News

Pubblicato il ottobre 5th, 2011 | da Chiara B

0

Lady Gaga portavoce dei gay, parola di Barack Obama

E fu così che Lady Gaga tornò a far parlare di sè. Ma stavolta lei ha combinato poco o nulla, sotto l’occhio attento dei media è stata trascinata da niente  meno che il presidente degli Stati Uniti d’America, Barack Obama. Periodo nero per l’inquilino più importante della Casa Bianca, la crisi economica da un lato e le riforme liberali che sta cercando di promuovere dall’altro, contribuiscono a far crollare ogni giorno di più i consensi del popolo che pochi anni fa lo ha eletto. Gli americani si aspettavano una ventata d’aria nuova nel paese da lui, credevano che una volta salito al potere avrebbe rivoluzionato tutto, ma anche Obama è umano, ha i suoi limiti e i suoi problemi. Arriviamo quindi a questo momento, in cui i sondaggi popolari rilevano valori minimi storici di consenso per l’ex governatore hawaiiano. Ma in tutto questo cosa c’entra Lady Gaga? Ebbene, il bel presidente ha ben pensato di recuperare terreno e sostegno puntando sulla comunità gay americana, che dopo Barbra Straisand pare abbia eletto la cantante dai mille scandali come sua icona.

© Jason Merritt/Getty Images

Lady Gaga in versione Joe Calderone

Alla conferenza annuale della Human Rights Campaign, una delle organizzazioni gay più grandi d’America, Mr. President ha raccontato di un suo “colloquio  bilaterale”, come lo ha lui stesso definito, con la Raffaella Carrà d’oltreoceano. A parte un primo momento di timore suscitato dai tacchi vertiginosi della cantante (che sarà quindi riuscita a raggiungere l’impressionante altezza di 1.50m e a sfiorare il gomito di Obama), una bella stretta di mano in stile Ringo-boys e poi via a dialogare di cose serie, serissime. Hanno discusso dei diritti dei gay, della vergogna che la società li costringe a provare soprattutto quando sono vestiti da una alta uniforme militare, di come sia giusto promuovere il matrimonio tra persone del medesimo sesso allo stesso livello di quelli eterosessuali. Obama appoggia le idee di Lady Gaga e senza troppi filtri si espone a forti critiche da gran parte della società americana. Liberali o democratici, certi pregiudizi e l’ottusità mentale vanno ben oltre gli opposti schieramenti politici. Barack Obama, però, ci crede o per lo meno trova conveniente crederci, in vista delle elezioni del 2012. La sua ormai amica del cuore Gaga lo appoggia e lui la proclama “leader della comunità gay”. Un binomio, quello musica – politica, che spesso e volentieri negli ultimi anni è balzato agli onori delle cronache soprattutto nel periodo pre-elettorale. Lo stesso Obama ebbe un parterre di stelle non solo americane ma anche europee (uno su tutti l’Irlandese Bono Vox) a mietere voti per lui. La politica è cosa seria e da furbi e noi italiani lo sappiamo bene, ma anche il presidente degli Stati Uniti con Lady Gaga non è stato di certo da meno.

Tags:


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi