News Sziget 2012

Pubblicato il gennaio 25th, 2012 | da Greta C

0

Sziget Festival 2012, la line-up: Stone Roses, Placebo e molti altri

Lo Sziget ha vinto il premio di “miglior festival d’Europa del 2011” sia per quanto riguarda il cast, come sempre stellare, sia per un’organizzazione davvero molto buona. Il premio è stato assegnato dall’European Festival Awards dove la kermesse ha scavalcato grandi nomi quali Hurricane, Rosklide, Wachen Open Air e Tomorrowland. Il festival ormai è una vera e propria istituzione per coloro che amano le manifestazioni musicali estive e, anche in Italia è molto sentito in quanto parte dell’organizzazione stessa veste colori italiani.

Sziget 2012

Sziget 2012 | Logo del Festival

Sziget Festival 2012: ecco la line-up ufficiale

Le line-up e i nomi più caldi delle varie manifestazioni devono essere annunciati, come si può immaginare, con largo anticipo ed ecco dunque che piano piano si sta formando il cast dello Sziget 2012. Non c’è bisogno neanche di sottolineare che, i primi nomi rilasciati sono di altissimo prestigio e la voglia di essere già là, all’isola di Obuda è molto alta.

Dopo l’annuncio dei Stone Roses, ovviamente molto attesi visto la recente reunion annunciata a dicembre 2011, sono stati segnalati come nomi facenti parte del festival anche Placebo, Hurts, The Horrors, The Subways, Crystal Fighters, Mando Diao, Noah & The Whale e Friendly Fires. Questi dunque i primi nomi annunciati e, come si può leggere sullo stesso sito della manifestazione, pian piano il mosaico si sta sempre più completando.

Il grande, grandissimo nome sono i Placebo: Brian Molko e soci, il cui ultimo lavoro è stato “Battle For The Sun” ritorneranno sulle scene mondiali per alcune esibizioni dal vivo fra cui proprio lo Sziget. La band, a quanto pare, passerà la maggior parte del 2012 in studio proprio per la registrazione di un nuovo disco che i fan stanno aspettando come oro colato. Molko, voce del gruppo nonché leader, ha però detto di aver molta voglia di alcune esibizioni del vivo, dicendo che la manifestazione dell’isola di Obuda è il suo festival preferito e, i Placebo, non potevano di certo mancare.

Altra band annunciata sono stati i The Horrors, gruppo molto cool di suolo britannico che con la loro musica si sta sempre più facendo conoscere dal pubblico britrock. The Subways, gruppo indie rock inglese, sono una conferma dopo l’esibizione al Sziget 2009 e, anch’essi grazie alla loro ultima fatica “Money and Celebrity” del 2011 si stanno sempre più affermando nel panorama musicale. Passiamo ai Crystal Fighters band spagnola-britannica che si è formata a Londra nel 2007. La loro esibizione sarà molto attesa da parte dei fan in quando il loro album d’esordio “Star of Love” del 2010 ha ricevuto una buona attenzione.

I Mando Diao, invece, si possono considerare dei veri e propri esponenti della scena musicale svedese e i loro suoni molto variegati, dal blues fino al punk, faranno ballare e scatenare i presenti al festival. Penultimo nome rilasciato quello dei Noah & The Whale, band dalle sonorità davvero magiche con un profondo retrogusto rock folk. La band adora letteralmente i festival poiché si può considerare una presenza abituale di essi. Eccoli dunque presenti al festival ungherese. Ultimo nome annunciato quello dei Friendly Fires, band inglese ritenuta una delle migliori dell’attuale scena indie rock inglese.

L’isola di Obuda al servizio dello Sziget

Concludiamo con alcuni dati tecnici e logistici della manifestazione: la kermesse ungherese si terrà ovviamente sull’ormai consueta isola di Obuda a Budapest e i live si infiammeranno dall’8 al 12 agosto anche se, il camping della manifestazione aprirà due giorni prima, il 6 agosto e chiuderà un giorno dopo la fine ufficiale, ossia il 13 agosto.

L’isola di Obuda, “isola della vecchia Buda” si trova a due chilometri dalla splendida cittadina di Budapest ed è situata proprio in mezzo al Danubio. Oltre per i splendidi nomi musicali che ogni volta allietano i numerosi partecipanti del festival, esso può essere un buon modo anche per visitare proprio Budapest, ritenuta una città davvero incantevole.

Non esiste nessuna spiegazione, per quanto riguarda il sound musicale che ogni volta viene proposto dal festival, se non quello che si legge sul sito ufficiale della manifestazione:

E´ l´unica manifestazione in cui è possibile ascoltare: Pop, Rock, Metal, Blues, Hip Hop, Reggae, Afro, World Music, Folk, Elettronica, Jazz, Classica ed ogni altra sperimentazione sonora. Ma il Sziget Festival è anche teatro, installazioni, mostre, danza, rassegne video e cinematografiche, sport estremi, cucina internazionale… un’immensa vetrina per artisti e artigiani provenienti da tutto il mondo.

 

Tags: , , , , , , , , , , , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi