Video Lady GaGa

Pubblicato il settembre 21st, 2010 | da Luisa Fazzito

1

Lady Gaga: comizio per difendere i soldati gay

Lady GaGa da sempre ha lottato contro la discriminazione verso gli omosessuali ed è quello che ha continuato a fare presentandosi a Portland, nel Maine per propestare contro la contestata legge del Senato “Don’t Ask Don’t Tell” appoggiando la causa dei soldati gay USA ai quali è concesso di arruolarsi nell’esercito a patto di tenere segreta la loro omosessualità.


L’eguaglianza è il pilastro dell’America” – ha ribadito Germanotta durante il discorso davanti le centinaia di persone presenti – “Sono qui  per essere una voce per la mia generazione. Non è la voce della generazione dei senatori che votano, ma quella dei giovani di questo Paese: la generazione segnata da questa legge”


“E’ una legge che viola le nostre libertà civili –  spiega Lady Gaga  –  E’ una legge iniqua che rende più forte il pregiudizio. Sono qui per chiedere ai senatori di abrogarla e di combattere l’ostruzionismo del senatore McCain. Sono 14mila gli americani congedati dalle forze armate a causa di questa legge. E 400 i soldati sotto l’amministrazione del presidente Obama

In America è già scoppiato il dibattito polico a causo del discorso di Lady GaGa che a seguire vi invitiamo ad ascoltare.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



One Response to Lady Gaga: comizio per difendere i soldati gay

  1. Pingback: Lady Gaga scatena la polemica: comizio per difendere i soldati gay (video) | Forbiciate

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi