News Marco SImoncelli | © Mirco Lazzari gp/Getty Images

Pubblicato il ottobre 25th, 2011 | da Chiara B

35

Nonciclopedia ironizza sulla morte di Simoncelli, l’ira di Vasco Rossi

Le polemiche non si fermano mai di fronte a niente e a nessuno. Così oggi in un giorno triste per il mondo dello sport e non solo, non c’è pace per ricordare Marco Simoncelli come tutti vorrebbero. In un momento di dolore, che chiunque può sentire in modo più o meno forte ed assolutamente personale, c’è sempre qualcuno che trova la maniera di andare a toccare tasti che sarebbe meglio lasciar perdere. Più volte nelle scorse settimane vi abbiamo parlato del rapporto tormentato e per niente pacifico tra Vasco Rossi e Nonciclopedia, facciamo un riassunto in poche semplici parole. Il sito internet si è sempre distinto per irriverenza e satira nel corso degli anni tra critiche provenienti da ogni dove, ma è sempre andato avanti, fino a che questa estate Vasco Rossi non è stato ricoverato e Nonciclopedia si è gettato ovviamente anche su di lui con il solito stile di sempre. Il rocker di Zocca non ha tollerato certe affermazioni, reputandole fuori luogo ed eccessivamente pesanti, ha denunciato il sito, il quale è stato chiuso per un paio di giorni circa. Rossi ha ritirato la denuncia, affermando che suo intento era chiudere la sua personale sezione e non l’intero sito, Nonciclopedia riapre e continua a pubblicare i suoi soliti post, Vasco Rossi continua ad attaccarlo con ogni mezzo dalla propria pagina Facebook. Polemica nella polemica: l’atteggiamento del Blasco nazionale non ha ricevuto consensi da tutte le parti, anzi molti lo hanno criticati, suoi fan compresi, anche con toni piuttosto accesi. Vi starete domandando che cosa c’entri tutto questo con la vicenda di Simoncelli che ieri mattina ha sconvolto un po’ tutti noi. Attenzione, l’“un po’ tutti” che ho scritto non è casuale.

Vasco Rossi| © Giuseppe Cacace/Getty Images

La notizia della morte di questo giovane motocicilista viene data prima dell’ora di pranzo, poco dopo nel pomeriggio su Nonciclopedia alla pagina dedicata agli avvenimenti successi nella storia il 23 Ottobre compaiono il nome di Marco Simoncelli e la sua tragica ed improvvisa morte, accompagnati da un commento: “Ennesima caduta per Marco Simoncelli. Ma ha promesso che questa è l’ultima”. Credo che si commenti da sola, non è necessario che io aggiunga nero su bianco pensieri che sono sicura condividerete. Ma le mie stesse considerazioni, le vostre considerazioni, sono state la reazione che anche Vasco Rossi, uomo come chiunque altro, ha avuto, con la differenza che io (o voi) ho deciso di non scriverle. E in ogni caso, avrebbero sicuramente una eco minore. Dopo aver deciso di dedicare un pensiero a Simoncelli, ha condiviso un ulteriore post, che vi riporto: “BENVENUTI a Fiorello e Facchinetti sulla sponda giusta! LEcco i pensieri di FIORELLO e FRANCESCO FACCHINETTI su quel sito la, quello “ironico”… FIORELLO: «Mi piacerebbe molto vedere la faccia del vigliacco di nonciclopedia , che ha digitato quella battuta infame. Metti la foto! merda! E chi ha parlato di chiusura! Saro ‘ libero di insultarli??? O no!!!». Francesco Facchinetti: «#nonciclopediamerda. #Vasco aveva ragione e gli siamo andati tutti contro. L’infame che ha scritto quella cosa sul #SIC dov’è? #nonciclopediadimerda punto e basta, niente scuse. Se hai un sito come quello, devi controllare i contenuti. Ragazzi devo andare a letto, fate in modo che quello schifo venga tolto da #nonciclopediadimerda, non so come ma facciamolo. Grazie di cuore»……FINALMENTE ARRIVANO ANCHE GLI ALTRI sulla sponda …scomoda !!” Vasco Rossi torna a prendersela con l’antico nemico Nonciclopedia, anzi stavolta lascia che altri esponenti dello spettacolo altrettanto influenti come lui se la prendano con il sito, lui sta lì, muto ad osservare quei naviganti che guadano il fiume verso la sua sponda. Beh, ragazzi, come non dar ragione stavolta a Vasco? Anche io ho reputato eccessivi certi suoi attacchi sia per i toni che per la frequenza, ma davanti ad una simile affermazione (non la si può chiamare battuta, perchè non lo è) spacciata per ironia o satira, non si può che essere d’accordo. Tutti oggi ovviamente hanno parlato di questo polverone patetico che ha sollevato Nonciclopedia, il quale ha visto fioccare giuste critiche da ogni parte. Devo ammettere che leggere un simile scempio mi ha fatto venire il volta stomaco e non sono andata a controllare se l’abbiano tolto dal sito, sono sicura che capirete e perdonerete questo atto di negligenza. Appassionati o no di motociclismo, fan o meno di Simoncelli, ieri mattina è morto un ragazzo di 24 anni, è nostro dovere umano portare rispetto. Il dolore è una questione intima e privata, ognuno lo vive a modo proprio, anche suscitando un sorriso con una piccola battuta fatta con rispetto. Una parola in cui significato sta diventando sempre più sconosciuto, nonostante al giorno d’oggi molti se ne riempiano la bocca. In casi come questi l’opinione personale va a scemare in quella pubblica, uno come Vasco Rossi amato e odiato, approvato e criticato, in questi casi diventa il portavoce di un comune sentimento. E Nonciclopedia non lo sto nemmeno a considerare.

Una “rivincita”, quella di Rossi, che nessuno avebbe mai voluto si prendesse, lui compreso. Sarebbe bello oggi poter tornare a parlare di quella lotta a colpi di clippini di questa estate e cancellare ciò che è successo ieri. Le polemiche non si fermano mai di fronte a niente e a nessuno, dicevo all’inizio, per me finiscono qui: Marco Simoncelli non merita niente di tutto questo.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



35 Responses to Nonciclopedia ironizza sulla morte di Simoncelli, l’ira di Vasco Rossi

  1. gianfilippo says:

    Basta piantatela tutti libertà di pensiero e di parola per TUTTI………..

    rispetto o non rispetto ma bastaaaaaaaaaaa!!!!!!!!!!!!!!!!

    • Carmelo says:

      tu parli di libertà gianfilippo e su questo sono d’accordo…ma a me non sta bene fare una qualsiasi battuta sopra una persona che non ti potrà più ribattere e soprattutto vorrei vedere se, sperando di no, ma ti viene a mancare un parente e un cretino di turno gli fa una battuta del genere, quale sarebbe la tua reazione??? r

    • mirko says:

      il padre di gianfilippo si schianta su l’ennesimo palo della luca e muore, però ha promesso che sarà l’ultimo

  2. mariano says:

    ma stai zitto e morto un ragazzo di 24 anni!!come si permottono di parlare di lui x fare delle battute insignificanti e senza senso!!bisogna avere rispetto delle persone!!!

  3. Dario Di Blasi..Fatemi causa nonciclopedisti di merda!! says:

    nonciclopedia è merda pura!!

  4. christian says:

    ma zitto deficiente quale libertà di parola…..

  5. nicola says:

    vergogna!!!!!! non avete rispetto nemmeno per i morti…. perchè satira???? la satira la si fa ai vivi, godere della loro reazione….
    questo sito deve chiudere!!!

  6. Marco says:

    Libertà di parola?!?!? ma cos’hai bevuto?!?!?! Vorrei vedere se stanotte ci lasci la pelle tu e qualcuno commentasse: “Ennesimo post di merda da parte di gianfilippo ma ha promesso che era l’ultimo!” Ne saresti felice….a no perchè non ci sei più!
    IL RISPETTO SOPRA OGNI COSA, ANCHE LA LIBERTA’ DI PAROLA!

  7. mirko says:

    se questa è libertà di pensiero…forse era meglio la censura

  8. Silvia says:

    Veramente anche sul forum di spinoza le battute si sprecano…

  9. fabio says:

    ma sì libertà di pensiero e di parola per tutti, ma che cazzo ce ne frega: diciamo quello che ci pare, spariamo cazzate senza nessun ritegno. Oggi ad esempio ho voglia di pisciare dalla finestra del terzo piano, e se qualcuno si lamenta gli sparo: siamo in un paese libero, no? Basta con il rispetto che limita la nostra libertà di espressione: vogliamo un mondo in cui esistono solo i diritti e nessun valore, nessun dovere, anzi siamo talmente coglioni, ma talmente COGLIONI, che nemmeno ci rendiamo conto che i diritti e doveri hanno la stessa matrice: i valori senza i quali non avrebbe nemmeno senso vivere, e fra questi valori, ma guarda un pò, c’è il rispetto. Spero solo che tu sia molto ma molto giovane e che abbia il tempo di capire che hai scritto una minchiata grossa come un palazzo.
    Per quanto riguarda quei poveracci che scrivono su stò sito per idioti, posso solo dire che nessuno si ricorderà di loro e nessuno ha niente da imparare da questi codardi. Molti invecie ricorderanno l’esempio di questo ragazzo pulito, semplice, vero, appassionato e di grande talento. Tu da che parte scegli di stare?

  10. Michele says:

    Chi a scritto ciò deve farsi un esame di coscienza prima con se stesso e poi con la nostra nazione.Perchè di fronte a ciò non c’e ironia come per lui non c’è più VITA.
    SCEMO di M….. che hai scritto ciò spero ti venga la dissenteria per un anno intero!!!
    Sic sei e sarai per sempre il campione dei nostri sogni.Ciao Marco

  11. claudia says:

    ……..quella non è libertà di parola………….dire merdate irrispettose non è libertà di parola !

  12. MAURIZIO says:

    UNA SOLA PAROLA…………VERGOGNATEVI!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  13. Isabella says:

    ciao Marco

    un’altra stella splendera’ nel cielo

    Isabella

  14. Serena says:

    Non voglio dire niente sulla battuta di poco…pochissimo dubbio su Simoncelli!
    NONCICLOPEDIA l’enciclopedia LIBERA…
    ecco, dove sta la libertà? quando c’era da parlare male di vasco tutti potevano scrivere sul loro profilo mentre ora devi mandare la richiesta che, dopo essere visionata forse verrà accettata.
    E l’amministratore dice se vi iscrivete per insultare andatevi a fare inculare o qualcosa di simile!!!

    COMPLIMENTI…VOI SI CHE SIETE LIBERI!!!
    VERGOGNA!!!

  15. Serena says:

    Non voglio dire niente sulla battuta di poco…pochissimo gusto su Simoncelli!
    NONCICLOPEDIA l’enciclopedia LIBERA…
    ecco, dove sta la libertà? quando c’era da parlare male di vasco tutti potevano scrivere sul loro profilo mentre ora devi mandare la richiesta che, dopo essere visionata forse verrà accettata.
    E l’amministratore dice se vi iscrivete per insultare andatevi a fare inculare o qualcosa di simile!!!

    COMPLIMENTI…VOI SI CHE SIETE LIBERI!!!
    VERGOGNA!!!

  16. Giancarlo Russo says:

    Sei solo una M****A non ti auguro di morire ma ti auguro di sentieri come si sente la famiglia di Marco i suoi ivi e i suoi fan. M****A

  17. Sic & Destroy says:

    ma chissenefrega del vostro sdegno. Io ci ho fatto una grassa risata. La gente muore e i succede anche ai vostri miti purtroppo.
    La satira è il profumo della vita e per fortuna mi tiene lontano dal vostro modo di pensare omologato. Le vostre pappe di cervello non sono in grado di pensare razionalmente.

  18. D says:

    Il buonismo di massa ha raggiunto livelli allucinanti, stiamo tornando agli anni 50. Chi non comprende, non apprezza, non tollera l’umorismo nero dovrebbe avere l’educazione di farsi i fatti propri e semplicemente non visitare le pagine che lo disturbano. E’ morto SImoncelli, è morto Steve Jobs, è morto Mike Bongiorno…e chi se ne frega! Perchè bisogna imporre lutto e religioso silenzio a chi magari ne ha già viste un bel po’ di casse da morto nella sua vita (forse troppe)? Il prezzo della notorietà è anche questo, il contrappasso della satira..qualcuno si scandalizza per le battute su Michael Jackson o Gandhi, entrambi deceduti?
    E’ solo buonismo becero e vomitevole, oscurantismo passeggero che cavalca l’hype della notizia e i media-dipendenti abboccano come branzini. Se io morissi mi piacerebbe tanto che qualcuno ci scherzasse su. Avete dimenticato il valore di una sana risata che poi tra le quattro mura domestiche, specialmente in certe zone se ne sentono di molto peggio (e più colorite). Massa di ipocriti. E quella specie di ‘cantante’ in foto, altro prodotto finto venduto alla massa per rabbonirla con l’illusione di un ‘rocker nostrano’..è tempo di andare in pensione, se presenti un suo cd all’estero ti ridono in faccia e si fa pagare come i Rolling Stones, desolante questo paese. Continuate pure a scannarvi sul morto del giorno ora.

  19. D says:

    Ah, ps. massimo rispetto per quel povero ragazzo che è morto sulla sua moto, massimo rispetto per lui e i veri sport come il suo (noi ‘umoristi neri’ ce l’abbiamo un cuore forse). Se fosse ancora vivo se la farebbe anche lui una grassa risata alla faccia di quei quattro parrucconi.

  20. Ah beh... says:

    …l’ignoranza è bella perchè è varia…
    io alla faccia della morte ci rido perchè se non ci ridessi vincerebbe lei!
    si fa così, da sempre… ora invece in questa fantastica società civilizzata di miti invecchiati e falsi modelli morali tutti hanno qualcosa da dire su chi ha il coraggio di ridere… perchè per ridere ragazzi bisogna avere coraggio. Coraggio di non abbandonare tutto e non farsi sottomettere alla sofferenza… coraggio di non continuare a pensarci sempre e non fare più nulla… coraggio di non aspettare che le cose cambino ma farle cambiare…. sì, è morta una persona, un’immagine in una foto per quanto mi riguarda (non con disprezzo ma perchè per me non era che questo, non conoscendolo)… è morta una persona facendo quello che sognava fare (e non capita a tutti mi pare) e che solo con questo ci ha insegnato che alla vita si sorride, e si ride anche… la morte è solo una parte della vita non ne è l’antitesi, quindi perchè trattarla in modo diverso in nome di un rispetto che non si sa se è stato richiesto o meno?

  21. fabio says:

    leggo che molte persone si atteggiano a grandi saggi, a persone che (loro sì) sanno ragionare razionalmente, che parlano di buonismo: ma non vi rendete conto che avete la merda nel cervello? state giustificando dei poveri dementi che pensano di fare satira facendo battute su un fatto di estremamente grave. Ma sapete cos’è la satira? sapete cos’è l’ironia?
    la satira è la presa in giro del potere. Bene quale potere si prende in giro facendo battute sulla morte di una persona giovane che perde la vita per 2 moto gli passano sul collo a 200 all’ora? vedete che siete coglioni? oltretutto uno potrebbe anche dire: è morta questa persona, ma a me non interessa. A parte che uno che dice così dimostra già di essere un ebete che pensa di distinguersi dalla massa sparando coglionate a vanvera, ma se a te non ti interessa pensi forse per questo di avere il diritto di fare ironia e battute su ciò che è successo?
    A voi manca solo questo: il senso del rispetto. Ed è tanto più grave quanto più si pensa che stiamo parlando del rispetto per un giovane morto e di rispetto per il dolore dei suoi familiari e di chi lo conosceva.
    Ma voi semplicemente non sapete un cazzo: siete solo dei viziatelli che si sentono importanti perchè hanno la possibilità di pontificare da una tastiera di un computer, convinti che più si è dissacranti e irriverenti e più si dimostra di essere saggi o di aver capito chissà che.
    Credetemi chi non capisce il valore e il significato o la gravità degli eventi come questo ha il nulla nel cervello. State zitti e al posto di scrivere cagate riflettete se ne siete ancora capaci.

  22. koralloz says:

    @fabio: oltre alle petizioni di principio, al ricorso al principio d’autorità, ai non sequitur e agli insulti, sei in grado anche di argomentare? vabbè dai, scherzo 🙂 è una domanda retorica chiaramente, infatti se ne fossi stato in grado l’avresti già fatto, invece di scrivere tale melensa pappardella da minus habens 🙂

    • fabio says:

      1. non ho la più pallida idea di che cazzo siano i non sequitur
      2. argomenta tu allora, illuminaci: in che cosa consideri il mio post una “melensa pappardella da minus habens”?
      3. infine pensi che le battute di questo sito sulla morte di questo ragazzo siano fuori luogo sì o no? e perchè?

      non dovrebbe essere difficile

  23. mauro says:

    questa gente non ha idea del significato di rispetto, è senza valori, sparano cazzate ,poi invocano la libertà di parola, se questi sono il futuro siamo nella merda.

  24. Giacomo says:

    Wow, i moralisti si svegliano solo dopo anni di attività di Nonciclopedia e decine di battute sui morti. I morti che contano ovviamente, quelli belli, simpatici e famosi. Quelli facili da strumentalizzare. E vi ci è voluto Vasco Rossi per accorgervene, patetici ipocriti? Siete voi gli unici a mancare di rispetto a quel povero ragazzo, non chi prova a sdrammatizzare.

  25. stus says:

    Ci sono due razze di persone che vorrei vedere ardere: i buonisti ipocriti e i papaboys. Mi state tanto sul cazzo. Siete stupidi. Siete inferiori.

  26. Marco says:

    beh, dopo tutto quello che ho letto su questa pagina dico semplicemente che una battuta del genere poteva evitarsi, è anche vero che c’è libertà di parola, come afferma gianfilippo, ma è anche vero che esiste il rispetto per un ragazzo che ormai non può più rispondere a nessuno, quindi basta…………….

  27. emanuele says:

    be sono molto basito nel leggere queste cose scritte da te ma pensando a una realta come la favelas no riesco ha pensare una persona come te cresci rivolto ha fabio

  28. isabella says:

    solo una cosa cè da dire….. è inutile commentare una stronzata come questa…spero solo che chi l ha scritta volesse solo fare una stupida provocazione…..altrimenti non ho parole…..dovrebbe almeno trovare il coraggio di dire una cosa simile davanti ai genitori di marco se veramente ha le palle!!!!!! chi dice certe cose dovrebbe anche avere il coraggio di dirle a viso scoperto altrimenti è solo una grande MERDA!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!

  29. giorgia says:

    Ma state zitti -.- nonciclopedia è una porcheria,merda pura! Che non mi tocchino Super SIC!
    Che gentaglia.. .

  30. Biscio says:

    Se vogliamo essere sinceri bisognerebbe ricordare al Vasco Nazionale che negli anni ’80 ha rimbambito il cervello di tanti ragazzi che per andare dietro alle tre cazzate che diceva nelle sue canzoni sono finiti morti drogati o di AIDS…..E ora fa tanto il moralista pure lui….si, ma solo quando gli si tocca il culo. Per quanto riguarda Simoncelli non so se sia piu’ offensiva una battutaccia (che magari si poteva pure evitare) o tutte le frasine fatte ridondanti di stucchevole buonismo che tanti hanno vomitato volendo apparire santi e buoni mentre ipocritamente volevano solo ritagliarsi un momento di attenzione ed importanza sulla morte di un ragazzo di 24 anni……

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi