Avete mai provato ad immaginare come sarebbe un gruppo formato dai ..." /> Fear And the Nervous System, un supergruppo che farà molto parlare | MelodicaMente

News James Shaffer

Pubblicato il luglio 4th, 2011 | da Greta C

0

Fear And the Nervous System, un supergruppo che farà molto parlare

Avete mai provato ad immaginare come sarebbe un gruppo formato dai  componenti di alcune delle band più famose al mondo? Forse non dovrete aspettare molto per scoprirlo. E’ stato infatti da poco rilasciato sul sito ufficiale del gruppo, il singolo “Choking Victim“, che segna il debutto del progetto “Fear And The Nervous System”.

Più che il nome di una band sembra il nome di un progett culturale oltre che musicale: e proprio così  è  stato definito dai componenti della band. Un progetto di cui si sa ancora poco ma per il quale le attese sono già alte per i numerosi fan del genere ma anche per i semplici curiosi.

Iniziamo dai pochi dettagli certi rilasciati dai “Fear And The Nervous System“. Innanzitutto la loro musica sarà un industrial rock sperimentale e subito viene spontaneo chiedersi che cosa ci possa essere di sperimentale nel 2011 ma, mai disperare e soprattutto sempre mantenere fiducia quando i nomi parlano da soli.

Chi saranno i membri dei “Fear And The Nervous System“? Mistero subito svelato: James Shaffer dei Korn, Steve Krolikowski dei Repeater, il batterista Brooks Wackerman proveniente dai Bad Religion e Billy Gould militante nei Faith No More. La band, inoltre, vedrà anche la partecipazione di Leopold Ross e Zach Baird.

 

James Shaffer | © Ethan Miller/Getty Images

Qualche nota riguardo ai gruppi di provenienza: i Korn con il loro nu metal hanno saputo conquistare una parte di fan molto cospicua; proprio recentemente la formazione statunitense si è esibita all’Ippodromo delle Capannelle in uno show definito semplicemente fantastico dai fan. I Repeater, provenienti dalla California, hanno attinto largamente al sound dei Joy Divisione e soprattutto dei New Order, creando una dimensione, ancora, in via di scoperta. Per quanto riguarda i Bad Religion, non c’è molto d’aggiungere a quanto di loro già si sa:  Brooks Wackerman è entrato relativamente tardi nella formazione mentre e in passato ha  anche collaborato con i Korn.

I Faith No More, conosciuti globalmente per la splendida “Epic” , hanno, nel tempo, unito una varietà di generi musicali in grado di amalgamarsi alla perfezione creando quel sound inconfondibile che negli anni ’90 ha permesso al gruppo di diventare un emblema all’interno del panorama musicale. Per quanto riguarda il produttore inglese Leopold Ross, come già annunciato dallo stesso James Shaffer, avrà un ruolo di mixaggio, programmazione e sarà il co-produttore del disco in uscita. Interessante scoprire anche il ruolo riservato a Zach Baird che in passato ha già collaborato con i Korn e con moltissime altre band fra cui ricordiamo i Nine Inch Nails.

Il progetto sembrerebbe essere nato dalla mente del chitarrista dei Korn, James Shaffer che in un’intervista ha spiegato la necessità di volersi esprimere al meglio delle proprie possibilità. Il progetto, infatti, vuole essere un organico che permetta ai singoli membri di ricercare strade, magari messe in disparte, nelle rispettive formazioni.

Le parole di James Shaffer sono apparse leggermente in antitesi con il pensiero dei Korn anche se non sembra che il chitarrista sia intenzionato a fare polemica. Astutamente, incalzato da domande che miravano a scoprire meglio l’entità del progetto e soprattutto la volontà, ancora da verificare, di allontanarsi dalla band d’origine, James Shaffer ha portato tutta l’attenzione sul progetto “Fear And The Nervous System“.

Di certo, la curiosità verso questa nuova creazione che presumibilmente rilascerà l’album di debutto in autunno o al massimo in inverno, è davvero molta. Come abbiamo vi abbiamo precedentemente accennato, infatti, la band ha fatto sapere la propria esistenza solo alcune ore fa con il lancio in streaming del brano “Choking Victim“.

Infine, una piccola chicca: pare che l’illustrazione che sarà la cover del disco potrebbe essere opera di Wes Borland, storico chitarrista dei Limp Bizkit.

Una formazione dunque con grandissimi nomi che non hanno di certo bisogno di presentazioni ma che dovranno dimostrare il proprio potenziale come gruppo.

 

Tags: , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi