Reportage Sanremo2011

Pubblicato il febbraio 18th, 2011 | da Vittoria Borgese

0

Sanremo 2011:il resoconto della quarta serata

La quarta serata del festival, quella dedicata ai duetti, si apre con le due vallette del Festival  Belen ed Elisabetta che ballano il valzer e poi annunciano sul palco il conduttore, Morandi.

I primi ad esibirsi sono  Luca Barbarossa e Raquel de Rosario con Neri Marcorè: prima del brano un siparietto troncato da Morandi che invita i tre a cominciare: il ruolo di Marcorè più che canoro è musicale dato che l’attore si limita a suonare la chitarra insieme ai due cantanti.

Dopodiché arrivano i due mattatori Luca e Paolo che strappano sorrisi tra il pubblico con le loro irriverenti battute, a seguire i La Crus con Nina Zilli: strana coppia che fa comunque la sua figura.

Poi tocca ad Anna Tatangelo che duetta con Loredana Errore: il giudice di X-factor ha attinto dalla fucina di Amici per questa serata.

Poi Max Pezzali con Lillo e Greg: all’inizio del pezzo Max non c’è e i due comici offrono una versione swing del brano, che viene interrotto da Lillo come momento dello sketch messo in piedi dal duo comico, poi entra Pezzali che ripropone il suo brano. Una buona idea!

Tricarico si esibisce insieme al il coro di voci bianche ”Si La So…l” che interviene nel ritornello tra gli applausi dell’Ariston.

A questo punto Morandi intervista Monica Bellucci che risponde alle domande del conduttore con la solita superbia da diva, nonostante ripeta più volte di essere una donna normale: entra poi l’altro protagonista del film “Manuale D’Amore 3” ,Robert De Niro che durante tutta l’intervista sembra quasi annoiato… e meno male che non li hanno pagati. Si conclude almeno per il momento l’intervista che non ricorderemo certo per lo spessore delle domande.

Morandi esalta la Bellucci,anche se inciampa in un’espressione infelice “la Bellucci si mantiene bene”, dice e poi dichiara il suo amore alla moglie presente in platea. A seguire   Belen ed Elisabetta presentano l’esibizione di Giusy Ferreri che canta  con Francesco Sarcina delle Vibrazioni.

Seguono Franco Battiato e Luca Madonia con Carmen Consoli: un trio siciliano che convince e dimostra come la serata dei duetti serva a dare ai brani una luce diversa.

Accoppiata vincente anche per Nathalie e L’Aura: più calda la voce della cantante bresciana, che ben si amalgama ai toni acuti di Nathalie.

Torna in scena Robert De Niro: questa volta c’è anche la Canalis che traduce in inglese tra mlte incertezze e qualche strafalcione. L’intervista prosegue tra  momenti tragi-comici, e senza passaggi degni di rilievo.

Torna la buona musica di Vecchioni accompagnato dalla PFM… e la sua canzone sembra ancora più bella!

Poi arrivano gli ospiti musicali più attesi: i Take That , che nella formazione al completo eseguono il brano “The Flood” con cui sono tornati sulle scene. Robbie William come al solito è la voce fuori dal coro e non perde occasione di mettersi in mostra muovendosi sul palco. E alla fine dell’esibizione le due belle vallette danno sfogo alle loro migliori domande: il festival delle banalità.

Menomale che sale sul palco Davide Van De sfroos, accompagnato per la serata da Irene Fornaciari: il brano mantiene intatto l’effetto, anche nella parte solista di Irene e il pubblico apprezza.

Tornano in scena Luca e Paolo che annunciano un omaggio, dicono “gli artisti del circo” e poi cantano sulle note di “Uno su Mille” tutti i guai della sinistra italiana: da Vendola alla Bindi, da Bersani a D’Alema, ci sono tutti. Il pezzo è estremamente comico e racconta le frustrazioni dell’elettore di sinistra, gli applausi sono d’obbligo.

Tocca poi a  Michele Placido che recita il testo di “Amanda è libera” il brano di Al Bano interviene nel ritornello. Per  ultimi Emma e i Modà con Francesco Renga.

L’esibizione dei big si sono così concluse e arriva il momento dei  giovani, che  tornano sul palco ad esibirsi: per prima Micaela Foti, poi c’è Raphael Gualazzi,seguito da Roberto AmadèSerena Abrami.

C’è ancora tempo per un siparietto di Luca e Paolo e per l’esibizione di Belen Rodriguez prima che Morandi annunci il momento in cui viene decretato il vincitore di Sanremo Giovani: è Raphael Gualazzi. La sua è una vittoria che mette d’accordo pubblico, televoto e Golden Share.

La parte finale della serata è dedicata all’eliminazione di due big in gara. A sorpresa, secondo noi, vengono asclusi dalla finale Tricarico con la sua  “Tre colori” e Max Pezzali con “Il mio secondo tempo“.

Tags: , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi