Reportage Laura Pausini -  The Greatest hits world tour - Arena di Verona

Pubblicato il maggio 5th, 2014 | da Mimmo Lamacchia

0

Laura Pausini immensa all’Arena di Verona

Venerdi 2 maggio lo scenario suggestivo dell’Arena di Verona, strapieno di gente ha fatto da splendida cornice al grande ritorno in Italia di Laura Pausini con il suo “The Greatest hits world tour“.

Una tournée di successo internazionale. organizzata e prodotta  da  F&P Group, che l’ha già vista protagonista nelle tappe sold out al “Madison Square Garden di New York” con Gloria Estefan, Miguel Bosé, Biagio Antonacci, Ivete Sangalo e Il Volo.

Per la prima delle due serate a Verona, in  25 mila hanno sfidato il brutto tempo e la pioggia, riempendo l’Anfiteatro romano. Un riconoscimento di stima e affetto che premia e inorgoglisce la cantante romagnola che con questo tour mondiale festeggia la sua più che ventennale gloriosa carriera.

Per tutte e due le ore di concerto, l’Arena è stata avvolta in qualcosa di magico e particolare. Un concerto racconto, dove la Pausini oltre a coinvolgere i propri fan con le sue meravigliose canzoni, ha anche parlato di se e della sua vita, di tutto quello che in vent’anni la musica e soprattutto il pubblico, le hanno regalato. Lo ha fatto con la sua immensa simpatia e genuinità che da sempre contraddistingue la cantante romagnola.

Intorno alle 21,30,  i musicisti che compongono l’orchestra fanno il loro ingresso sul palco seguiti da Paolo Carta, chitarrista e compagno nella vita di Laura, che come un direttore d’orchestra da il via alla musica. Entrano in scena, la band  e i ballerini, mentre una pedana innalza sul palco Laura Pausini, tra il boato assordante dei fan.

La cantante si presenta al suo pubblico con cappello nero, giacca bianca, e chitarra, eseguendo e cantando “Limpido” il primo della lunga serie di brani presenti in scaletta.

Laura saluta e ringrazia il pubblico,“Buonasera a tutti. Volevo ringraziarvi per essere qui presenti. Quello che sentirete, continua Laura, “è il racconto di una persona semplice come voi, che ha creduto in un sogno, quello di diventare cantante. Non immaginavo di diventare famosa. Facevo pianobar. Ma grazie a voi, sono vent’anni che attraverso le mie canzoni vi racconto dei miei sogni, della mia vita. Un grazie per tutto quello che mi avete regalato. Oggi vi farò scoprire a chi ho dedicato le mie canzoni”.

Laura ricorda che tra pochi giorni compirà 40 anni e confessa che la gioia più grande sarebbe per lei quella di sentirsi cantare “tanti auguri” da sua figlia Paola. Proprio su queste ultime parole, da fuori campo arriva la registrazione audio di  “tanti auguri a te ” cantato da Laura con il sottofondo dei primi vocalizzi della sua piccola. La cantante non riesce a trattenere  l’emozione di gioia che prova nel sentire questo canto, facendola arrivare anche al pubblico in tutto il suo calore e significato.

Il concerto continua con i brani ” Se non te”,  dedicata alla figlioletta Paola, che segue il concerto tra il pubblico dell’arena . Seguono, ” Non ho mai smesso, Benvenuto, Primavera in anticipo. Io canto, Tra te e il mare, She, e tante altre.

Sui maxi schermi passano le immagini dedicati a momenti importanti della vita di Laura, foto in bianco e nero che sembrano incorniciare le canzoni che la cantante dedica alle persone importanti della sua vita.

Tra un brano e l’altro continua a raccontarsi,  parla della sua famiglia e si capisce quanto forte sia il legame che la unisce a loro. Parla della sua esperienza negli stati uniti , parla di esperienze passate,  anche della sua vita sentimentale e soprattutto dei momenti di solitudine, che con voce rotta dichiara di non aver più vissuto, proprio grazie all’affetto del suo pubblico che l’ ha portata sempre più in alto fino a far diventare realtà quel sogno cominciato in un piano bar.

Il concerto ha coinvolto tutto il pubblico, riscaldato dalle canzoni e dalle emozioni di Laura, che è riuscita a trascinare la gente per tutte e due le ore del live, facendola cantare e ballare con lei.

La scaletta ha ripercorso tutta la sua carriera, dalle hit piu famose alla  recentissima “Se Fuè”, ultimo singolo  tratto da “20 The Greatest Hits” ultimo lavoro  pubblicato dalla cantante.

Una serata indimenticabile, ricca di magia che resterà a lungo nei cuori dei presenti che hanno potuto assistere a un concerto particolare e unico, quasi intimo, visto con quanta semplicità e gratitudine Laura si è raccontata  a loro.

La serata si è conclusa con il pubblico tutto in piedi ad omaggiare l’artista che ha salutato e ringraziato tutti con “Ciao Verona” e  si è congedata con  il suo immancabile invito ” Fate l’amore stasera”.

Sabato 3 si replica in Arena, poi Laura sarà a Taormina,  a partire dal 10 maggio, per  quattro serate al Teatro Antico. In occasione dell’ultima serata, quella del 18 maggio la cantante festeggerà i suoi vent’anni di carriera ospitando, Biagio Antonacci, Emma, Fiorella Mannoia , Marco Mengoni e di sicuro non mancheranno altre sorprese.

In quella data, la Pausini,  si misurerà in un doppio ruolo,  quello di cantante e presentatrice. Infatti  la vedremo in Tv, il 20 di maggio  con uno show tutto suo che sarà trasmesso in prima serata su Rai 1 e sarà prodotto da Bibi Ballandi e Ferdinando Salsano, con la collaborazione di Giampiero Solari e la regia di Cristian Biondani.

Per la prima volta, dopo le tappe italiane, Laura volerà in Australia, a Melbourne il 12 giugno e a Sidney il 14 giugno.  Successivamente sbarcherà in Russia, a Mosca il 21 giugno e a San Pietroburgo il 25 giugno, per poi tornare oltre oceano a Los Angeles il 3 ottobre e Las Vegas il 4 ottobre. 

 

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi