Senza Paura Tour..." /> Giorgia a Padova "legati come nodi di un libero infinito " | MelodicaMente

Reportage Giorgia@Padova

Pubblicato il dicembre 19th, 2014 | da Mimmo Lamacchia

0

Giorgia a Padova “legati come nodi di un libero infinito “

Giovedi 18 dicembre è approdato al Gran Teatro Geox di Padova il “Senza Paura Tour” di Giorgia, tournèe di sole cinque date speciali prima delle festività Natalizie.

La serata organizzata dalla Zed in collaborazione con Live Nation ha visto la partecipazione massiccia di pubblico che ha riempito in ogni ordine di posto il Gran Teatro.  L’arrivo di Giorgia a Padova è sempre un evento particolare e molto sentito anche dall’artista romana, che è legata al Veneto. “Sono molto affezionata a questa terra“, dice Giorgia, “qui doveva nascere mio figlio, lui non si decideva e alla fine non so per quale motivo son tornata a Roma e ho partorito li“.

Intorno alle 21,45 si spengono le luci e ha inizio il concerto. Giorgia al buio fa il suo ingresso in scena, luminosa sia nell’abito dorato che nel suo inconfondibile e radioso sorriso. Comincia la sua esibizione con il brano “La mia Stanza” in un’ipotetica stanza tra giochi di luce e raggi laser, seguono i brani “Avrò cura di te” e Nessun Dolore“.

Giorgia@Padova

Dopo questi pezzi iniziali, si sofferma a parlare un bel pò con il suo pubblico, salutando i presenti e ringraziandoli per tutto l’affetto che qui a Padova le arriva in modo particolare. “Mi avete sempre supportato o sopportato, scherza Giorgia, tra le risate del pubblico, sta di fatto che da oltre vent’anni , siete voi che comprate i miei dischi, siete voi che mi supportate sempre”.

Giorgia si emoziona quando delle bambine accompagnate dalle mamme si avvicinano al palco e le regalano una rosa, e lei felice le fa salire su per abbracciarle, regalarle un bacio e ringraziarle con il cuore.

Il concerto continua con “I will pray(pregherò)” e “Gocce di Memoria” e su il megaschermo immagini e una pioggia tridimensionale tra giochi di luci come gocce di ricordi.

Tra i momenti più emozionanti della serata quando la cantante scende tra il pubblico per raggiungere un piccolo palchetto in fondo al parterre per cantare un medley. E come una di noi, Giorgia lungo il percorso si lascia abbracciare, fotografare, e tende la mano a tutti emozionandosi quando i bambini le vogliono dare un bacio,  dimostrando  una disponibilità e una sensibilità unica. Sembrava di essere a una festa tra amici e non a un concerto.

Raggiunto il palchetto, inizia un medley di brani “Strano il mio destino”, “Come Thelma e Luise”, “Tra dire e fare“, “Parlo con Te“, cantando avvolta dal calore dei fan.  Vicino a lei c’è anche Aba la finalista padovana di X Factor,  alla quale Giorgia dice “smettila di comprare i biglietti dei miei concerti, tu devi telefonarmi“.

Subito dopo si torna sul palco dove ad accompagnare la cantante romana ci sono Sonny T. al basso, Giorgio Secco alla chitarra, Gianluca Ballarin alle tastiere, Claudio Storniolo al piano e Mylious Johnson alla batteria.

Seguono in ordine sparso i brani come ” Quando una stella muore”,  “Grazie a te”, “Non mi ami”, “Di sole e d’azzurro”, “Marzo,  ” E poi”, “Per fare a meno di te”, “Vivi davvero” e tanti altri.

Giorgia sul palco si muove con naturalezza e disinvoltura, tra un cambio di vestito e l’altro, passando da brani melodici a pezzi ritmati, invitando anche la gente ad alzarsi in piedi per ballare come sul brano “Tu mi porti su” dove tutto il pubblico ha ballato e cantato in coro dalla prima all’ultima nota.

Il concerto si articola su una scaletta che ripercorre i venti anni di carriera dell’artista tra i suoi maggiori successi e i brani del suo ultimo album “Senza Paura”.

Giorgia ancora una volta ha rapito e conquistato il pubblico non solo con la sua voce e le sue estensioni vocali, ma anche con la sua innata simpatia, con la sua dolcezza, e con la sua grande umiltà.

Più di due ore di concerto con il pubblico che ha partecipato con entusiasmo, carica e passione e un’artista che ha saputo far cantare, emozionare e divertire tutti i presenti.

A fine spettacolo tutti in piedi salutano e applaudono Giorgia ringraziandola per la meravigliosa serata trasformatasi in una grande festa a pochi giorni dal Natale.

Pian piano la gente va via con il sorriso e la voglia di vivere ed emozionarsi ancora grazie alla carica di vitalità e di energia che la stessa Giorgia con la sua musica e umanità è riuscita a trasmettere.

A fine concerto il tweet a caldo di Giorgia:  Grazie Padova, ci siamo legati come nodi di un libero infinito

 

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi