News Mumford and Sons | © Fiona Goodall/Getty Images

Pubblicato il dicembre 27th, 2012 | da Carmen Pierri

0

La svolta elettronica dei Mumford and Sons

Dopo aver riscosso tantissimo successo con “Babel” i Mumford and Sons si proiettano già nei discorsi che riguardano il prossimo lavoro discografico e si lasciano andare con qualche dichiarazione riguardo il genere del loro futuro terzo disco.
La band è diventata famosa per aver reso più leggero il folk, se mai ce ne fosse stato bisogno, e diventati il simbolo dell’indie folk ci rivelano che per i prossimi lavori hanno in mente di inserire synth e chitarre elettriche nelle loro melodie.
Come dargli torto? Ci troviamo in piena era elettronica, e a quanto pare i synth sembrano conquistare anche i palchi apparentemente meno raggiungibili e le personalità più difficili da convincere in merito alla diffusione dell’electrosound. Il banjo sarà rimpiazzato dal sintetizzatore? Beh questo mai, ma i Mumford giurano di potersi concedere una leggera parentesi e di poter convincere i fan anche con questo tipo di sonorità.

Mumford and Sons | © Fiona Goodall/Getty Images

Mumford and Sons | © Fiona Goodall/Getty Images

Il frontman Marc Mumford ha dichiarato:

  “Abbiamo sempre fatto ciò che sentivamo, e non vi nascondiamo che per il prossimo album potremmo introdurre nella nostra musica sintetizzatori e chitarre elettriche. E’ molto pericoloso per noi parlare già di ciò che sarà il terzo album, ma abbiamo grandi ambizioni e siamo convinti di poter superare alla grande alcuni limiti della nostra musica.

Le parole di Marc non lasciano nulla all’immaginazione e ci suggeriscono che la band è già al lavoro con nuovi brani, come lo stesso Winston Marshall, il banjo del gruppo, ha già confessato a note riviste musicali. Dunque se il banjo è al lavoro con nuovi brani, non verrà rimpiazzato totalmente da una nuova generazione strumentale e probabilmente dovrà anche convivere in maniera armonica con i sintetizzatori.

Non avanzando nessuna ipotesi azzardata noi aspettiamo l’uscita di questo grande lavoro, che sicuramente sarà il degno successore di “Babel” secondo album dei Mumford and Sons uscito lo scorso autunno. Il 2013 non è ancora arrivato, ma già da alcuni mesi grandi notizie anticipano l’arrivo di un grande anno per quanto riguarda il panorama musicale e i Mumford si aggiungono alla grande mole di uscite e ritorni attesi per l’anno che verrà.

 

 

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Lo studio del pianoforte avvicina il suo cuore alla musica in tenera età facendole sviluppare presto una passione per tutta la musica esistente. Appassionata di musica strumentale è una biologa prestata alla critica musicale. Amante dell'indierock, la sua unica certezza i Radiohead. La musica, l'evoluzione e i numeri la sue passioni.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi