Uscite Discografiche

Pubblicato il gennaio 11th, 2013 | da Stefano Pellone

0

Nils Frahm, esce in download digitale il suo nuovo disco “Screws”

Il 3 Dicembre 2012 è uscito in tutto il mondo il nuovo disco del compositore tedesco Nils FrahmScrews“, un disco che è considerato dall’artista come un regalo ai suoi fans per il suo 30esimo compleanno.

Nils è reduce da uno sfortunato infortunio domestico, una caduta dal suo letto a soppalco che gli ha causato la frattura di un pollice, ma da questo incidente e dai suoi fans l’artista ha trovato ispirazione per registrare questo nuovo lavoro composto da 9 intime canzoni registrate al pianoforte e suonate con 9 dita, il tutto a dispetto delle 4 viti che sono state inserite nella sua mano per aiutare la frattura a ricomporsi. E’ possibile scaricare liberamente le canzoni dal sito screws.durtonstudio.com dove sono disponibili.

Nils Frahm, originario di Berlino, è un pianista divenuto famoso per il approccio contemplativo, intimo e non convenzionale al pianoforte che gli è valso collaborazioni con artisti contemporanei come Ólafur Arnalds, Peter Broderick e Efterklang e la stima di molti artisti come Thom Yorke e Kieran Hebden. Dopo i suoi lavori solisti “Wintermusik” e “The Bells“, Frahm ha pubblicato “Felt“, disco del 2011 che la critica ha acclamato e che stato seguito dalla comparsa in molte classifiche, da spettacoli sold out con standing ovations e da un invite ad esibirsi per il Royal Ballet.

Nils Frahm - "Screws" - Artwork

Nils Frahm – “Screws” – Artwork

Ecco come descrive Frahm stesso la sua brutta esperienza e la sua iniziativa:

Sono seduto davanti ad un foglio di carta. La mia mano destra sta piegando il pollice sinistro. La prima volta che ho levato l’ingessatura potevo piegarlo di 15°. Ora posso piegarlo di 50° e la cosa mi rende molto felice. Le cose stanno decisamente migliorando.

Come potrete immaginare, per un pianista è una notizia bruttissima quella di un pollice fratturato. Quel giorno ero seduto al pronto soccorso, sentendomi confuso al pensiero di quanti spettacoli avevo da fare e di tutte le persone che erano coinvolte negli shows. Ho realizzato in quel momento come le cose fossero diventate incasinate. E’ difficile rinunciare ad opportunità e progetti interessanti, dato che amo sinceramente il mio lavoro. Non l’ho mai sentito come un lavoro, suonare il pianoforte per delle persone meravigliose è la gioia più grande che io possa immaginare.

Per un paio di giorni mi sono sentito come se tutto fosse finito. Può suonare patetico, ma ogni tanto può capitare di essere dispiaciuti per se stessi. Improvvisamente avevo tantissimo tempo, una vacanza inaspettata: ho cancellato la maggior parte dei miei spettacoli e mi sentivo un poco annoiato. Anche se il mio medico mi aveva detto di non toccare nessun pianoforte per un pochino, non ho saputo resistere. Ho cominciato a suonare una canzoncina con le 5 dita della mia mano destra e le 4 rimanenti della sinistra, ho acceso un microfono e ho registrato un pezzo ogni notte prima di andare a dormire.

Il giorno che mi hanno tolto l’ingessatura ho registrato 9 piccole canzoni. Mi hanno aiutato a sentirmi meno scocciato dall’incidente che mi è capitato e mi hanno ricordato che posso realizzare qualcosa di buono solo quando faccio il meglio che posso.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi