Reportage La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 - Negramaro - Padova 12 novembre 2015

Pubblicato il novembre 16th, 2015 | da kathi Fraccaro

0

Negramaro: i pirati del rock melodico sbarcano a Padova

Giovedì 12 Novembre la Kioene Arena di Padova ha ospitato i Negramaro  con “La rivoluzione sta arrivando Tour 2015”  partito lo scorso 4 Novembre con la data zero a Mantova.

La tournèe  segue la presentazione dell’ ultimo lavoro discografico della band salentina, pubblicato il 25 settembre scorso per Sugar Music.  Il nome del tour come quello dell’album,  parla di rivoluzione intesa come cambiamento, come non rassegnazione di un proprio stato di vita.  E un pensiero forte non poteva che appartenere a questo gruppo che si definisce e si presenta come una sorta di pirati buoni e rivoluzionari  che parlano , cantano e scrivono per scuotere gli animi,  per coccolare i sentimenti e far divertire tutti.

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 - Negramaro - Padova 12 novembre 2015

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 – Negramaro – Padova 12 novembre 2015

Giuliano Sangiorgi  anima creativa, cantante e frontman, Lele Spedicato chitarra, Ermanno Carlà basso, Andrea “Andro” Mariano  piano, tastiere e sintetizzatore, Danilo Tasco  batteria  e Andrea “Pupillo” De Rocco campionatore e fisarmonica,  sono i Negramaro.  Nome che trae origine dal famoso vino Pugliese del Salento, che porta con se  caratteristiche come rosso acceso, profumo fiorito, dolce ma anche con un retro gusto un po’ amaro in fondo alla lingua  a simboleggiare quello stesso contrasto che ritroviamo nelle caratteristiche della band e nella loro discografia.

Una storia bellissima che dura da oltre 15 anni,  con sei amici inseparabili uniti come fratelli,  come una famiglia che si ama e che vuole stare assieme e che continua  a suonare e a fare ciò che sente, con la stessa passione dei primi giorni, la stessa voglia e desiderio della gente che ama ciò che fa.

La serata di Padova organizzata dalla Zed! e dalla Live Nation , è stata un gran successo, infatti per questo appuntamento, Il palazzetto era già pieno un’ora prima dell’inizio concerto, mentre tutti trepidanti immortalavano la loro presenza all’evento.  Quando si sono spente le luci, tutto è iniziato con la band dietro ad un grandissimo telo bianco, su cui  scorrevano immagini di fumetti con protagonisti proprio loro i pirati rivoluzionari” Negramaro. Tutto questo spettacolo di luci, immagini e pixel danzava rockeggiando sulle note di “Sei tu la mia città”,  “Il posto dei Santi”  mentre pian piano si cominciavano a intravedere le ombre dei sei componenti della band.

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 - Negramaro - Padova 12 novembre 2015

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 – Negramaro – Padova 12 novembre 2015

Da lì in poi , da quando è sceso il telo, è stato solo sogno e coinvolgimento tra le urla, le mani alzate, e migliaia di telefonini che scattavano foto e filmavano  ogni istante del live,  in un’atmosfera surreale e magica.

La set-list della serata ha ripercorso tutti i loro migliori successi, dagli ultimi singoli del momento alle loro hit  come Attenta, Meraviglioso, Nuvole e lenzuola, Un Passo indietro, Via le mani dagli occhi, Sole, Cade la pioggia, La rivoluzione sta arrivando, L’amore qui non passa e tante altre.

Non sono mancati  gli assoli di Andrò al pianoforte, i virtuosismi alla chitarra di Lele,  l’energia di Danilo  alla batteria  e i suggestivi  assoli alla chitarra di Giuliano,  che sul brano  “L’ultimo bacio”   riceve una rosa rossa da una fan.

Momenti di fibrillazione quando sul palco veniva introdotto  il pianoforte,  tutti impazzivano,  sapendo che da li a subito sarebbe arrivata una delle tante perle della carriera del gruppo salentino. Energia ed emozione  per  il grande pubblico,  grazie alla capacità  di coinvolgimento della band  e alla grandissima interpretazione  non solo canora di Giuliano,  che ha saputo arrivare a tutti gli sguardi e anche al cuore di chi lo stava ascoltando e guardando.

La musica ha un potere enorme, può regalare gioia immensa, ma riesce anche a ricordare un dolore, quasi curandone la ferita in una sorta di dolce anestesia, malinconia, tristezza. Questo è quello che è accaduto quando , lui, Giuliano si è seduto al Pianoforte, eseguendo la canzone “Lo sai da qui” brano che dedica al padre scomparso. Giuliano racconta che le parole del testo, gli siano state dettate da lassù, da quel padre che lo invitava a vivere, vivere più di prima, a festeggiare la vita. E’ stato un momento live, che ha spaccato il cuore dei presenti, una canzone e una grande voce, dolce e potente, che sicuramente ha cullato tanto ferite.

Due ore di concerto, senza interruzioni, due ore finite presto, perché è stata una bella serata per tutti, si anche per loro, per i Negramaro che hanno continuato a ringraziare e a battere le mani alla città di Padova e ai presenti, che hanno fatto arrivare un grandissimo calore a tutto il gruppo durante l’intero live.

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 - Negramaro - Padova 12 novembre 2015

La rivoluzione sta arrivando Tour 2015 – Negramaro – Padova 12 novembre 2015

Nel finale,  standing  ovation del pubblico,  il grande telo bianco torna a chiudersi, si spengono le luci del palco in attesa del bis finale.  Riparte il concerto con il medley di “Solo tre minuti” e “Estate”.

Grandissimi musicisti,  grande voce solista potevano bastare come ingredienti per assicurarsi la serata, ma i Negramaro hanno voluto aggiungere ancora tanto, tanto di effetti luci, laser, arricchite da suggestioni sonore e visive (con i fumetti del bassista e grafico della band Ermanno  Carlà), forse a rafforzare questo messaggio di rivoluzione, una rivoluzione dell’uomo, che rivendica il proprio posto sulla terra, da conquistarsi graffiando il suolo o anche bagnandolo con una lacrima.

Ancora effetti speciali , quando sul telo la band è rappresentata dall’immagine di 6 burattini pirati tutti in fila con la testa abbassata. Tra l’ovazione del pubblico e a ritmo di musica, Giuliano  chiama  uno ad uno i componenti  del gruppo e di volta in volta i burattini sollevano il capo sulle note di “L’immenso” e tutto  il gruppo ritorna sul palco.

Il finale è in salita, carico di adrenalina,  tutto il palazzetto comincia  a saltare, ballare e cantare  sulle note di “Parlami d’Amore” e “Mentre tutto scorre”.  Gli artisti  in un clima trionfale e di emozione si avvicinano al pubblico, stringono le mani,  ringraziano, salutano e Giuliano tira sul palco e abbraccia un giovane fan.

E’ stato un concerto da rivedere, perché sicuramente tra tutti questi messaggi e questa musica qualcosa si è perso, qualcosa ancora ci sarebbe da gustare e qualcos’altro da riassaporare.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi