Reportage US pop star Madonna rides a bicycle on June 16, 2012 in the center of Florence.  AFP PHOTO / Claudio Giovannini        (Photo credit should read CLAUDIO GIOVANNINI/AFP/GettyImages)

Pubblicato il giugno 17th, 2012 | da Greta C

8

Madonna saluta i fan italiani a Firenze con un’ora di ritardo

Il ritardo ormai sembra essere una caratteristica inscindibile da Madonna che, ieri, attesa allo Stadio Franchi è salita sul palco con la sua consueta ora di ritardo. Tutina trasgressiva rigorosamente nera, stivali con tanto di tacco, ecco come si presenta Madonna davanti ai fan fiorentini e non solo; l’orologio segnava già le 22.00 e il pubblico era ormai un fischio continuo. La diva pop propone uno show in linea con quello di Roma e di Milano, la voce non è sicuramente fra le sue caratteristiche chiave così come la sobrietà ma, Madonna è questo, prendere o lasciare. Miss Ciccone sale sul palco accompagnata dal suo solito stuolo di ballerini, proponendo una versione infuocata di “Girl Gone Wild”, seguita da “Revolver” e “Gang Bang” e una scaletta che abbiamo già avuto modo di approfondire.

I fan di Madonna sembrano stupirsi ancora del ritardo di Madonna che, seppur lo show era fissato per le 21.00 è salita sul palco dopo le 22.00; insomma, una ora buona bisogna metterla in preventivo come parte dello show, come parte del biglietto. Una volta salita sul palco, la regina del pop si fa però perdonare immediatamente; chi si aspetta un concerto basato sulla voce, ha sbagliato posto così come pretendere che Madonna canti senza l’uso del playback. Su quel palco, ancora una volta, Madonna più che cantare recita, mette sul palco lo spettacolo del suo ultimo disco e di un MDNA Tour che è studiato nei minimi dettagli.

Madonna

Madonna | © CLAUDIO GIOVANNINI/AFP/GettyImages

I 42mila accorsi a vedere Miss Ciccone hanno lasciato lo Stadio con emozioni contraddittorie, da una parte Madonna è questa, senza possibilità di riscatto, effetti di luce, effetti di coreografie che solo lei può permettersi, uno stuolo di ballerini e di scelte di costumi, balletti, presenza sul palco che, probabilmente, può permettersi solo Madonna; dall’altra parte, anche per Miss Ciccone gli anni continuano a salire e, seppur dimostri sempre una forma invidiabile, tutta muscoli, il MDNA Tour è sicuramente uno show impegnativo. La scaletta procede sulla scia di quella proposta a Milano, di cui abbiamo già avuto modo di parlare.

Prima di abbandonare Firenze, Madonna ieri si è già concessa un bel giro per la splendida cittadina toscana. Intanto, proprio poche ore prima del concerto, parte dello staff di Madonna, circa sette persone, hanno sostato presso un noto locale di Firenze dove hanno consumato alcolici per più di mille euro; il particolare, però, è che lo staff si era dimenticato di pagare il proprietario del locale che è dovuto andare a bussare per chiedere il compenso che gli aspettava. Ancora una volta manie da star anche per il seguito di Madonna?

Intanto la diva è stata ripresa mentre scorrazzava per le vie fiorentine in bicicletta, tutta e cappellino calato sul viso con tanto di megaocchialoni se non fosse che la tuta era di un rosa shocking e, quindi, l’attenzione veniva catalizzata di per sé. Miss Ciccone, però, vuole sostare ancora tutta la domenica a Firenze; innanzitutto la star ha deciso di fare le riprese del suo video proprio nella cittadina toscana e, togliersi anche uno sfizio artistico. Madonna assieme al suo seguito ha infatti prenotato una visita alla Galleria degli Uffizi, dopo la chiusura al pubblico. Madonna dunque è attesa in uno dei templi dell’arte, dopo le 18.00.

La Regina del Pop, inoltre, proprio oggi, sotto il torrido clima estivo, ha deciso di girare il video del suo ultimo singolo “Turn Up The Radio” proprio a Firenze; la notizia del giorno, però, è che Madonna vorrebbe all’interno del videoclip niente meno che il Premier italiano Mario Monti. La star vorrebbe proprio il Premier in quanto rappresenta perfettamente la rinascita cantata all’interno della canzone, superare le difficoltà per reagire e sbocciare. Il videoclip sarà girato in pieno centro a Firenze e, da quanto si apprende, vedrà anche il Palazzo Vecchio come uno dei posti toccati. Insomma, una passeggiata presso le vie del centro di Firenze, questo pomeriggio, sembra alquanto impossibile, a meno che non vi chiamate Madonna.

Tags: , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



8 Responses to Madonna saluta i fan italiani a Firenze con un’ora di ritardo

  1. Enrico says:

    Iniziata con 1h di ritardo non credo proprio dato l’inizio è stato alle ore 21.30ca, al limite 30’…ma ad ogni modo ciò è stato dovuto al ritardo della conclusione delle prove.

    Per il resto….concerto molto dettato da richiami antiecclesiastici, electronic music, coreografie “umane” ed animate di notevole costo, palco iper tecnologico……

    Musica all’interno dello stadio, a mio avviso, a livelli troppo alti che non permettevano di comprendere il confine fra musica e disturbo sonoro…..

    Per altre opinioni……non sono in grado di comprendere il genere musicale né l’artista……

    Relativamente al pubblico eterogeneo assortito fra un 50% omosex / 50% etero, fasce di età TUTTE…..da genitori che portavano i figli di meno di 10aa, fino a persone anziane e pure distinte…..l’età media si attestava sui 30-40…

    Le persone che hanno fruito di mezzi pubblici quali il treno erano circa 10.000, mentre i paganti erano circa 40.000

  2. carmela says:

    Siete patetici con i i vosrti articoli io c’ero . abbiamo assistito alle prove madonna è strepitosa bellissima anche senza trucco
    . Sappiamo benisssimo che non è Mina e con questo?
    è 1 grande artista ed emoziona con la sua voce e la sua interpretazione come in like e virgin ( Grande interpretazione sentita ed emozionanate) Le parti in playback ce ne sono come in tutti gli spettacoli del genrere che fanno altre cantanti che no so qui a mensionare , s in 1 sperttacolo del genere ci stanno ci sta tutto nello show dellla misica della signora ciccone che ha diomostrato negli anni il suo talento. Poi basta con sta storia della voce
    Madonna ha voce mi sa che lei aveva le orecchia tappate o stava in tribuna stampa avendo prima ancora di vedere lo spettacolo scritto il suo articoletto ed amalgamato ad altri articoli usciti giorni fa; è mai stato a vedere jovanotti vasco rossi ,ligabue,branduardi , carmen consoli patty pravo o gianna nannini?
    eppure no so ne <Bocelli ne MIna quindi?
    no sono artiste o artisti?
    da 30 Madonna è sulla scia musicale e la gente ha apprezzato il suo carisma ed il suo talento, I
    In quersti giorni da certa carta stampata ho letto che Madonna è fallita no riempie più gli stadi mi chiedo ma avete letto i numeri so 3 i concerti no siamo piu negli anni 80 e madonna come sempre ci ricordate non ha piu 20 anni .Poi perche mettere l'età prima del nome il motivo? perche è 1 donna?

  3. carmela says:

    P S IL ritardo dello spettacolo è dovuto al fatto che si aspetti che faccia buio per poter meglio far vedere gli efffetti dei maxschermi lei no si è reso conto nemmeno di questo? Ma d’altronde fa piu notizia dire che Madonna fa ritardo per fare la diva èpiuttosto che scrivere che lo spettacolo inizia alle 22 circa perche alle 21 ancora troppa luce giusto? cos’altro dire Madonna ha dimostrato le sue competenze artistiche nella sua carriare a, anche lei ha diomostrato le sua competenze giornalistiche e musicali col suo articolo

  4. carmela says:

    Firenze. Una grande serata all’insegna della musica e di un personaggio discusso ed eclettico: Veronica Ciccone, in arte Madonna. Pochi minuti dopo le ore 22.00 di ieri sera, la celebre popstar di origini italiane si è esibita allo stadio Artemio Franchi di Firenze, di fronte a più di 40 mila sostenitori. “Are you all right?”, ha urlato la cantante prima di iniziare il concerto. Lo stadio è andato in delirio sul pezzo “Girl gone wild”, poi su “Revolver” e “Gang bang”: accompagnate da scenografie aggressive e marcate dal colone nero.

    Su “Papa don’t preach” quattro ballerini hanno legato Madonna, in stile bondage. Poi, su “Hang up”, la popstar ha camminato su una corda tesa, proprio come un funambolo. E’ stato un concerto senza spazi vuoti, né tempi morti, una sorta di spettacolo continuo e ricco di colpi di scena, con la protagonista (classe 1958) che ha dimostrato tutta la sua vitale energia. (In versione majorette, Madonna ha interpretato la sua “Express yourself”, per poi passare a “Give me some luvin'” con l’accompagnamento di ben sedici percussionisti, alcuni sospesi in aria.

    Il concerto è proseguito con “Open your heart” e con la salita sul palco del figlio Rocco, avuto con Guy Ritchie. La star statunitense ha chiesto al suo vasto pubblico “di abbattere i pregiudizi e di lottare in modo pacifico per i popoli oppressi”. Infine, l’apoteosi con “Like a virgin”, trasformata in valzer, cantata in ginocchio sulla passerella. Di seguito è stata la volta di “I’m a sinner”, “Like a prayer” e “Celebration”, la canzone che ha chiuso il concerto fiorentino di lady Cic (impari dai supoi colleghi guardi ed ascolti prima di scrivere anche se nella libertà che deve avere un giornalista deve fare 1 critica anche negatica ma no sparare a raffica dicendo che MADONNA RECITA E NON CANTA perche offende lei come giornalista e poi che eravamo piu di 40mila perosna li e no idioti come sicuramente penserà lei )

  5. Violet says:

    Gentile Carmela, innanzitutto la ringrazio per averci condiviso il suo parere appassionato. Riguardo quanto scritto, credo di non aver millantato nulla di così sbagliato. Come lei dice, i giornalisti puntano il dito sul ritardo, sul playback e su “lati negativi”, io non li vedrei come tali; se lei fa una veloce ricerca negli articoli che abbiamo scritto riguardanti Madonna troverà sicuramente la nostra ammirazione verso una preparazione estenuante del tour, una forma fisica invidiabile, un carisma senza eguali etc etc … Quando si fa un reportage, però, è nel mio stile illustrare tutte le caratteristiche negative e positive. Il ritardo ovviamente è dato da motivi solidi e reali, non ho mai creduto che Madonna si divertisse ad uscire con un’ora di ritardo per puro sadismo ma, comunque sia, è un dato di fatto che deve essere scritto. Quando per inizio del concerto si scrive un orario, anche solo 1 minuto dopo è considerato ritardo. Idem per il playback e per le altre questioni da me citate. Se pensa che l’articolo mirava ad attaccare Madonna, non era l’intenzione, semplicemente vi sono alcuni dettagli oggettivi che è inevitabile scrivere. Sono contenta per lei che ha trovato lo show meraviglioso.

    • Fil says:

      Giusto per chiarire sull’orario: il mio biglietto dice che i cancelli aprivano alle 17 e che lo spettacolo sarebbe dovuto iniziare alle 20. Di fatto alle 20 e 04 Martin Solveig ha iniziato il suo show che è durato un’ora. Dalle 21 alle 22, s ene sarà accorta anche lei hanno preparato il palco per lo show e i tecnici hanno preso posto (fino alle 21 e 40). L’attesa fino alle 22 era solo per garantire che lo show cominciasse al buio. In ogni caso l’orario d’inizio sul biglietto era quello dello show di Martin Solveig.

  6. GS says:

    Beh io c’ero a Firenze…era il primo concerto di Madonna che vedevo ed ero carichissima , ma sono rimasta, purtroppo, delusa!
    Con me c’erano altre amiche che erano al 3° concerto di Madonna ed hanno confermato la mia delusione dicendomi che effettivamente degli altri 2 concerti visti (pochi anni fà, non parlo degli anni 80) questo è stato di sicuro obbiettivamente il + “moscio”..se mi passate il termine!
    Intanto , capisco che ci vuole il buio per meglio vedere i maxischermi , ma io ho visto svariati concerti a Giugno/Luglio e tutti sono iniziati in orario , persino gli U2 nel 360° tour a San Siro hanno iniziato puntualissimi alle 21!C’era ancora la luce però il loro maxischermo permetteva di vedere bene comunque anche se non c’era buio pesto! Poi se accendi due maxi fari che ti illuminano a giorno il palco (come è successo al Franchj) è ovvio che la luce ce l’hai anche alle 11 di sera! Tutto questo solo per dire che non c’era bisogno di aspettare le 22 perchè ci fosse buio, bastava anche iniziare una mezz’ora prima!Comunque ok alla fine un’ora di attesa,dopo tutto un pomeriggio non è nulla e concordo che appena è uscita si è fatta perdonare subito perchè i primi 3 pezzi sono stati super carichi e lei era meravigliosa!Molto belle anche “Express Yourself” mixata per un attimo con “Born this way” di Ladygaga (giustamente per sottolineare una somiglianza che rasenta il plagio) , “Vogue” e “Give me some luvin” in versione Majorette/Cheerleader (cosa che solo Madonna a 54 anni si può permettere) ! Assolutamente non mi sono piaciute invece “Papa don’t preach” appena accennata e l’arrangiamento di “Like a Virgin” ….. secondo me , non essendo gli altri pezzi conosciutissimi in quanto erano quelli del nuovo album, avrebbe dovuto puntare su pezzi un po’ + carichi ! Bellissimo invece il finale con “Like a prayer” e una carichissima “Celebration”… quindi posso dire che l’inizio e la chiusura sono stati fenomenali ma il “centro” del concerto poteva fare molto di più , credo che sia più che altro un problema di scaletta che io non ho apprezzato, non tanto di sua esibizione (che invece è stata perfetta!) Da segnalare però che i tempi morti ci sono stati eccome , nei svariati cambi d’abito (5 o 6 come minimo) la voce di Madonna la sentivamo e basta (non live!) mentre sul palco restava solo lo strepitoso corpo di ballo! Poi ci metterei anche un bel guasto sonoro nel bel mezzo del concerto che è durato per una trentina di secondi (si è scusata con un “sorry” anche lei) e assolutamente troppo bassa la posizione sia del palco che dei maxischermi a lato! Se non eri nelle prime file del prato vedevi poco e niente…. (e 87 euro per il prato, permettetemi di dire che non sono pochi!) ! Queste sono critiche non tanto a lei che è una grandissima artista , quanto forse all’organizzazione , però c’è anche da dire che (sempre per quegli 87 euro) , 1 ora e 45 di concerto mi sembra un po’ pochina!
    Poi sono opinioni , ovviamente , personali!

  7. Fil says:

    Madonna non ha certo bisogno di essere difesa ne da me ne da nessuno. Colpisce un fatto però: sono 30 anni e oltre che Madonna crea, canta, balla e reinventa e soprattutto 30 anni che si rimette in gioco proponendosi in chiave diversa e cimentandosi con quello che ritiene essere al momento la sua migliore espressione artistica.
    Sono anche 30 anni che la critica la sminuisce e non si sa per quale motivo si aspetta che d’un tratto sfoderi la voce di Aretha Franklin o Barbara Streisand… Ma qualcuno si è mai sognato di pretendere che una Streisand si cimenti in complicate coreografie mentre canta?
    Gli show di Madonna sono così e, lo ammetto anche io, MDNA non è il mio preferito ma se guardiamo indietro, cosa scrivevano i giornalisti negli anni 80′ e 90′, quando Madonna metteva in scena spettacoli che hanno segnato un’epoca e influenzato e ispirato moltissimi artisti? Più o meno quello che si legge oggi, sottolineando con un pizzico di gioia qualche fischio udito qua e la (a firenze hanno fischiato si e no per 20 secondi!), qualche stecca o imperfezione per poi con lo stesso sdegno dichiarare che canta in playback (quindi le stecche sarebbero preregistrate?) o ancora il pubblico che non va più a vederla (45 000 spettatori di media sono pochini vero?). Insomma Bruce, gli Stones, Patty Smith, Iggy Pop, Elton John e chi più ne ha più ne metta, possono tranquillamente andare avanti a proporsi come l’hanno fatto negli ultimi 50 anni, perchè di fatto questo fanno, ma Madonna, chi sa come mai non è mai adeguata a chissà quali aspettative. Insomma critichiamo lo spettacolo all’interno del suo genere (e forse questo modo di intrattenere l’ha creato proprio Madonna) e in questo senso ne avrei anche io da dire, ma lasciamo da parte le malignità inutili e la voglia quasi spasmodica di voler testimoniare la fine di una star che di fatto continua a riempire gli stadi e ad affascinare migliaia di fans.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi