Testi e Traduzioni

Pubblicato il febbraio 3rd, 2014 | da Luisa Fazzito

0

Rocco Hunt: “Nu Juorno Buono” Testo

Tra le sorprese di questo Sanremo 2014 sicuramente è Rocco Pagliarulo, in arte Rocco Hunt giovanissimo rapper (classe 1994) di Salerno che sta attirando l’attenzione di tutti gli addetti ai lavori riscuotendo ottima stima anche da parte dei pilastri della musica rap in Italia. Rocco Hunt si presenterà al pubblico dell’Aristo con il brano “Nu juorno buono” con cui vuole raccontare il dramma della Terra dei Fuochi e della scelta del popolo partenopeo ad abbandonare la propria terra.

Tra i sui più grandi sostenitori alla partecipazione al Festival della Canzone Italiana (scenario molto lontano dall visione artistica di un rapper) il collega e corregionale Clementino, rapper che lo scorso anno ha dominato le classifiche di vendite.
Rocco Hunt, contrattualizzato sotto l’etichetta Sony, non ha ancora svelato la data di uscita del nuovo album perché, dice “ci stiamo ancora lavorando, sarà per metà in dialetto e per metà in italiano”

Rocco Hunt all'Ariston | Facebook

Rocco Hunt all’Ariston | Facebook

Rocco Hunt: Nu Juorno Buono – Testo

Questa mattina per fortuna c’è un’aria diversa
Il sole coi suo raggi penetra dalla finestra
Quant’è bella la mia terra
Mi manca quando parto
Porto una cartolina di riserva
Questo posto non deve morire
La mia gente non deve partire
Il mio accento si deve sentire
La strage dei rifiuti
L’aumento dei tumori
Noi siamo la terra del sole
Non la terra dei fuochi
Questa mattina per fortuna la storia è cambiata
Vedo la gente che sorride spensierata
Non esiste cattiveria
Si sta bene in strada
Il mondo si è fermato
In questa splendida giornata
E’ nu juorno buono
stammatin’ m’a scettat’ o’ sol
l’odor do’ cafè
o’ stereo ppe’ canzone
a’ quantu tiemp’ cche nun stev’ accussì
ogni cosa accumenc’ m’addà fnni’
nun me manc nient’
stamattin nu me manc’ nient
abbraccia a’ Gabriellin
cche s’addorm n’gopp o’ liett’
nun sap’ e’ prublem
nun sap’ che a vita dolce poi t’avvelen
nu bac’ a’ mamma mij
a’ già funnut e’ fà e serviz’
a’ principess rint’ a miserja
ha mis o’ munn stu scugnizz
m’ha mbarat’ a piccolin
ca’ nu suonn’ se realizz’
te cancellass’ tutte e’ rughe
e’ eccose triste
Dimentica di andare fuori per lavoro
Le nuove aziende fioriranno nel tuo territorio
Dimentica le banche, li presteremo noi a loro
Zero padrone, gli ruberemo il trono
Non c’è la fila allo sportello
E’ come se tifi un’altra squadra
Sei lo stesso mio fratello
Fratello Amore
Invece di impugnare quel coltello
La violenza è stata sempre il metodo di chi non ha cervello
Tagliate quella linea che divide nord e sud
Guardo il cielo per cercare chi purtroppo non c’è più
Nu Juorno buono anche per loro
E son sicuro che un sorriso l’ho strappato
Anche a voi lassù
E’ nu juorno buono
stammatin’ m’a scettat’ o’ sol
l’odor do’ cafè
o’ stereo ppe’ canzone
a’ quantu tiemp’ cche nun stev’ accussì
ogni cosa accumenc’ m’addà fnni’
nun me manc nient’
stamattin nu me manc’ nient
abbraccia a’ Gabriellin’
cche s’addorm n’gopp o’ liett’
nun sap’ e’ prublem
nun sap’ che a vita dolce poi t’avvelen
nu bac’ a’ mamma mij
a’ già funnut e’ fà e serviz’
a’ principess rint’ a miserja
ha mis o’ munn stu scugnizz
m’ha mbarat’ a piccolin
ca’ nu suonn’ se realizz’
te cancellass’ tutte e’ rughe
e’ eccose trist.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Rispondi

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi