News Mad Sin

Pubblicato il maggio 5th, 2011 | da Stefano Pellone

0

I Mad Sin in concerto in Italia

I Mad Sin, degni rappresentanti del genere psychobilly (stile che prende ispirazione dal punk dei tardi anni 70 e il rockabilly americano degli anni 50, ma anche – recentemente – dal metal, country e garage rock), sono pronti per sbarcare in Italia.

Il gruppo tedesco (formato da Koefte De Ville alla voce, da Valle al basso e alle voci, da Stein AKA “Dr. Solido” alla chitarra, da Andy Laaf alla batteria e da Matt Vüdü alla chitarra) è ormai considerato oramai una vera e propria band di culto, paragonabile a grandi come The Meteors, Demented Are Go e Guana Batz: la loro miscela di rockabilly, punk rock, white trash e follia rende i loro spettacoli dal vivo energetici, esplosivi ed esilaranti.
E tutto questo lo potrete verificare di persona nelle tre date che i Mad Sin hanno in programma per il loro tour in Italia: il 5 maggio al Circolo Magnolia di Milano, il 6 maggio al Deposito Giordani di Pordenone e il 7 maggio al Blogos di Casalecchio di Reno (BO).
I Mad Sin sono nati in Germania nel 1987, prendendo ispirazione da un certo background, fatto di horror punk e di film horror di serie B, ma si sono subito differenziati dagli altri gruppi appartenenti al genere psychobilly per il loro lato marcatamente teatrale, per la totale assenza nei testi di riferimenti psycho-horror, e soprattutto per la loro miscela sonora molto basata sul blues e sul punk.
Il fulcro dei Mad Sin è il loro fondatore, Koefte De Ville, il quale, insieme al chitarrista Stein e al bassista Holly comincia nel 1987 a suonare nei dintorni di Berlino e in qualche supermarket, racimolando qualche soldo soprattutto dai turisti: da allora i Mad Sin hanno portato in giro costantemente il repertorio punk rock & blues producendo alcuni ottimi dischi, tra cui “Chills &Thrills In A Dram Of Mad Sin & Mistery” nel 1988, “Distorted Dimension” nel 1990, “Amphigory” nel 1991, “Break The Rules” nel 1992 e “A Ticket Into The Underworld” nel 1993.
Il successo dei Mad Sin non è solo locale: la band, infatti, raccoglie consensi anche all’estero, specialmente in Olanda dove, insieme all’etichetta indipendente Count Orlock realizzerà nel 1996 “God Save The Sin“, album che gli porterà grande notorietà nel movimento psychobilly. Nel 1998, sulla scia di un successo sempre più crescente, i Mad Sin firmano con la major label Polydor con la quale incidono “Sweet And Innocent?…Loud And Dirty!“.
Dopo alcuni anni in cui i membri dei Mad Sin si sono dedicati alle carriere soliste, la band si riunisce nel 2002 per incidere “Survivor Of The Sickest“, distribuito dall’etichetta tedesca People Like You Records e seguito da un tour mondiale. Nel 2005, dopo circa un anno di lavoro, esce l’album “Dead Moon’s Calling“, disco che vede la partecipazione di guest come Lars Frederiksen dei Rancid e Patricia degli Horror Pops. La band nel 2009 subisce alcuni tragici avvenimenti ma riesce a resistere e nell’aprile 2010 pubblica, sempre per la People Like You Records, il loro più recente album (l’11esimo se non si contano raccolte e live), intitolato “Burn And Rise“, anticipato dal singolo “Cursed“.
Non vi resta che vederli dal vivo: lo spettacolo è assicurato.

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi