News 115655924KW072_L_A_Rising

Pubblicato il settembre 15th, 2012 | da Greta C

0

I Muse a Milano per “The 2nd Law”, “Madness” live da Stoccolma

Iniziamo questo articolo con alcune premesse più che doverose, giusto per mettere in chiaro il perché di alcune affermazioni che troverete di seguito; chi scrive ha ancora il dente avvelenato per essersi persa la venuta dei Muse a Milano ma, la fedeltà di quanto indicato è assicurato. Sta di fatto che, in Italia vige ancora quella nebbia di “raccomandazione” che offusca tutto quanto; nessuno si aspettava che la “conferenza stampa” dei Muse nella cittadina lombarda venisse fatta a furor di popolo in piazza Duomo (sarebbe stata un’idea sicuramente carina) ma, tutto questo segreto e la conseguente selezione sottostante, ancora una volta fa poco bene all’Italia e, la cosa più surreale è che non ce ne si rende ancora conto. Ci sono radio di serie A e di serie B, giornali di serie A e di serie B, siti online considerati di serie C o D a parte qualche rinomata eccellenza che si pavoneggia nella cerchia dei prescelti; non sarebbe più facile e costruttivo dare la possibilità a tutti, nel proprio piccolo, di partecipare? Detto questo, iniziamo a parlare come sempre di musica e, “The 2nd Law” è uno dei dischi che stiamo aspettando con maggior ansia e curiosità; ci scuseranno le uscite discografiche di Ottobre ma, ai Muse si deve tanto e questi tre ragazzi riescono sempre a suscitare emozioni contrastanti, come dimostra anche il nutrito fandom della band. Il nuovo disco uscirà il 2 Ottobre 2012 e coloro che hanno avuto la possibilità di ascoltarlo hanno parlato di un album particolare, con inserti talvolta epici, altre volte sperimentali ma nello stesso tempo intensi. “The 2nd Law” sarà un disco molto vario, che saprà accontentare e suscitare pareri contrastanti ma, live, siamo certi accontenterà tutti o, per lo meno, la maggior parte dei fan.

Fra le notizie più rilevanti vi è quella di un Chris completamente ringiovanito e migliorato. Dopo i problemi con l’abuso di alcolici, il bassista della formazione è ritornato in una forma che, da quanto emerge, è davvero splendida. Due canzoni all’interno del disco saranno cantate proprio da Chris, Matt ha passato lo scettro provvisoriamente al bassista che sarà protagonista di “Liquid State” e “Save Me”. Sostanzialmente ciò che emerge dalle interviste rilasciate alla stampa (in Italia quella di Serie A), è qualcosa che già si sapeva in passato ma che la band ha rimarcato nuovamente: un disco che dimostra la maturità della formazione, la sperimentazione di suoni nuovi, un divertimento ritrovato, il ritorno a Londra, idee futuristiche, la tanto citata legge della termodinamica e altri concetti che riassumono proprio la voglia di mettersi nuovamente in gioco con “The 2nd Law”.

Christopher Wolstenholme

Christopher Wolstenholme – Muse | © Kevin Winter/Getty Images

Durante le interviste c’è stato spazio anche per gli show, in quanto viene spiegato che ci sarà una piramide rovesciata, fatta di schermi LED dove verranno proiettati dei filmati speciali che saranno realizzati con l’aiuto di un videomaker che i Muse incontreranno proprio in questi giorni. Ultimi dettagli riguardanti il disco per poi passare alla prima performance live di presentazione proprio di “The 2nd Law”. Sembra sempre più sicuro che il prossimo singolo sarà “Follow Me”, brano dove si potrà sentire il battito cardiaco del piccolo Bing, figlio di Matt Bellamy e Kate Hudson. Infine, i Muse lasciano trapelare o meglio confermano le indiscrezioni di un tour estivo che toccherà sicuramente Roma (Stadio Olimpico), Torino e probabilmente Milano. Matt Bellamy, da buon frontman che macina palchi da vent’anni, ha concluso dicendo che le trattative per la data di Milano sono attualmente aperte ma che i Muse sperano davvero di poter ritornare con uno show nel capoluogo lombardo, in una città meravigliosa con fan altrettanto meravigliosi.

Intanto, i Muse saranno fra i protagonisti di un videogioco che ha la funzione di insegnare a suonare la chitarra, ossia “Rocksmith“. Il videogioco vedrà fra gli artisti da imitare Rolling Stones, Nirvana, Radiohead, Lenny Kravitz e molti altri personaggi del mondo della musica fra cui proprio il trio UK. Passando invece alla musica dal vivo, i Muse recentemente sono stati protagonisti di uno show televisivo scandinavo “Skavlan“, dove hanno proposto “Madness” in una versione live che ha messo in mostra la voce molto pulita di Matt Bellamy, il quale, però, è incorso in una piccola gaffe. Durante l’inizio del brano, il cantante si è improvvisamente dimenticato il testo, stoppando i compagni di gruppo per poi riprendere normalmente, regalando una performance che fa davvero ben sperare per le date invernali. Concludiamo così, con il video dell’esibizione e un pizzico (ad essere onesti molto più di un pizzico) di rammarico per non aver potuto vedere da vicino i Muse in questo “incontro stampa”, il quale meriterebbe qualche virgoletta ulteriore. Non vediamo l’ora di poter ascoltare rigorosamente dal 2 ottobre in poi “The 2nd Law” e di ammirarli dal vivo, nelle date italiane.

Tags: , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi