Reportage Paolo Nutini

Pubblicato il luglio 16th, 2011 | da Luisa Fazzito

0

Paolo Nutini e Kaiser Chiefs salvano l’Italia Wave Festival

In uno stadio di Via del Mare poco gremito, si è concluso ieri il secondo appuntamento dell’Italia Wave Love Festival, evento che per la prima volta in 25 anni è stato ospitato dal Salento, nella splendida città di Lecce. Ospiti attesi della seconda serata erano i Kaiser Chiefs e il cantautore italo-scozzese Paolo Nutini. Prima di loro sul palcoscenico la band abruzzese degli Shijo X, il rock capitolino dei Bud Spencer Blues Explosion e i The Joy Formidable, band britannica che ricorda molto i The Cranberries. E’ alle 22.00 circa che il richiamo delle prime note dei Kaiser Chiefs “salva” l’evento da un kolossale flop di presenze. Il gruppo di Leeds non si risparmia, soprattutto il frontman Ricky Wilson che con la sua energia ha letteralmente divertito e coinvolto il pubblico presente. Instancabile Wilson si è prima lanciato tra il pubblico che, estasiato, lo acclamava per poi calarsi in mezzo alla folla per raggiungere la postazione suoni e luci piazzata di fronte al palco. I Kaiser Chiefs hanno presentato alcuni dei brani dell’ultimo album “The Future is Medieval” ma anche i brani più famosi come “Everyday I love you less and less“, “Ruby“, “I Predict a Riot“.

MelodicaMente

Poco prima di mezzanotte è toccato a Paolo Nutini, all’unica data italiana del suo tour, continuare l’ottimo lavoro iniziato dai Kaiser Chiefs. Il giovane 24enne italo-scozzese si presenta sul palco con una T-Shirt bianca e un’acconciatura insolita, ma in splendida forma. Inizia lo show sulle note di “Jenny don’t be hasty” e da li per un’ora e mezza è uno spaziare tra blues, soul, twist e reggae e qualche accenno alla musica italiana, come a voler ricordare le sue radici. Così un accenno di “Caruso” apre la strada ad uno dei brani più amati dai fan di Paolo, “Candy“. Dai brani tratti dall’ultimo album, “Sunny Side Up” (Coming up easy, Sunny Side Up, Growing up beside you, Pencil Full Of Lead) ai brani che hanno decretato il suo successo come “Last Request“, “New Shoes“, fino alla cover di “Time To Pretend” dei MGTM Nutini ha regalato una performance davvero esaltante e convincente. Oggi l’attesa è tutta per Lou Reed, artista dal forte richiamo tra le diverse fascie d’età. L’ex Velvet Underground sarà anticipato sul palcoscenico dai Verdena, band dei fratelli Ferrari e Roberta Sammarelli, forti del successo del loro ultimo album “Wow“, ma questo è tutto un altro racconto che vi attende domani. Stay Tuned… Paolo Nutini – No Other Way
Paolo Nutini – Caruso

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi