John Giddings, organizzatore del festival dell’Is..." /> La maggior parte dei Festival UK sono in grave pericolo | MelodicaMente

News Beyoncé - Glastonbury

Pubblicato il agosto 10th, 2011 | da Greta C

0

La maggior parte dei Festival UK sono in grave pericolo

John Giddings, organizzatore del festival dell’Isola di Wight, parlando della situazione attuale del mercato discografico ha rivelato che in Inghilterra vi sono troppi festival musicali e, l’anno prossimo, almeno la metà saranno cancellati.

La notizia non ha di certo fatto piacere agli amanti dei festival estivi che hanno sempre eletto la Gran Bretagna come uno dei paradisi per i concerti. Il numero dei festival, manifestazioni e apparizioni musicali varie è davvero molto elevato e, quest’anno molti di essi sono stati spostati all’anno prossimo.

Ecco quali sono state le parole di John Giddings: “Ci sono veramente troppi eventi nel Regno Unito, ed è impossibile che possano sopravvivere tutti. Il mercato è saturo. Non credo che assisteremo a qualche morto eccellente, credo che a sparire saranno i festival piccoli”. Un’altra voce importante come quella di Melvin Benn, direttore di festival come il Reading e il Leeds ha sostenuto il pensiero di Giddings, rincarando la dose: “Penso che finiremo con l’avere meno festival a causa della situazione economica. Però credo anche che, sebbene con meno eventi, avremo sempre un ricchissimo ambiente festivaliero”.

Beyoncé - Glastonbury | © Ian Gavan/Getty Images

Solo qualche tempo fa Micheal Eavis, il personaggio che da sempre cura il Glastonbury ha infatti dichiarato che esso era orientato verso ad una chiusura. Eavis, infatti, aveva davvero sorpreso dicendo che i fan della musica si stanno sempre più stufando e anche i festival sono in declino. Eavis aveva precisato che secondo lui solo in parte ciò è dipendente alla crisi economica ma molto dipende dalla sensazione generale. Il pubblico è sempre più convinto di aver visto tutto e di non avere quindi nuove emozioni da provare. Eavis, che da anni cura il festival insieme alla figlia ha detto che probabilmente il Glastonbury proseguirà per altri tre, massimo quattro anni.

Proprio a riguardo ricordiamo che il Glastonbury è un festival di musica e di arte con proporzioni davvero stratosferiche. L’edizione di quest’anno si è già svolta fra il 22 e il 26 giugno e, i 130.000 biglietti disponibili sono stati esauriti solo dopo quattro ore dall’inizio della vendita, il 3 ottobre 2010. Gli artisti principali che hanno partecipato all’evento di quest’anno sono stati gli U2, i Coldplay, Beyoncé, Morrisey, Paolo Nutini, the Chemical Brothers, The Kills, Radiohead, Battles e molti altri.

L’edizione 2012 del Glastonbury non si terrà per motivi ancora da spiegare. Il patron della manifestazione, infatti, Micheal Eavis, professione agricoltore, è un personaggio davvero particolare, infatti ogni tanto fa saltare un’edizione della manifestazione rock più grande al mondo per far riposare i terreni. Il motivo dell’assenza del Glastonbury nel 2012 è stata spiegata però con una motivazione ancora più bizzarra: a Londra nel 2012 ci saranno le Olimpiadi e le aziende che forniscono i WC portatili sembrerebbero aver già detto a Eavis che il prezzo sarà addirittura triplicato. Piuttosto che far pagare un biglietto ad un prezzo allucinante, Micheal Eavis ha scelto di annullare l’edizione 2012 concentrandosi già sulla line up del 2013. Si può dire davvero in anticipo sui tempi.

Un altro problema legato alla manifestazione nel 2012 sembrerebbe aver riguardato la polizia. Gli agenti presenti al Glastonbury sembrerebbe infatti essere circa 600 e quel personale sono richiesti invece durante gli Olimpiadi.

I biglietti del 2013 sono già in vendita e la line up è però tutta ancora da definire. Quale artista potrebbe assicurare la sua presenza a quasi due anni di distanza?

 

© Simone Joyner/Getty Images

Ritorniamo però a parlare dei festival a rischio: uno dei più probabili sembrerebbe essere il Festival di Reading, insieme al suo gemello a Leeds. I festival infatti hanno la particolarità di condividere la maggior parte degli ospiti vista la poca distanza fra le due cittadine inglesi. Inoltre entrambi si tengono nello stesso periodo, circa intorno all’ultima settimana di agosto.

Per l’edizione di quest’anno, che si terrà dal 26 al 28 agosto i nomi sono davvero molto importanti: Muse, The Strokes e My Chemical Romance. In particolar modo sarà interessante vedere i Muse alle prese con un nuovo live visto la mancanza di pezzi inediti della band attualmente e i The Strokes, dopo la prova non brillantissima al Festival di Benicassim.

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi