Amarcord

Pubblicato il febbraio 7th, 2012 | da Chiara B

0

Buon compleanno Vasco Rossi 60 anni da rockstar

Un compleanno importante, che segna la vita non solo di un uomo, ma di intere generazioni di pubblico: Vasco Rossi compie 60 anni. Siamo arrivati al fatidico giorno, oggi 7 Febbraio si sprecano i festeggiamenti per gioire tutti assieme di questa data.
Sì, perchè quando è il compleanno di un personaggio pubblico così importante come Vasco, la festa non è solo per lui, ma anche per e di tutto il suo pubblico.
Sono milioni i fan, sparsi in tutta Italia, che seguono fedelmente il rocker di Zocca: chi c’è sempre stato fin dalla prima ora e ne ha visto l’evoluzione negli ultimi 30 anni, altri, invece, che lo hanno scoperto o riscoperto più tardi, altri ancora che sono nati negli anni ’90 e immersi nella sua musica.
Negli giorni passati proprio a Zocca si sono tenuti una serie di eventi che hanno scandito il countdown al 60esimo compleanno di Vasco Rossi.
Ma i festeggiamenti non si limitano certo al solo paese che a Blasco ha dato i natali: come abbiamo già avuto modo di raccontarvi, sia web tv che reti televisive nazionali dedicheranno nella giornata di oggi una serie di special e maratone, appositamente creati per l’occasione.
Insomma, un grande party al suon di rock che corre per tutta l’Italia.

Vasco Rossi |© Giuseppe Cacace/Getty Images

Dagli inizi come deejay radiofonico ne ha fatta di strada, ha attraversato i turbolenti anni ’80, che assieme al successo del grande pubblico gli hanno portato problemi importanti con la droga e l’alcool.
Brani come “Vado al massimo” e “Vita spericolata”, oggi dei veri e propri classici della cultura musicale italiana, all’epoca vennero relegati alle ultime posizioni ai Festival di Sanremo, rispettivamente, del 1982 e 1983.

Ma se i critici snobbavano questa musica troppo poco italiana e più volta al rock straniero, fatta di testi forti e duri, che denunciava le brutture della società e al contempo il bello di una gioventù che non si arrende, il pubblico al contrario amava tutto questo e lo ha eletto come proprio idolo.
Sono anche gli anni della tossicodipendenza, dell’alcolismo e della crisi personale: tutto ciò lo porta anche in carcere.

Ma il successo è inarrestabile e musicalmente Vasco Rossi affronta un vero periodo di grazia, pubblicando album storici quali “Bollicine” (eletto da Rolling Stone il miglior disco di sempre), “Va bene, va bene così”, “Cosa succede in città”.

A cavallo tra gli anni ’80 e ’90, dopo la crisi a livello personale, c’è la vera e propria rinascita ed è lì che nascono “C’è chi dice no”, a tutt’oggi la canzone secondo me più bella in assoluto di Vasco, ma anche “Liberi liberi”, “Fronte del palco” e “Gli spari sopra”.

25 album pubblicati, 150 canzoni scritte per sè più altre innumerevoli per altri artisti, più di 30 milioni di copie vendute: è inutile ed anche vagamente noioso mettermi qui ora ad elencare tutti i dischi e i successi che in questi 30 anni di carriera ha pubblicato, quelli potete leggerli tranquillamente su un qualunque Wikipedia.
Ciò che mi preme ricordare quest’oggi, al raggiungimento dei 60 anni di età, è il ruolo che Vasco Rossi ha avuto per il suo pubblico.

Vasco Rossi | © Giuseppe Cacace / Getty Images

Ci sono persone che hanno trascorso l’intera propria vita, accompagnandone ogni momento con la sua musica. Le canzoni che ha scritto, dalle storiche alle più recenti, hanno fatto da naturale sottofondo a intere generazioni.
Nel pubblico di Blasco non c’è distinzione tra nonni, padri e figli, sono tutti persone che condividono una passione e sono animati dall’amore per un artista.

Non importa che tu sia giovane o diversamente tale, nelle parole di Vasco troviamo sempre riflessa una parte di noi e nelle note che compone il ritmo della nostra anima.
Un uomo, prima che una rocksta, che ha saputo raccontare l’uomo. E’ per questo che il pubblico lo ama in questo modo.
Non c’è quindi da stupirsi che milioni di persone si professano suoi fan né che siano stati organizzati raduni in suo onore per festeggiarne il compleanno.

Dopo il periodo particolarmente difficile affrontato la scorsa estate, i problemi di salute e le polemiche intrattenute con vari personaggi e siti (uno su tutti Nonciclopedia), ora Vasco è pronto a tornare sul campo che più gli compete e a giocare quel ruolo che tanto gli viene naturale.
Canta la vita, quella di tutti noi, canta le nostre passioni, le indignazioni, gli amori, le delusioni, il divertimento: Vasco Rossi da 60 anni canta la vita e noi non smetteremo di ascoltarlo.
Auguri, Komandante.

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi