Inni", l'album targato Sigur Ros l’attesa era molta e, d..." /> Sigur Ros Inni album

Uscite Discografiche Sigur Ros |© Gareth Cattermole/Getty Images

Pubblicato il novembre 10th, 2011 | da Greta C

0

Sigur Ros: anteprima video di “Inni” e nuovo album

Attorno all’uscita di “Inni“, l’album targato Sigur Ros l’attesa era molta e, dall’anteprima che loro stessi hanno fornito come intro del DVD, sembra che sia stata ripagata egregiamente. Prima di inoltrarci nel cuore del discorso, però, diamo qualche piccole note introduttive a riguardo. “Inni”, uscito proprio pochi giorni fa, per la precisione il 7 novembre è un doppio CD live composto anche da un DVD che, è la parte più interessante dell’interno lavoro, dove la formazione islandese è stata ritratta durante la performance a Londra, avvenuta nel 2008, nella splendida cornice dell’ “Alexandra Place”.

Sigur Ros |© Gareth Cattermole/Getty Images

All’interno di “Inni”, non vi sono brani inediti, purtroppo, a parte l’eccezione “Lùppulagid”. Il progetto è stato presentato alla Mostra del Cinema di Venezia dove però, sono iniziate anche le indiscrezioni a riguardo di una possibile frattura fra i membri dei Sigur Ros. Fortunatamente, l’allarme della mancanza di Jonsi è rientrato, in quanto, lo staff del gruppo si è premurato a spiegare che ora i Sigur Ros sono tutti appassionatamente in studio per la registrazione del nuovo album, senza alcun tipo di problema. Ecco la tracklist completa del lavoro “Inni”: CD1 01 Svefn-g-englar 02 Glósóli 03 Ný batterí 04 Fljótavík 05 Vid spilum endalaust 06 Hoppípolla 07 Med blódnasir 08 Inní mér syngur vitleysingur 09 E-Bow CD2 01 Sæglópur 02 Festival 03 Hafsól 04 All Alright 05 Popplagid 06 Lúppulagid (bonus track) Inni tracklist – DVD: 01 Ný Batterí 02 Svefn-g-englar 03 Fljótavík 04 Inní mér syngur vitleysingur 05 Sæglópur 06 Festival 07 E-Bow 08 Popplagid 09 Lúppulagid Bonus tracks: 01 Glósóli 02 Við spilum endalaus 03 Hafssól 04 All alright Concludiamo di parlare del progetto “Inni“, annunciandovi che in fondo all’articolo potrete trovare il video dell’anteprima, una decina di minuti, pubblicato dagli stessi Sigur Ros sulla loro pagina ufficiale di Facebook. “Inni”, che vede alla regia un personaggio come Vincent Morisset, sembra essere condito da una cura delle immagini e del “reportage” del concerto davvero splendida. Il lavoro sembra essere perfettamente incline al sound ma soprattutto all’atmosfera che Jonsi e soci hanno creato. Proprio la formazione islandese, dopo essere stata al centro della polemica riguardante la carriera solista di Jonsi e altri progetti che l’avrebbero portato a coltivare collaborazioni al di fuori del gruppo, ha qualche ora fa sementito qualsiasi tipo di problema dicendo che il nuovo disco è in lavorazione. Al momento, non si hanno notizie riguardanti un possibile titolo né tanto meno, una data ufficiale di rilascio. La band ha rilasciato un’intervista al Wall Street Journal e, dopo aver spiegato nello specifico il concept di “Inni” ma soprattutto il lavoro certosino del regista, l’attenzione è andata inevitabilmente su Jonsi Birgisson che così, ha spiegato la questione: “E’ stato come tornare a casa per rivedere i ragazzi. E’ stato naturale”. La frase nasce in seguito ad una domanda riguardante il sentimento provato dal cantante nel ritornare a casa, dopo il suo tour promozionale di “Go”, album da solista. Jonsi è famoso anche per essere un perfezionista maniacale e, proprio a riguardo confida che le prime registrazioni della band non gli sono piaciute affatto in quanto sembrava solo materiale riciclato. Il disco dovrebbe vedere la luce nella primavera 2012 e, loro stessi definiscono il sound che intendono realizzare e che sembra andare per la maggiore in questa prima fase di session come “introverso, minimale e fluttuante”. Il sound che i Sigur Ros mirano a creare è dunque un ambient raffinato, un lento decollo verso qualcosa di non ancora specificato, al momento. La formazione ha inoltre spiegato che per un musicista è molto facile ancorarsi ad un suono ed utilizzare sempre quello ma, la loro intenzione è quella di continuare a sperimentare. Concludiamo, dunque, con i primi dieci minuti di “Inni”:

Tags: , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi