News Steve Jobs - logo i Tunes 2010

Pubblicato il luglio 13th, 2011 | da Stefano Pellone

0

La musica napoletana sbarca su ITunes

Sarà stato un lavoraccio organizzare ben otto secoli di musica in un catalogo digitale, ma alla fine l’ITunes ce l’ha fatta e sta per aprire, su iTunes Store, un’intera sezione dedicata alla musica partenopea: la musica napoletana ha così un importante riconoscimento “elettronico” della sua storia, una storia che ha segnato in modo indelebile il patrimonio culturale italiano ma che spesso è osannata a livello internazionale e bistrattata in patria. ITunes Store offre un ricco e aggiornato catalogo in formato digitale che spazia dalla più antica tradizione canora al rap, passando dal “Canto delle lavandaie del Vomero” del 1200 a “Stai mai cca‘” dei 24 Grana, senza nulla togliere ai vari interpreti della melodia e della vitalità della musica napoletana: si spazia così dai classici di repertorio di Enrico Caruso, Roberto Murolo e Sergio Bruni a “mostri sacri” come Pino Daniele o Nino D’Angelo, senza tralasciare artisti recenti come gli Almamegretta, Gigi D’Alessio e i Co’ Sang.

Steve Jobs - logo i Tunes 2010 | © Justin Sullivan/Getty Images

Una sezione è dedicata completamente ai neomelodici, autori come Luciano Caldore o Ciro Ricci che sono spesso sconosciuti fuori dai confini di Napoli ma che sono comunque in grado di vendere decine di migliaia di copie dei loro lavori. Questo il comunicato ufficiale dello staff di ITunes Store: “Dopo quella sul cinema italiano un’altra importante sezione dedicata alla cultura del nostro Paese“. A conclusione della stessa, è possibile trovare circa una ventina di applicazioni per iPhone e iPad dedicate a Napoli, con programmi di cucina, di arte e di tradizioni popolari, (segnaliamo “Ueué: Napoli, detti, proverbi, tradizione e filosofia”, “iTotò: il Principe della risata” e un’accuratissima “Naples Travel Guide” da sfogliare sul proprio iPhone mentre si attraversano i vicoli del centro storico), il tutto legato alla cultura di quella che era e resta, nonostante un passato e un presente difficile, una delle più affascinanti, poliedriche e culturalmente vive città del mondo.  

Tags: , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi