Quando Fabio Fazio ha reso noti i nomi degli artist..." /> Maria Nazionale, l'inaspettata sorpresa di Sanremo | MelodicaMente

News Maria Nazionale a Sanremo 2013

Pubblicato il gennaio 30th, 2013 | da Vittoria Borgese

0

Maria Nazionale, l’inaspettata sorpresa di Sanremo

Quando Fabio Fazio ha reso noti i nomi degli artisti Campioni in gara al Festival di Sanremo 2013, tra tutti certo quello di Maria Nazionale è stato quello del quale si è più chiacchierato. 

Cantante neomelodica, nata a Torre Annunziata nel 1969, la Nazionale ha già calcato il palco del Teatro Ariston nel 2010 accompagnando Nino D’Angelo nel pezzo “Jamme jà”: in quell’occasione non ebbe grossa fortuna dato che il brano fu eliminato la prima sera con qualche polemica. A due anni di distanza,  la cantante che ha pubblicato nel 1994 il suo primo lavoro, torna da sola a  Sanremo. Il suo ultimo album di inediti è datato aprile 2008: “Puortame a Cammenà“, si intitola il disco che contiene brani scritti da autori di indiscusso livello come Enzo Gragnaniello, Pasquale Ziccardi, Federico Salvatore; un’opera con una forte matrice “etno”, che Maria Nazionale affinerà negli anni fino a farla diventare una sua precisa connotazione artistica.

Maria Nazionale | © Sito Ufficiale Sanremo 2013

Maria Nazionale | © Sito Ufficiale Sanremo 2013

Road to Sanremo 2013

Al Festival di Sanremo 2013,Maria Nazionale presenterà i brani “E’ colpa mia” di Servillo-Mesolella e “Quando non parlo” di Enzo Gragnaniello ( che a Sanremo ha partecipato nel 1999 accanto a Ornella Vanoni con il brano “Alberi”) e arrangiati  dal Maestro Peppe Vessicchio. Chi ha già ascoltato i brani ci fa sapere che le  canzoni portate in gara dalla cantante di Torre Annunziata sono piena espressione dello stile partenopeo a lei caro e che “E’ colpa mia” sarà cantata completamente in dialetto

 Testi

SEGUI IL NOSTRO SPECIALE SUL FESTIVAL DI SANREMO 2013

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi