Classifiche Gibson

Pubblicato il marzo 18th, 2011 | da Vittoria Borgese

0

I migliori 50 brani metal secondo Gibson

Il sito Gibson.com, della nota azienda statunitense del settore musicale specializzata nella costruzione di chitarre  e bassi, ha pubblicato, con scadenza giornaliera, nel corso della settimana i risultati di un sondaggio rivolto ai suoi editori, scrittori e soprattutto  lettori che hanno scelto le migliori 50 canzoni metal di tutti i tempi.

Motörhead, Van Halen, Judas Priest, Alice In Chains, Kiss, Megadeth, Metallica, Iron Maiden, AC/DC, Black Sabbath : sono questi i nomi dei gruppi che si incontrando scorrendo la lunga classifica che raccoglie i pezzi che di sicuro hanno fatto la storia del metal. E ce n’è per tutti i gusti.

Oggi sono state svelate le prime dieci canzoni: nella posizione più bassa della top ten  si piazza “Breaking the Law” brano del 1980 dei Judas Priest, segue “Hallowed Be Thy Name” degli Iron Maiden e poi via via salendo, i Black Sabbath che entrano in classifica con ben tre brani tra i primi dieci.

Sul gradino più basso del podio si posiziona Ozzy Osbourne con la sua “Crazy Train”, a seguire un altro singolo datato 1980: si tratta di “Ace of Spades” dei Motörhead.

Ma sono i Metallica a conquistare la vetta della classifica con “Master of Puppets”:poderoso singolo di oltre 8 minuti datato 1986 e tratto dall’omonimo album della band statunitense il cui  testo è considerato generalmente come uno spaccato sul tema delle droghe e della dipendenza da esse.

Questa la top ten al completo; a seguire il pezzo dei Metallica, live da  Seattle 1989.

1. “Master of Puppets” Metallica

2. “Ace of Spades” Motörhead

3. “Crazy Train” Ozzy Osbourne

4. “Iron Man” Black Sabbath

5. “The Number of the Beast” Iron Maiden

6. “War Pigs” Black Sabbath

7. “Paranoid” Black Sabbath

8. “One” Metallica

9. “Hallowed Be Thy Name” Iron Maiden

10. “Breaking the Law” Judas Priest

Tags: , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi