News Will.I.Am | © Ryan Pierse/Getty Images

Pubblicato il maggio 8th, 2012 | da Chiara B

0

Will.I.Am ricoverato in ospedale per una bronchite, troppo stress

Non se la passa bene Will.I.Am, uno dei membri storici dei Black Eyed Peas, che è stato ricoverato in ospedale pochi giorni fa a causa di una forte bronchite che lo aveva colpito. Il rapper sta bene ed ha già avuto modo di rilasciare dichiarazioni in merito alla vicenda, spiegando come origine di questo suo male sarebbe l’enorme carico di stress che ha accumulato nell’ultimo periodo. Al momento, infatti, si trova nel Regno Unito in quanto arruolato dalla BBC come giudice del talent show “The Voice UK”, ma non permette che tale impegno possa far passare in secondo piano gli altri progetti all’attivo. Per riuscire a fare tutto, è costretto a viaggiare in continuazione da una parte all’altra del pianeta, tenendo ritmi di vita sfasatissimi che sono maturati in stress e quindi malessere fisico.

E’ lo stesso Will.I.Am ad ammettere che la sua attuale non è una vita regolare e che dovrebbe prendersi dei momenti di maggiore relax, ma d’altra parte è un uomo che ama il proprio lavoro e vuole portarlo avanti letteralmente con tutte le sue forze. Dopo il ricovero ha dichiarato all’Evening Standard:

Quando finisco ‘The Voice’ non è che vado a casa a riposare. Faccio nottata in giro. Poi parto per il Messico e lavoro, parto per il Brasile e lavoro, parto per Singapore e lavoro. Tutto questo mi ha fatto male.

Will.I.Am promette di prendersi un periodo di maggiore riposo al termine dell’esperienza nell’isola britannica, per il momento, però, non ne vuole proprio sentir parlare di uno stop. Non solo cantante dei Black Eyed Peas, ha portato avanti numerosi progetti solisti e molte collaborazioni di pregio da Cheryl Cole a Shakira e si è anche dedicato alla produzione di altri artisti.

Will.I.Am | © Ryan Pierse/Getty Images

E’ infine arrivata per lo statunitense Will.I.Am la possibilità di fare il giudice a The Voice dall’altra parte dell’oceano, subito accettata come una nuova sfida da affrontare. Peccato che a rimetterne sia la salute, stavolta recuperata con un ricovero in ospedale, ma lo stess è pericoloso, si sa.

Tags: , ,


Informazioni sull'Autore



Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

 

Torna in alto ↑

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi