Reportage ligabue

Pubblicato il luglio 19th, 2010 | da Rachela Saletta

0

Ligabue: oltre 65mila per il concerto di Milano del 16 luglio

Nel primo dei due concerti milanesi del suo tour il rocker di Correggio nonostante l’afa estiva di questi ultimi giorni che ha messo in ginocchio l’Italia intera, ha fatto giungere da tutte le parti della penisola oltre 65mila fan che hanno ricoperto completamente il prato e gli spalti di Sansiro per acclamare il loro beniamino.

Prima di salire sul palco Ligabue ha dato spazio a tanti artisti emergenti culminati nei Rio, la band di Fabio Mora e del fratello Marco Ligabue che hanno anticipato l’entrata del Liga nazionale che solcato il palco ha aperto il concerto con i tre pezzi iniziali del suo ultimo album, “Arrivederci mostro” per poi continuare con i 25 brani in scaletta regalando ai suoi fan i suoi : “Balliamo sul mondo”, “Bambolina e barracuda”, “Il giorno di dolore che uno ha”,”Certe notti”, “Sulla mia strada”, “Piccola stella senza cielo”, “Marlon Bando è sempre lui”, “A che ora è la fine del mondo”, “Urlando contro il cielo”. Il pubblico ha partecipato allo show cantando tutti i pezzi proposti dall’artista grazie anche ai testi che scorrevano sui video di due megaschermi, allestiti per l’occasione,che portavano tra gli spalti e il prato del Meazza le immagini del palco come se fossero riprese di un videoclip.

Sul palco ad accompagnare Luciano c’erano: Federico Poggipollini alla chitarra, Niccolò Bossini alla chitarra, José Fiorilli alle tastiere, Luciano Luisi tastiere e programmazioni, Michael Urbano alla batteria e Kaveh Rastegar al basso.

Tra le interpretazioni più suggestive del live c’è stata “Piccola stella senza cielo” inserita in una scenografia particolare in cui Liga ha interpretato la canzone avvolto da un cielo stellato e milioni di stelle; mentre sembra essere stato il brano più emozionante della serata”Buonanotte all’Italia” durante l’esibizione del brano f sui megaschermi scorrevano le immagini dei personaggi più rappresentativi della storia del nostro paese da Sofia Loren a Totò, da Marcello Mastroianni a Sandro Pertini, da Mike Bongiorno a Raimondo Vianello a Corrado e ancora Valentino Rossi, Rita Levi Montalcini, Giorgio Gaber, Fabrizio De Andrè, Luigi Tenco, Alberto Sordi e molto altri.

Il rocker dopo aver ringraziato il pubblico ha chiuso il suo live dicendo che il futuro si può vedere in due modi: nero perché nero è il presente oppure lo si può vedere migliore pertanto anche il presente diventa migliore e su questa frase il grande Luciano Ligabue è partito con il brano del ultimo album che ha chiuso la nona notte di magia a San Siro quindi vi dico solo che “Il meglio deve ancora venire” .

Di seguito due momenti salienti della serata:

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi