News Jeff Hanneman | © Kevin Winter/Getty Images

Pubblicato il maggio 3rd, 2013 | da Angelo Moraca

0

Jeff Hanneman, il lutto che colpisce gli Slayer

Jeff Hanneman è morto alle 11:00 circa ora locale del 2 Maggio scorso: il chitarrista appena 49enne lascia gli Slayer a causa di un’insufficienza epatica dopo una degenza che lo ha costretto al ricovero in ospedale. Padre fondatore degli Slayer, Jeffrey John Hanneman si è spento nel letto della sua casa in California dopo una vita costellata di soddisfazioni e di successi; la triade Slayer-Megadeth-Metallica sono considerati di diritto i padri fondatori dello speed-metal, a ridosso tra gli anni ’70 e la fine degli anni ’80 del secolo scorso, periodo d’oro dell’heavy metal. Il cordoglio di messaggi è stato tempestivo nei social network.

Origini tedesche, classe 1964, la sua infanzia è stata dominata dai prodromi della guerra, eventi che hanno segnato buona parte delle sue produzioni e di quelle del gruppo. Le notizie circa la causa che lo ha portato alla morte al momento non sono pienamente attendibili, si parla addirittura di un morso di ragno velenoso che ha causato una malattia degenerativa del tessuto epidermico, conosciuta dalla medicina come fascite necrotizzante. L’episodio è avvenuto circa due anni fa, un coma profondo seguito dal risveglio che ha lasciato i suoi strascichi, conducendolo alla morte a soli 49 anni.

Jeff Hanneman - © Kevin Winter/Getty Images

Jeff Hanneman – © Kevin Winter/Getty Images

Questo il messaggio della band tramite la pagina ufficiale Facebook:

“Gli Slayer sono addolorati nell’informarvi che il collega e fratello, Jeff Hanneman, è deceduto verso le 11 di questa mattina nella sua casa nel Sud della California. Hanneman era ricoverato in ospedale da quando gli fu diagnosticata un’insufficienza epatica. Lascia la moglie Kathy, la sorella Kathy e i suoi fratelli Michael e Larry. Mancherà a tutti noi. Il nostro fratello Jeff Hanneman, Maggio R.I.P. (1964 – 2013).”

Gli Slayer saranno in Italia il prossimo mese di Giugno per 4 date con Gary Holt che già da due anni sostituiva (seppure temporaneamente) il compianto Hanneman. Nel frattempo da Slash a Dave Mustaine i messaggi di cordoglio non tardano ad arrivare tramite i social network, sancendo un grave lutto per il mondo della musica e, nella fattispecie, per gli amanti del genere.

Tags: ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi