News

Pubblicato il febbraio 14th, 2012 | da Vittoria Borgese

0

Whitney Houston la salma in New Jersey per i funerali

Nella tarda serata di ieri il corpo di Whitney Houston è arrivato nel New Jersey, dove la cantante è nata: trasportata con un jet privato dopo che è stata conclusa l’autopsia, la salma scortata dagli agenti della polizia locale, è arrivata a Newark dove si svolgeranno i funerali.

Per sapere cosa ha provocato la morte della 48enne cantante, bisognerà attendere i risultati dell’esame autoptico, dato che il corpo era privo di segni di traumi o tracce evidenti che potrebbero portare alla formulazione di un’ipotesi specifica: le autorità non si sbilanciano dunque anche se dal fronte delle indagini sono trapelate alcune indiscrezioni che porterebbero ad ipotizzare un mix di farmaci che uniti all’alcol sarebbero risultati fatale alla Houston, che sarebbe morta annegata nella vasca da bagno della camera del Beverly Hilton Hotel dove alloggiava.

Whitney Houston sul palco (2010) | © LENNART PREISS/AFP/Getty Images

La famiglia di Whitney Houston, inizia dunque a pensare all’organizzazione dei funerali anche se i media americani raccontano di una spaccatura tra i parenti più stretti sul da farsi. Nelle intenzioni dei parenti di Whitney Houston ci sarebbe quella di organizzare una veglia in sua memoria probabilmente giovedi, mentre i funerali dovrebbero essere celebrati nella giornata di venerdì o al massimo in quella di sabato presso il  Prudential Center della cittadina del New Jersey: un impianto che accoglie manifestazioni sportive e spettacoli con una  capienza da 18mila posti a sedere.

Un ulteriore modo dunque per permettere ai fan di mostrare il loro affetto alla cantante prematuramente scomparsa dopo i tributi arrivati da numerose star e un primo omaggio tributato dal palco dello Staples Center  nel corso della cerimonia di consegna dei Grammy Awards, quando la Hudson ha intonato “I will always love you”; di quel momento la stessa cantante ha detto in un comunicat diffuso ieri: “E ‘stato l’onore più grande che io abbia riceuto nella mia vita quello di essere scelta per rendere omaggio alla memoria di Whitney. E’ venuto dal cuore.. non riuscivo a smettere di piangere”.

Tags: , , ,


Informazioni sull'Autore

Spirito pratico e razionale, ama la musica in tutte le sue forme come strada per lasciarsi andare alle emozioni. Condivisione e lavoro di squadra sono le sue parole d'ordine; Lenny Kravitz e Francesco De Gregori il suo debole.



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi