News

Pubblicato il febbraio 13th, 2013 | da Chiara B

0

Marco Mengoni apre Sanremo 2013, “L’Essenziale” batte Gianna Nannini

Ieri sera, martedì 12 Febbraio, ha aperto la gara dei Big della 63esima edizione del Festival di Sanremo: uno degli artisti più attesi, è tornato ad esibirsi in pubblico dopo il periodo passato lontano dalle scene per lavorare al suo nuovo album, che uscirà il prossimo mese di Marzo. Marco Mengoni si è presentato sul palco del Teatro Ariston vestito di un abito total blue firmato Salvatore Ferragamo, che ha messo ancor più in evidenza la silhouette filiforme. Ha fatto ascoltare al pubblico accorso in sala e a quello a casa i suoi due brani “L’Essenziale” e “Bellissimo”, televoto e sala stampa hanno decretato che a proseguire la corsa verso la vittoria sarà il primo.

Contro ogni pronostico a superare questo girone eliminatorio delle canzoni di Sanremo 2013 è stato proprio L’Essenziale”, scritto dallo stesso Marco Mengoni assieme a Roberto Casalino, già autore di grandi successi, tra cui “Cercavo amore” di Emma Marrone. L’altro brano, “Bellissimo”, porta a firma di Gianna Nannini e Pacifico, ma ha evidentemente convinto meno il pubblico votante ed i giornalisti presenti in sala stampa a Sanremo.

Marco Mengoni - Screenshot

Marco Mengoni – Screenshot

Due canzoni molto diverse tra loro: la prima, una ballad dal sapore tipicamente sanremese, seppur dal suono estremamente contemporaneo, la seconda un pezzo pop rock, ma dall’attacco vagamente folk. Ci troviamo di fronte a due brani dall’impatto non immediato, un solo ascolto non è sufficiente per comprenderli a pieno: sebbene “L’Essenziale” sia già entrato di prepotenze nella Top Ten di Tunes dei singoli più scaricati, molte sue sfaccettature non sono ancora emerse, saremo in grado di apprezzarle più a lungo termine.

Una corda di violino, così si è palesato al pubblico Marco Mengoni, aveva il terrore negli occhi per la responsabilità enorme di aprire una manifestazione così importante. Nonostante l’evidente agitazione, però, si è comportato egregiamente: pulizia estrema, gran padronanza della tecnica in passaggi non facili dei brani, controllo della voce, forse un po’ troppo. Dopo aver rotto il ghiaccio questa sera, siamo sicuri che si presenterà nelle successive di nuovo totalmente sicuro di sé e speriamo recuperi anche quel pizzico di frenesia, di libertà interpretativa che lo ha sempre contraddistinto. Ieri sera è sembrato imbrigliato.

Nota che esula dalla competizione e dalla performance: Luciana Littizzetto, vera trascinatrice di questo Festival di Sanremo, è il ritratto della dolcezza nel momento in cui si accorge dello stato forte di ansia di Mengoni e lo tiene per mano ad infondergli sana sicurezza materna. Una scena che rimarrà.

Giudizio complessivo:

Marco Mengoni presenta due brani che ce lo presentano in una veste del tutto nuova rispetto al passato, “L’Essenziale” prosegue la gara (ed a ragione), portando avanti l’antico percorso interpretativo che contraddistingue questo artista. Deve sciogliersi di più e non farsi prendere dal panico che quel palcoscenico può dare. Da lui ci aspettiamo tanto, molto più di quanto ha dato ieri sera: il controllo va bene, ma non deve imbavagliare.

Voto: 6.5

SEGUI IL NOSTRO SPECIALE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2013

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi