Road To U2 e Jay-Z| © Sean Gallup/Getty Images

Pubblicato il novembre 4th, 2011 | da Giuseppe Guerrasio

0

Road To MTV EMA 2011: trionfi ed esibizioni delle edizioni 2000-2010

Road To MTV EMA 2011 continua il suo tragitto, dopo aver parlato dei primi sei anni di vita dell MTV Europe Music Awards eccoci ora a ricordare i momenti più belli ed i vincitori delle edizioni dal 2000 al 2010.

2000, Sindrome da Stoccolma verso Eminem e Madonna

L’anno dopo il “big four” di Britney Spears, gli MTV EMA approdano all’Ericsson Globe di Stoccolma, dove il 16 Novembre 2000 il Fugees Wyclef Jean presentò una edizione con un cast molto ricco. Tornò vittorioso Robbie Williams che con “Rock DJ” vinse come Best Song e quella stessa sera cantò insieme a Kylie Minogue il brano  “Kids”, mentre Eminem, che iniziava a collezionare massicciamente titoli, vinse il Best Album, per “The Marshall Mathers LP”, Best Hip-Hop .  Madonna fu nuovamente Best Female e Best Dance. Nella nostra nazione vinsero il Best Italian Act i Subsonica. Infine il volto nuovo di Jennifer Lopez ottenne il premio Best R&B.

2001, a Francoforte arrivano i Gorillaz e i Limp Bizkit

Gli MTV EMA 2011 ebbero luogo al Festhalle di Francoforte, per la prima volta apparve come presentatore Sacha Baron Cohen, nelle vesti di Ali G, in uno show a dir poco esilarante che ebbe una delle più alte risposte di pubblico da parte degli spettatori televisivi. In quell’edizione apparvero i Gorillaz  che con la canzone “Clint Eastwood”  vinsero come Best Song e inoltre furono anche premiati come Best Dance, mentre l’ottimo “Chocolate Starfish and the Hot Dog Flavored Water” permise ai Limp Bizkit di vincere il Best Album, il Best Group ed il primo Web Award. Ancora una volta Robbie Williams ottiene un successo, è il Best Male, e naturalmente manco a dirlo il Best Hip-Hop è Eminem. Jennifer Lopez confermò di non essere stata un caso e vinse il Best Female. Per ciò che riguarda il nostro paese, la sublime voce di Elisa è la Best Italian Act.

Flea | © Johnathan Wood/Getty Images


2002, Barcellona, certezza Eminem, doppietta Red Hot Chili Peppers, Linkin Park, Kylie Minogue

Il 14 Novembre 2002 gli MTV Europe Music Awards per la prima volta si svolsero in due location, entrambe a Barcellona, la principale al chiuso fu il Palau Sant Jordi, mentre all’aperto fu lo spazio adiacente la Font màgica de Montjuïc. Puff Daddy guidò la carrozza, con un cast di artisti a presentare ogni premio. I Red Hot Chili Peppers confermarono la loro maturità vincendo il Best Live Act ed il Best Rock, doppietta fu anche quella di Kylie Minogue, che ottenne i premi di Best Dance e Best Pop, e dei Linkin Park, vincitori di Best Group e Best Hard Rock. Conferma fu anche quella di Jennifer Lopez, per il secondo anno consecutivo Best Female, ma a consolidare la propria posizione in modo assoluto fu Eminem che vinse oltre solito Best Hip-Hop anche il Best Male e Best Album. Il premio Best Italian Act andò ai Subsonica.

2003, ad Edimburgo Justin Timberlake surclassa tutti

Ancora una volta 6 Novembre e tocca ad Edimburgo in due location, l’Ocean Terminal e il Princes Street Gardens, ospitare gli MTV EMA. Christina Aguilera con i suoi dodici abiti seppe ben tenere la scena e vinse anche come Best Female. Una vera incetta di premi fu fatta da Justn Timberlake che vinse Best Male, Best album e Best Pop. Il Best Hip-Hop c’è bisogno di dirlo chi lo vinse? Eminem Naturalmente. Stesso genere che diede ai Gemelli Diversi il Best Italian Act. Infine due i titoli vinti da Beyoncé, Best R&B e Best Song (insieme a Jay-Z).

2004, Roma la città eterna

All’Ippodromo Tor di Valle e davanti al Colosseo i due luoghi dove si svolse l’evento, era il 18 Novembre 2004 e gli MTV EMA furono presentati dal rapper Xzibit. In patria il titolo di Best Italian Act andò a Tiziano Ferro, ma il vero successo fu per gli Outkast, con “Hey Ya!” , vinsero sia Best song che Best Video, furono inoltre Best Group. Bella scoperta fu anche Usher che vinse Best album e Best Male. Di quella edizione si ricorda la spettacolare presenza di fan, circa 400.000, per la performance di Anastacia  che eseguì “Left Outside Alone”.

Il 2005, a Lisbona sorpresa Gorillaz e successo dei Green Day

Anche nel 2005 l’evento trasmesso da Lisbona fu affidato alla verve di Sacha Baron Cohen  nelle vesti di Borat.  Lo show fu aperto da un’esibizione strabiliante di Madonna sulle note di “Hung Up”  all’interno di una gigantesca palla da discoteca. A Miss Ciccone toccherà consegnare il premio MTV Free Your Mind a Bob Geldolf per il suo contributo umanitario grazie al Live 8. L’edizione vide anche un’insolita esibizione: per la prima volta i Gorillaz decisero di mostrarsi ad uno show utilizzando la tecnologia degli ologrammi, scegliendo proprio il palco MTV EMA che li vide anche trionfare nella categoria Miglior Gruppo. Il 2005 incoronà anche Shakira come Best Female mentre per la seconda volta il Best Male andò a Robbie Williams. Trionfo dei Green Day che conquistarono sia il Best Album per “American Idiot” che la sezione Best Rock.

2006,  Copenaghen incorona Justin Timberlake,  per Kanye West iniziano le polemiche

Copenaghen ospita l’evento nel 2006, aperto dal performer e presentatore Justin Timberlake: “SexyBack”, “My Love” and “LoveStoned” introducono la grande serata caratterizzata anche dalla vittoria dello stesso Timberlake come Best Male dalla presenza come performer dei Muse, Snoop Dogg, The Killer e Rihanna. Tra le altre presenze si segnalano anche quella di Moby, Kanye West e dell’italiano Tiziano Ferro. L’edizione sarà ricordata anche per il siparietto creato da Kanye West il quale invase lo stage al momento in cui fu dichiarata la vittoria nella sezione Best video di Justice vs Simian per “We Are Your Friends”. Il rapper lamentava la mancata vittoria del suo video per “Touch the Sky”. In quella edizione fu Gnarls Barkley con “Crazy” ad aggiudicarsi il titolo di Best Song Mentre per i Red Hot Chili Peppers arriva la premiazione per “Stadium Arcadium” a cui viene assegnato il Best Album.

2007, a Monaco il trionfo di Amy Winheouse e Avril Lavigne

La 14° edizione degli Mtv Ema si tiene presso l’ Olympiahalle di Monaco che la incoronò come l’edizione più seguita e maggiormente riuscita nella storia degli MTV EMA. Ad aprire lo show presentato da Snoop Dogg, il frontman dei Foo Fighters, Dave Grohl, direttamente dalla zona VIP Pit. L’edizione sarà ricordata per l’esibizione, sotto la pioggia, di Amy Winehouse in quello che è diventato il successo mondiale “Back To Black“, l’omonimo album si aggiudicherà il Best album. Will.I.Am in coppia con Nicole Scherzinger delle Pussycat Dolls hanno duettato in “Baby Love”. Memorabile anche l’ottima forma fisica di Pete Doherty dei Babyshambles. Il 2006 vide l’assegnazione del Free Your Mind ad Anton Abele per il suo impegno nella lotta contro la violenza di strada. Ma è anche l’anno di Avril Lavigne riconosciuta come Best Artist, Best Song per “Girlfriend”

2008, A Liverpool all’insegna di Barack Obama

All’Echo Arena di Liverpool si tiene la 15° edizione degli MTV Europe Music Awards, condotta da Katy Perry con la collaborazione dei 30 Second To Mars. Molte le pop star che si sono esibite dal vivo tra cui la stessa Katy Perry (alla quale andò il Best New Act), Beyoncé, Kanye West, P!nk, Take That. Durante lo spettacolo, le cui coreografie furono curate da Luca Tommassini e seguito da più di 80 milioni di telespettatori, vide la consacrazione da parte di Bono degli U2 ad un immortale della musica internazionale, Paul McCartney. L’edizione è stata segnata anche dai numerosi riferimenti a Barack Obama, neo eletto presidente degli Stati Uniti: lo ringraziò Paul McCartney al termine della sua premiazione, lo fecero anche Kanye West e Estelle dopo aver concluso la loro esibizione dit “American Boy” con il volto del presidente degli Stati Uniti proiettato sullo schermo gigante dietro di loro. La trionfatrice assoluta della serata è stata la veterana Britney Spears alla quale andarono Best Album Of The Year and Best Female.

U2 e Jay-Z| © Sean Gallup/Getty Images


2009, Porta di Brandeburgo nel ricordo di Michael Jackson il trionfo di Beyoncé

Quella del 2009 è un’edizione storica svoltasi alle spalle della Porta di Brandeburgo a Berlino per celebrare i 20 anni dalla caduta del Muro Per la seconda volta consecutiva a presentare l’evento è Katy Perry. Durante la serata sono stati numerosi gli omaggi a Michael Jackson scomparso il 25 Giugno dello scorso anno. Il primo tributo arriva dai Jonas Brothers che dopo essersi esibiti spiegano: “Quest’anno abbiamo visto la perdita del più grande musicista pop che il mondo abbia mai conosciuto. Noi ed MTV abbiamo voluto rendere omaggio al vero King Of Pop, Michael Jackson. Il suo talento impareggiabile ha modellato il panorama musicale, influenzando artisti vecchi e giovani“. Altro momento storico è il live tenuto alle spalle del sontuoso monumento tedesco dagli U2 che aggiudicatisi il premio per il Miglior Concerto dell’anno, in compagnia di Jay-Z, hanno cantato “Sunday Bloody Sunday” con un richiamo al brano di Bob Marley “Get Up, Stand Up”. Tuttavia la vera regina della serata è stata indiscutibilmente  Beyoncé che ha portata a casa ben 3 premi: Best Female, Best Song (Halo) e Best Video (Single Ladies (Put a Ring on It). Best Male invece viene assegnato ad Eminem mentre il 2009 premia la rivelazione dell’anno: Lady GaGa.

2010, la conferma di Lady GaGa e l’orgoglio italiano con Marco Mengoni

Siamo giunti al 2010 ultima edizione svoltasi a Madrid guidata da una splendida Eva Longoria. E’ indubbiamente l’anno di Lady GaGa che, in collegamento dal cancerto di Budapest per il The Monster Ball Tour, ha ringraziato tutti per i premi ottenuti:  Best Female, Best Song and Best Pop. Best video viene assegnato a Katy Perry per “California Gurls” la quale si presenterà per la prima volta ad un evento ufficiale insieme al neo sposo Russell Brand. Justin Bieber torna a casa con il Best Male e il Best Push Act. Ma l’edizione 2010 sarà ricordata in Italia per l’assegnazione del Best European Act a Marco Mengoni, primo artista nella tradizione italiana a vincere il premio.

Tags: , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Informatico da sempre, blogger per passione, polemico per professione. Calabrese mezzosangue (per l'alta metà Campano), giro il mondo quando posso. Quando sono fermo ascolto musica. Amo i Pearl Jam, i Nine Inch Nails e gli Smashing Pumpkins. Il resto probabilmente mi piace molto. Ma niente neomelodico e pop scadente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi