Testi e Traduzioni Noemi cover "Made in London"

Pubblicato il febbraio 16th, 2014 | da Vittoria Borgese

0

Noemi, “Un uomo è un albero”. Testo

Dopo l’esperienza londinese e la scrittura di un nuovo album,Veronica Scopelliti, in arte Noemi è pronta a tornare sul palco di Sanremo dopo le esperienze del 2010 e del 2012 quando sul palco dell’Ariston portò rispettivamente “Per tutta la vita” e “Sono solo parole”, canzoni diventate grandi successi che le sono valse un quarto e un terzo posto alla kermesse.

“Bagnati dal sole” e “Un uomo è un albero” sono i brani con cui tenterà di migliorare i precedenti piazzamenti, puntando su scelte innovative: del secondo pezzo Noemi ha parlato di una canzone molto poco sanremese, come del resto anche il primo, “un mix tra elettronica e un orchestra formidabile” come la stessa cantante l’ha raccontato  mostrandosi entusiasta del lavoro fatto anche in prospettiva del lancio del nuovo album. Pochi giorni dunque e ascolteremo i brani di Noemi che ha tutte le carte in regola per puntare in alto.

Noemi – Un uomo è un albero testo

Se vuoi farti capire
Non puoi scrivere poesie
Se vuoi farti capire
Non raccontarti mai bugie
Se vuoi farti sentire
Non fare come me
Che ho lasciato cadere
Tutto ciò che un uomo è
Per me
Un uomo è un albero
Per me
Un uomo ha il coraggio di guardarsi in faccia
Per me un uomo è un’idea
Per me
Un uomo è come te
Voglio un’alba di pace
E dei sogni per questa tempesta
Non ha senso tenere la rabbia compressa
E stivali pesanti che possano tenermi a terra
Una pioggia d’amore fortissimo
Per me
Un uomo è un albero
Per me
Un uomo ha il coraggio di guardarsi in faccia
Per me un uomo è un’idea
Per me
Un uomo è come te
Un uomo è come te
Never give up
Never give up
Never give up
Never give up
Never give up
Never give up
Per me
Un uomo è un’idea
Per me
Un uomo è come te
Un uomo è come te

Fonte | Tv Sorrisi e Canzoni

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi