News Roger Daltrey | © Kevin Winter/Getty Images

Pubblicato il novembre 30th, 2011 | da Valentina Garbato

2

Roger Daltrey porta in tour “Tommy” il capolavoro degli Who

Lo scorso 27 novembre, nel giorno della scomparsa del celebre e visionario regista Ken Russell è stata data la notizia che annuncia quello che senza dubbio sarà uno dei più importanti eventi rock del 2012. Roger Daltrey , voce e icona indiscussa di The Who, ha annunciato un tour europeo in cui eseguirà per la prima volta dal vivo e per intero “Tommy“, la leggendaria opera rock della band. Dunque lo sconvolgente film “Tommy” di Ken Russell, tratto dall’omonimo disco degli Who, ritorna in scena.

Roger Daltrey | © Kevin Winter/Getty Images

“Tommy”: Il racconto di un album capolavoro

Tommy” è senza dubbio uno degli album che ha lasciato un segno nella storia della musica rock: uscito nel 1969, il quarto lavoro della band, è entrato nel 1998 nella Grammy Hall of Fame.  Ad oggi il doppio album ha venduto oltre 20 milioni di copie nel mondo e l’omonimo film che ne è stato tratto nel 1975, con Roger Daltrey nel ruolo del protagonista, ha ottenuto lo stesso straordinario successo.

The Who - Tommy - Artwork

“Tommy” è un concept album basato sulla storia di un ragazzo, Tommy appunto, nato alla fine della prima guerra mondiale che diventa sordo, cieco e muto dopo aver assistito (guardando attraverso uno specchio) all’omicidio dell’amante della madre da parte del padre. I due genitori dicono al figlio di non dire, vedere e sentire nulla ed è così che Tommy diventa muto, cieco e sordo. Il pezzo portante dell’album non a caso è il celebre “See Me, Feel Me, Touch Me, Heal Me“.

L’opera rappresenta una denuncia del senso di oppressione che soffoca un adolescente che trova attorno a sé solo ipocrisie, violenze ed ingiustizie. L’interpretazione di Daltrey infatti dà voce alla disperazione ed alle emozioni di Tommy. Oggi il cantante della band britannica ha allestito uno spettacolo realizzato sulla base del film e impreziosito dall’aggiunta di materiali inediti, dunque i fan e chiunque assisterà al concerto si prepari a vivere un’esperienza multimediale unica e travolgente. I celeri brani saranno accompagnati da video e immagini in grado di rappresentare la verve e l’energia che sono l’anima e il carattere distintivo della band.

Il Progetto di Roger Daltrey

Il progetto di Daltrey è stato presentato in anteprima nel marzo 2011, alla Royal Albert Hall di Londra, durante un concerto di beneficienza e ha suscitato reazioni e commenti entusiastici da parte di critica e pubblico. L’artista sarà accompagnato da musicisti del calibro di Frank Simes (chitarra), Scott Deavours (batteria), Jon Button (basso), Loren Gold (tastiere) e ancora alla chitarra Simon Townshend, fratello del celebre chitarrista Pete Townshend. Proprio Pete Townshend non avendo potuto partecipare al progetto, a causa di una malattia che sta seriamente compromettendo il suo udito, ha commentato positivamente la notizia del tour dichiarandosi vicino con il cuore e con lo spirito a Roger Daltrey e al resto della sua band.

Oltre a “Tommy” ci sarà spazio anche per l’esecuzione di una ricca selezione degli storici brani della band come “Pinball Wizard”, “We’re Not Gonna Take It” e “The Acid Queen”. Roger Daltrey porterà il suo tour anche in Italia il prossimo marzo e per ben otto date. Si partirà il 9 marzo a Padova al Gran Teatro Geox per proseguire l’11 al Carlo Felice di Genova e il 12 al Colosseo di Torino, poi ancora il 18 Marzo al Teatro Rossetti di Trieste, il 20 al Comunale di Firenze, il 21 e il 23 doppia data all’Auditorium Conciliazione di Roma e infine il 24 al Teatro Smeraldo di Milano.

Tags: , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



2 Responses to Roger Daltrey porta in tour “Tommy” il capolavoro degli Who

  1. Zelda says:

    Buongiorno,
    Lei scrive: “Oltre a “Tommy” ci sarà spazio anche per l’esecuzione di una ricca selezione degli storici brani della band come “Pinball Wizard”, “We’re Not Gonna Take It” e “The Acid Queen”.”

    Però i brani da lei citati sono tutti parte dell’album “Tommy”.

    Con simpatia 🙂

  2. zanardelli sandro says:

    beh, scrivere di tommy senza nemmeno conoscerne i brani è ridicolo e raccapricciante per i fan degli who,

    senza simpatia

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi