News Vinicio Capossela | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Pubblicato il febbraio 22nd, 2012 | da Luisa Fazzito

0

Vinicio Capossela: “Le Sirene” prima App musicale di un artista italiano

Vinicio Capossela entra nella storia della musica digitale italiana: il cantautore infatti sembra voler stare al passo coi tempi e per tale motivo lancia una nuova “App” per smartphone e tablet, per iPhone, iPod e iPad. Si tratta di “Le sirene di Capossela“, il primo, piccolo, progetto multimediale italiano nel campo della musica italiana, il primo “non disco” della nuova era digitale.

Vinicio Capossela | © Vittorio Zunino Celotto/Getty Images

Le App, ovvero i software che possono essere scaricati su iPad e iPhone ma anche sugli altri telefoni cellulari di ultima generazione, sono degli “oggetti” in grado di contenere video, audio, testi, foto e di essere “interattivi”, consentendo cioè a chi li usa di avere la possibilità di scegliere cosa vedere, ascoltare, leggere, e di interagire, con un interfaccia “touch” che consente allo “spettatore” di toccare alcuni oggetti, di spostarli sullo schermo, di far apparire video o audio, di sfogliare “libri” o giornali, album fotografici o altro.

La App di Vinicio Capossela è un “singolo”, come il vecchio 45 giri, con due brani, il lato A e il lato B del disco in vinile, due canzoni meravigliose del repertorio del cantautore, in una versione inedita, dal vivo. Due canzoni che si possono ascoltare, ma anche vedere, due video realizzati appositamente per questa applicazione.

Inoltre il singolo contiene anche  i testi delle due canzoni da leggere, c’è una lunga intervista con Capossela da poter vedere e ascoltare, con Vinicio che parla di “Le Sirene” e “Calypso”, i due brani in questione, raccontandone la genesi, i segreti, i misteri. Nell’ “app”, che si può navigare ruotando un timone che porta nelle diverse aree, ci sono anche molte altre cose, come una galleria fotografica di Capossela, come una lunga biografia dell’autore, o la discografia completa, una timeline esaustiva e un testo, scritto da Ernesto Assante e Gino Castaldo, che introduce il mondo artistico e fantastico di Vinicio.
E come “extra”, introvabile e raro, ci sono alcuni “spezzoni” audio delle “conchiglie” in cui Capossela parla delle canzoni, le introduce, le illustra.

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Appassionata di calcio e sport, amante di tutto ciò che è rock e grunge, apprezza la musica e ne scrive quotidianamente. Ama i live e segue con passione gli eventi mediatici, coordina con entusiasmo il gruppo editor di MelodicaMente.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi