News Robert Sherman | Wikipedia

Pubblicato il marzo 6th, 2012 | da Chiara B

0

Robert Sherman è morto: compose musiche di “Mary Poppins”

Martedì 6 Marzo è morto all’età di 86 anni  Robert Sherman . Il suo nome probabilmente non vi dirà niente, eppure le sue canzoni sono tra le più famose al mondo e le conosciamo fin da bambini: questo paroliere inglese è infatti autore dei alcuni brani più noti dei cartoni animati della Disney.

Robert Sherman lavorato assieme con il fratello Richard presso la casa di produzione cinematografica dal 1960 al 1973 ed in quei tredici anni di attività ha composto circa 200 brani per ben 27 film e circa venti programmi e telvisivi.

Sue sono, ad esempio, le canzoni di “Mary Poppins”, vero e proprio pilastro tra i film per ragazzi che tutti noi conosciamo a memoria. “Un poco di zucchero”, “Supercalifragilistichespiralidoso”, “Cam Caminin” portano tutte la firma di Robert Sherman e del fratello.

Proprio per quest’ultimo pezzo, una strampalata ballata sulla difficile vita di uno spazzacamino emarginato dalla società , si era aggiudicato due premi Oscar per la Miglior Colonna Sonora e la Miglior Canzone.

Robert Sherman | Wikipedia

Sempre di Robert Sherman sono anche le canzoni de “Il Libro della Giungla”, “La carica dei 101”, “La spada nella roccia”, “Gli Aristogatti”, “Robin Hood” e tantissimi altri. In pratica tutti le canzoni che per prime abbiamo imparato da piccoli sono state scritte tutte da Robert Sherman.

E’ morto a Londra, ne ha dato l’annuncio il figlio Jeffrey sul profilo ufficiale Facebook, su cui ha scritto: “Papà voleva portare un po’ di felicità al mondo e indubitalmente c’è riuscito”. La notizia è stata poco dopo confermata dal suo agente Stella Richards.

Nel corso della propria carriera ha accumulato un palmares da far invidia a nomi anche più familiari: assieme al fratello Richard, con cui ha sempre lavorato, è stato nominato ben 9 volte all’Oscar, di cui 2 vinti, ha poi conquistato due Grammy Awards e 23 dischi d’oro e di platino.

Con lui se ne va un pezzo della nostra infanzia, ma le sue canzoni continuano a farci compagnia e farci tornare bambini.

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi