News

Pubblicato il gennaio 11th, 2012 | da Chiara B

0

Snoop Dogg arrestato per possesso di marijuana

Certi cattivi ragazzi rimangono sempre tali, anche quando ormai ragazzi non son più e sono uomini fatti e finiti. E’ il caso di Snoop Dogg, rapper statunitense di fama mondiale, che ne ha combinata un’altra delle sue.

Personalità irrequieta, uno di quegli adolescenti che frequentano la strada e da lì finiscono in giri sbagliati, così cresce Calvin Cordozar Broadus Jr. fino a che non si è dato al rap.La sua musica lo porta in alto, tra le vette più lontane del rap, ma non ha mai perso la propria vena ribelle e sconsiderata.

Negli ultimi anni è stato arrestato più volte in stato di ubriachezza o in possesso di stupefacenti, ebbene ci è cascato di nuovo.
Notizie di non molte ore fa è che sia stato fermato dalla polizia della contea di Hudspeth in Texas in possesso di marijuana.

Snoop Dogg | © Mnet Asian Music Awards via Getty Images

Ed ecco che, appena arrivatami all’orecchio la soffiata, mi è subito tornata alla mente la sua partecipazione come attore al remake cinematografico di “Starsky & Hutch” del 2004, in cui Snoop Dogg interpretava il ruolo di Huggy Bear, ovvero… uno spacciatore di erba.
Le scene che lo vedono protagonista sono tra le più divertenti della pellicola, una serie di battute dal significato ambiguao durante una partita di golf, in cui Bear parla dell’erba riferendosi alla marijuana, mentre il suo interlocutore intede quella del green.

Presagio? Destino impresso su dvd? Non credo proprio, il buon vecchio e caro Snoop Dogg aveva solo voglia di farsi un tiro e poco gli è importato che sia illegale la detenzione.
Ma una volta fermato con le mani nel sacco e l’aria dell’auto impregnata di quel caratteristico odore, ecco che si è giustificato sostenendo di essere in possesso di una ricetta medica che gli consente di tenere un certo quantitativo di marijuana a scopo terapeutico.
Certo, ha ragione, peccato che ciò gli sia consentito in California, ma non nello Stato del Texas.

Il caso è stato portato in tribunale, pratica alquanto inconsueta per questo genere di reati minori che solitamente vengono risolti di fronte ad un giudice di pace e con una multa. Ciò è stato riconosciuto anche dallo stesso giudice che se lo è trovato di fronte. Ovviamente, in questi casi la risonanza del nome amplifica anche il modo con cui punire la colpa.

Ma ormai il meccanismo è stato messo in moto, per cui Snoop Dogg dovrà presentarsi di fronte alla corte il 20 Gennaio prossimo, per essere giudicato e ricevere la propria condanna.
Come direbbe mia nonna: il lupo perde il pelo, ma non il vizio.

Tags:


Informazioni sull'Autore



Rispondi

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi