News Glastonbury Music Festival: 40th Anniversary - Day 2

Pubblicato il ottobre 28th, 2011 | da Greta C

0

Rocketjuice and The Moon: la band di Damon Albarn, Flea e Tony Allen

Damon Albarn è una di quelle personalità della scena musicale internazionale da cui bisogna aspettarsi sempre l’imprevedibile. Qualche mese fa vi avevamo accennato del progetto Albarn – Flea dei Red Hot Chili Peppers anche se, non erano rilasciati dettagli maggiori a riguardo. Proprio quest’oggi, invece, si viene ad apprendere nuove notizie all’orizzonte che lasciano presagire un futuro ancora tutto da scoprire per i musicisti in questione. Rocketjuice and The Moon, questo sarà il nome del gruppo che vedrà la partecipazione dell’ex Blur nonché di Flea, presenza fondamentale dei Red Hot Chili Peppers; la formazione, però, non è ancora al completo, infatti l’ultimo nome rilasciato è quello di Tony Allen, batterista nigeriano.

Glastonbury Music Festival: 40th Anniversary - Day 2

Damon Albarn |© Dave Hogan/Getty Images

Il 29 Ottobre, sabato sera ormai prossimo, i Rocketjuice and The Moon si presenteranno al pubblico in un piccolo live al Barbican di Londra. Il primo disco della nuovissima formazione dovrebbe uscire nei primi mesi del 2012 ma, purtroppo, non vi sono ancora dettagli a riguardo se non che, per ora, il titolo stesso del disco sarà niente meno che quello della band stessa. Damon Albarn ha approfondito maggiormente le linee guida della formazione, spiegando che, mentre era a Lagos qualcuno gli ha fatto recapitare una copertina con disegnato e scritto il titolo che poi, lui stesso, ha sfruttato come nome del gruppo. Albarn ha concluso l’episodio dicendo che Rocketjuice and The Moon è un nome che gli è subito andato a genio perché è molto difficile trovare il nome per una nuova band. Soffermandoci un attimo a pensare cosa questo trio potrebbe produrre in futuro, le aspettative non possono essere che ai massimi livelli. Ricordiamo infine che Damon Albarn sarà protagonista il 10 Novembre di un concerto al Coronet di Londra con i “The Good, The Bad & The Queen”, il primo concerto dal 2008. In conclusione, Albarn ci ha dimostrato che a lui proprio non piace rimanere senza fare nulla e, alla luce della riesumazione del progetto Blur e in un momento a quanto pare di pausa dei Gorillaz, il musicista inglese stia sperimentando nuove strade musicali. Il risultato è ancora tutto da scoprire.

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi