News

Pubblicato il febbraio 20th, 2012 | da Greta C

0

Sanremo 2012, polemica sulle votazioni: l’orchestra non ha votato

Ieri pomeriggio in diretta dall’Ariston si è tenuto il programma di Massimo Giletti “Domenica In… L’Arena” che, in questi mesi, ha lavorato a strettissimo contatto con il Festival di Sanremo 2012. Ieri, durante la trasmissione, erano presenti diversi giornalisti fra cui Marco Mangiarotti e Mario Luzzato Fegiz. La polemica viene aperta da Pupo che dice “l’orchestra non è qualità”. Questa frase ha da subito creato casino in studio: chi parlava da una parte chi dall’altra. Al che, il microfono è passato nelle mani di Marco Mangiarotti che rivela “ora vi do uno scoop: l’orchestra non ha quasi votato”. Il giornalista ha continuato spiegando che, la parte classica dell’orchestra si è rifiutata di votare in quanto non reputava le canzoni presenti in questo festival all’altezza della situazione mentre, la parte rock non ha avuto tempo per votare e il loro voto non è giunto a fare la media per il conteggio della votazione finale. Giletti “cade dalle nuvole” facendosi spiegare meglio la questione: Mangiarotti spiega inoltre che l’orchestra rock ha fatto anche un ricorso al loro sindacato, giustamente, aggiungerei. Il giornalista ha portato l’esempio di “La Tua Bellezza” di Francesco Renga che è impossibile, a suo avviso, che sia arrivata dopo la 6° posizione.

Emma vince Sanremo 2012 | © TIZIANA FABI/AFP/Getty Images

A quanto pare, dunque, dalle parole del giornalista, la votazione che ha decretato il posizionamento dei Big è stata esclusivamente creata mediante televoto: se l’orchestra classica ha invalidato il voto non ritenendo le canzoni all’altezza, se l’orchestra rock non ha avuto modo di votare, ciò che resta è unicamente il televoto. In studio, ieri, la notizia ha subito creato un mormorio del pubblico. Giletti, evidentemente spaesato, ha concluso il momento idilliaco dicendo “la notizia verrà verificata”. Personalmente, spero che le parole di Marco Mangiarotti non corrispondano a realtà o, a totale realtà, anche se, non ho alcun motivo per non credere ad un giornalista che ha vissuto il festival 24 h su 24. Gianni Morandi si è perso in estenuanti e approssimative spiegazioni della modalità delle votazioni tutte le santissime sere quando, bastava dire che il vincitore, la classifica e qualsiasi tipo di votazione era creata unicamente mediante televoto. Di certo, se la notizia risultasse vera, sarebbe un grande punto negativo all’interno di questo Festival di Sanremo 2012: ancora una volta i telespettatori sono carne da macello per i meccanismi televisivi.

Tags: , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi