particolar modo da Sylvester Stallone che ha voluto ornare la propria casa delle opere di Shannon.

E3 Gaming Conference Held In Los Angeles

© Kevork Djansezian/Getty Images

Paul McCartney e Ringo Starr

Purtroppo, al momento non si conosce ancora una data d’esposizione e neppure altri dettagli aggiuntivi ma, presumibilmente essa verrà allestita nei prossimi mesi, quindi, avremo ancora modo di parlarne in seguito. Concludiamo l’articolo parlando di John Lennon e dell’asta realizzata in suo onore. Yoko Ono, vedova di Lennon, ha autorizzato la pubblicazione di molte lettere ancora inedite scritte dal marito. L’artista, infatti, è risaputo che fu un catalizzatore d’idee e molte fotografie lo ritraggono mentre mette per iscritto i suoi pensieri.

A quanto il biografo ufficiale dei Beatles e la stessa Yoko Ono dicono, John Lennon nutriva una grande passione per la corrispondenza, infatti scriveva continuamente lettere, biglietti d’auguri o semplici omaggi. Hunter Davies, questo il nome del biografo dei Fab Four, si occuperà della cura dell’antologia e, proprio in questi mesi, sta lavorando con una ricerca certosina dei prodotti autentici scritti da John Lennon.

Hunter Davies ha finora rintracciato più di duecento opere che, verranno analizzate e pubblicate in ordine cronologico. Davies, ai microfoni inglesi ha messo a disposizione anche un indirizzo email al quale rivolgersi per eventuali prodotti originali di John Lennon. Il biografo è stato davvero molto sincero, infatti, ha spiegato che le lettere non contengono nessuna rivelazione straordinaria ma sanno regalare uno spaccato di vita davvero molto interessante di John Lennon. Le parole, i racconti di vita quotidiana nonché i momenti descritti da Lennon hanno la capacità, a detta di Davies, di aprire una finestra nella vita e nell’humor del componente dei Beatles.

Ecco le parole di Hunter Davies a riguardo: “la peculiarità di John Lennon non era necessariamente quella di andare al pianoforte o di imbracciare una chitarra, quanto piuttosto di prendere in mano la penna: quando scriveva una lettera o una cartolina a qualcuno, la prendeva come una sfida a scrivere qualcosa di unico che potesse divertirli”.

Intanto, proprio in questi giorni a New York vi è una mostra davvero molto illuminante sempre su Beatles, di foto realizzate da Astrid Kirchherr che ritrae i Fab Four a Tenerife. Le foto possono essere visionate anche sul sito internet della fotografa “Astrid Kirchher – Foto Beatles” e, appaiono davvero molto interessanti in quanto regalano uno stralcio di vita comune e rilassata dei Beatles. Il successo della formazione era ancora a livelli iniziali e, nessuno, avrebbe mai creduto che, negli anni seguenti i Beatles sarebbero divenuti  delle vere e proprie leggende. Le fotografie verranno messe all’asta il 24 e il 25 Settembre, a New York, in un archivio che contiene anche negativi ed originali di circa 600 fotografie, incluse proprio le immagini di Tenerife di cui vi abbiamo appena menzionato.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi