Giordana Angi – “Incognita Poesia”

Giordana Angi – “Incognita Poesia”

Testo e Musica di Giordana Angi

Così fra fulmini
Tu vivi me
Così un giorno sei ma non con me
Così, così, così

Il mio bivio
Arrancato fra sassi di nuvola
Così, così così

Ci sei
Fra un credo ed un e si
Ci sei
E così mi raggomitolo e attorciglio

E risplendo fra rami di pura magia
Di realtà e finzione
E così mi accarezzo e volo
E ricordo in quel gioco follia divina

Perché soldati i brividi mi attraversano,
tormentano senza spazio con una fine

Perché macchinari di emozioni mi attraversano,
sconvolgono senza spine senza fine
Senza fine
Senza fine

Così fra angeli trasudi di civiltà
E così fra alberi ardi di verità la tua
Così, così, così
Fra veli nasci spegni e fermenti da te
Così così così

Fra uomini bambino ghiaccio sei
E così vesto rivesto e spoglio,
in gocce di incognita poesia
E così mi abbandono stagiono fervono,
negli sguardi nati da pieni e animali
Perché soldati i brividi mi attraversano,
tormentano senza spazio con una fine
Perché macchinari di emozioni mi attraversano,
sconvolgono senza spine senza fine
Senza fine
Senza fine

Ci resta che cantare
Rattattarattarata rattattaratataratata


Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi