News I Soliti Idioti | © Daniele Venturelli/Getty Images

Pubblicato il febbraio 16th, 2012 | da Vittoria Borgese

0

Sanremo 2012, i Soliti Idioti sul palco dell’Ariston

La seconda serata del Festival di Sanremo 2012 inizia strizzando l’occhio ai più giovani: la coppia Mandelli – Biggio appare nell’Anteprima del Festival nei panni dei personaggi di un loro celebre sketch ambientato in un ufficio postale che proegue anche all’avvio della serata vera  e proprio quando Gianni Morandi si presenta enza giacca, fcendo da spalla a Biggio che sale sul palco nei panni della postina  Gisella, che con il suo fare saccente consegna a Morandi una giacca ben diversa da quella tradizionalmente indossara dal conduttore.

Siamo solo agli inizi però e le incursioni del duo comico, si inserirarnno a sorpresa nel corso della gara: simpatici siparietti con cui la coppia  ha cercato di dare un po’ di movimento e vitalità ad una serata fin troppo piatta, schiacciata forse dalla scaletta rigorosa imposta a Gianni Morandi e Rocco Papaleo, che si è visto ben poco, dai problemi tecnici relativi al sistema di votazione cha ha costretto a concentrare in un’unica sera la gara dei Giovani e quella di Big con quattro eliminazioni per ognuna categoria.

Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio sul palco di Sanremo 2012 | © Daniele Venturelli/Getty Images

A metà serata,dopo l’esibizione di Eugenio Finardi,  il Teatro ha accolto il duo nei panni di Gianluca & Ruggero De Ceglie altri due celebri personaggi che hanno contribuito al successo della coppia: un siparietto che strappa sorrisi con alcuni richiami ai temi ancora caldi della polemica sull’intervento di Adriano Celentano e del “commissariamento” di Sanremo.

Altro sketch è quello degli  (Im) moralisti, pezzo in cui Francesco Mandelli e Fabrizio Biggio interpretano  MariaLuce e Giampietro, due giovani benestanti in tenuta da tennis che si aggirano per il Teatro Ariston con fare snob  ironizzando sul razzismo e le persone “diversamente colorate”, prima di conquistare il palco per una performance musicale con “E’ normale“, che non è però l’unica della serata. I due infatti ritorneranno sul finale, smessi i panni dei personaggi che rappresentano figure e stereotipi dei giorni nostri,  per un saluto al pubblico che applaude divertito sulle note di “Buongiorno”.

I Soliti Idioti | © Daniele Venturelli/Getty Images

Una performance per “I Soliti Idioti”, che li promuove anche se, l’organizzazione dell’intera serata nel suo complesso non ha giocato a loro favore: poco spazio per le distrazioni ed esibizione di Giovani e Big, forse per evitare di sforare troppo.

Tags: , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi