News Samuele Bersani | © Daniele Venturelli/Getty Images

Pubblicato il febbraio 19th, 2012 | da Chiara B

0

Sanremo 2012: Samuele Bersani vince il Premio della Critica

Fin da subito la sua canzone ha suscitato molta curiosità ed è stata tra le più canticchiate di questo Festival di Sanremo 2012: Samuele Bersani si è aggiudicato il Premio della Critica Mia Martini per la sua “Un pallone”. Che tal riconoscimento potesse finire dritto tra le sue mani lo avevamo pensato un po’ tutti, insomma, se lo contendevano lui, Eugenio Finardi, i Marlene Kuntz. La conferma è arrivata poi al termine della serata finale di questo Festival, quando a darne l’annuncio è stato il conduttore Gianni Morandi. Oltre al motivetto orecchiabile che subito entra in testa, questo brano è dotato di un testo estremamente intelligente e ben studiato in ogni parola.

“Un pallone” già nel titolo contiene il protagonista della canzone, di cui viene analizzata la strana vita: già, la personificazione di questo oggetto di uso quotidiano consente di vedere la realtà da una prospettiva diversa e a tratti più chiara. Un nuovo punto di vista, insolito è ciò che Bersani ci offre ed il Festival di Sanremo 2012 ha trovato il giusto modo per ricompensarlo.

Al momento della vittoria il cantautore romagnolo ha dichiarato:

Lo dedico a tutti quei ragazzi che nelle loro stanzine continuano a scrivere canzoni ed inventare storie nuove.

Già da qui, da queste poche parole, si capisce molto dello spirito che domina questo cantante ed il suo modo di comporre musica. Anche“Un pallone”, con cui ha partecipato a Sanremo 2012 , è una di quelle storie nuove a cui ha fatto riferimento: il pallone siamo tutti abituati a calciarlo, a giocarci, nessuno avrebbe mai pensato di utilizzarlo come pietra di paragone per esprimere la condizione sociale attuale.

Samuele Bersani | © Daniele Venturelli/Getty Images

Nel corso di questo Festival Bersani ha stupito e divertito il pubblico, a partire da quelle scarpette da calcetto abbinate a frac ed abiti eleganti con cui si è presentato fin dalla prima sera. I duetti da lui scelti sono stati altrettanto originali: Goran Bregovic nella terza serata di “Viva l’Italia nel mondo”, con cui ha rinnovato il classico del liscio “Romagna mia”, ed il comico Paolo Rossi alla quarta sera.

E pensare che lui a questo Festival di Sanremo 2012 inizialmente non aveva intenzione di partecipare. Un bel riconoscimento per lui, più che meritato.

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi