Recensioni Example - Playing in the Shadows - Artwork

Pubblicato il novembre 27th, 2011 | da catapulta

0

Example: ” Playing in the Shadows. La recensione

Non lasciatevi ingannare: Example altro non è che è il nome d’arte dell’inglese Elliot John Gleave. Da un anno a questa parte questo incrocio fra rapper e cantante sta letteralmente dilagando nel mondo della musica dance. “Playing in the Shadows” è il suo terzo album, e sta mietendo una serie di singoli che ancora non sappiamo se sia finita o debba continuare. Primo su tutti “Changed the Way You Kiss Me“, che è comparso per la prima volta a marzo di quest’anno, e si è impadronito delle classifiche britanniche e australiane. In Italia questo singolo ha cominciato a essere suonato solo negli ultimi mesi, anche se chi frequenta le piste da ballo avrà avuto modo di scandire più volte la frase del titolo. L’album, uscito a settembre, può vantare la collaborazione con affermatissimi nomi della dance music, come FaithlessMichael Woods, Laidback Luke, Dirty South, Funkagenda, Tom Neville e con dj provenienti da ambienti più “duri”, come Nero, Chase & Status, Skream, Feed, esponenti del crescente genere dubstep.

Example - Playing in the Shadows - Artwork

Example, “Playing in the Shadows”. Le Tracce

Ad aprire quest’album dal titolo un po’ oscuro ci pensa la ottimistica “Skies Don’t Lie“. Coadiuvato dal suono in fermentazione di Funkagenda, Example mette su una traccia a velocità controllata, ma già in tensione, ottima per fare entrare a poco a poco l’ascoltatore nel mood dell’autore. Detto questo, arriva “Stay Awake“, che con un ritmo serrato sembra celebrare uno sfogo maturo delle giovani generazioni. Il sound stavolta è guidato dai, sempre più in voga, Nero, che qui si lasciano andare al proprio lato melodico, senza dimenticare di inserire qualche effetto in stile dubstep e dare al tutto un ritmo incalzante. La traccia numero 3 è il biglietto da visita del 2011 di Example: “Changed the Way You Kiss Me” è una di quelle canzoni pensate per la radio, ma che diventa un successo nelle discoteche, grazie al perfetto connubio tra testo e musica. A metterci lo zampino è l’esperto dj britannico Michael Woods, molto fervido quando si tratta di musica da club. Ma l’idea vincente del pezzo è forse il percorso tracciato dal testo, la storia di un ragazzo che dice che non ha mai avuto paura di niente: di volare, di combattere, persino di morire non si è mai preoccupato. Però, quando s’accorge che la ragazza “ha cambiato il modo in cui lo bacia”…lo prende un misto di terrore e rabbia, che si riversa nella musica e dà vita al brano.

Il pezzo successivo è frutto della collaborazione coi leggendari Faithless, ai quali, come a Example, piace l’accoppiata rap – musica dance. A “The Way” donano un ritmo sornione e qualche effetto che fa ricordare la loro “Tweak Your Nipple” del 2010. “Natural Disaster” è un altro singolo fortunato dell’album, estratto ad ottobre, che sta passando in radio anche qui in Italia e ha riscosso molto successo nelle classifiche dance. Pure stavolta il merito è in parte da attribuire a un dj consolidato nel genere progressive-electro house: Laidback Luke. Riprendendo il filo del discorso da “Changed the Way You Kiss Me“, Example sembra rivolgersi alla suddetta ragazza, invitandola a lasciare da parte questo “disastro” e a pensare che “bisogna essere felici in fin dei conti”. Il tutto condito da malinconia, fremiti e una forte risoluzione a passare oltre, sviluppata dal rap deciso e dai sapienti effetti del dj olandese. In “Never Had a Day” assistiamo a una collaborazione con i DC Breaks in pieno stile drum and bass, che accompagnano Example anche vocalmente. Nel pezzo successivo i ritmi si smorzano un pochino per dare vita a una tenera dichiarazione d’amore e di fiducia: “Microphone“, alla quale partecipano i sorprendenti Brookes Brothers. Sorprendenti, perché, pur essendo noti per appartenere anch’essi al genere drum and bass, in questo brano di drum and bass ne sfornano davvero poca.

Dopo la tenerezza, è il momento del brano che dà il titolo all’album “Playing in the Shadows“: sembra inizialmente una canzone cupa, con un ritmo allentato e un giro di chitarra vigilante. Ma a metà traccia la fosca confessione “I’m playing in the shadows all night long…You’ll find me in the shadows” assume un senso più luminoso, quasi di rivalsa, e il ritmo, così come l’atmosfera musicale, cambia, fino ad arrivare a un insieme che tocca i limiti del genere dubstep. L’apporto dato dai Chase & Status in questo pezzo è geniale e il risultato è degno di essere il titolo dell’album. “Midnight Run” è il prossimo singolo in uscita per Example, che qui collabora con Feed, per una canzone molto orecchiabile e con bassi importanti.

Supportato da Skream, il singolo “Under the Influence“, è la conferma che l’album ha decisamente un sapore che va oltre la musica dance, sfociando spesso in drum and bass e dubstep. E lo stesso vale per l’elettronicissima “Wrong in the Head“, manomessa dal navigato Tom Neville. L’ultimo pezzo, invece, riprende l’atmosfera placida di “Microphone” e sembra voler abbandonare il mondo di ombre che ha contornato l’album. A dare man forte a Example è un altro nome che viene dal mondo progressive house: Dirty South. Se però scaricate l’album su iTunes avrete diritto a qualche traccia bonus, come “Plastic Smile“, prodotta insieme ai brasiliani Felguk, “Shot Yourself in the Foot Again“, dove si ripresenta, più cattivo che mai, Skream, e un remix di “Changed the Way You Kiss Me“, a cura dello scatenato Friction. Forse queste produzioni erano eccessivamente elettroniche, e per questo sono state escluse dall’album.

Example

Example, classe ’82, aveva esordito nel 2007 con un album passato inosservato, “What We Made“. Tre anni dopo, nel 2010, si è fatto notare alla grande con la sua seconda creazione, “Won’t Go Quietly“, dal quale sono stati estratti ben 5 brani. Già in questo lavoro partecipano nomi di grande calibro della musica da club: Calvin Harris, Funkagenda, Subfocus, Don Diablo, Chase & Status. In Italia probabilmente avrete avuto la fortuna di ascoltare il singolo “Won’t Go Quietly“, che dà il titolo all’album: un pezzo che riassume il concetto di Example, ossia rap, musica dance e via andare!

Example sta già lavorando alla sua prossima opera. Intanto state pronti per il quarto singolo estratto dall’album, “Midnight Run“, che vede il video della traccia girato in Islanda. Uscita prevista per il 4 dicembre.

6.5/10

Example: " Playing in the Shadows. La recensione, reviewed by catapulta on 2011-11-27T13:57:43+00:00 rating 6.5 out of 10

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi