Matia Bazar – “Sei Tu”

Matia Bazar – “Sei Tu”

(Testo e Musica Piero Cassano, Giancarlo Golzi, Fabio Perversi)

Hai cercato
E tutto sommato
Sei riuscito
Chi dei due ha sbagliato?
E di noi
Che cosa resterà?

Sei geniale
Nel fare del male
Programmare
Quello che è il dolore
E ti diverte
E spari su di me

Caldi brividi, fredde lame oramai
Di un inverno che, che non finirà mai
Baci come spine, sulla bocca mia
Senza respirare, scivolando via
Sei tu, sei tu, sei tu che mi hai rubato il cuore

Guardo nelllo specchio, senza più un perché
Cado nella notte, assomiglia a te
Sei tu, sei tu, sei tu che mi hai rubato il cuore
Ho provato quanto ci ho provato
Cancellare tutto il tuo passato
E adesso so che ha vinto su di me
Non raccoglierò, quel che resta di noi
Non mi volterò, per cercarti lo sai
Baci come spine, sulla bocca mia
Senza respirare, scivolando via

Sei tu, sei tu, sei tu che mi hai rubato il cuore
Cieli di cristallo senza più poesia
Petali di ghiaccio sciolti sulla via
Sei tu, sei tu, sei tu che mi hai rubato il cuore
Sei tu, sei tu, sei tu
Sei tu, sei tu, sei tu
Che mi ha rubato il cuore


Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi